San Lorenzo in Banale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Lorenzo in Banale
ex comune
San Lorenzo in Banale – Stemma
San Lorenzo in Banale – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
ProvinciaTrentino CoA.svg Trento
Amministrazione
SindacoGianfranco Rigotti (PATT) dal 09/05/2005
Data di soppressione31/12/2014
Territorio
Coordinate46°05′N 10°55′E / 46.083333°N 10.916667°E46.083333; 10.916667 (San Lorenzo in Banale)Coordinate: 46°05′N 10°55′E / 46.083333°N 10.916667°E46.083333; 10.916667 (San Lorenzo in Banale)
Altitudine758 m s.l.m.
Superficie61,41 km²
Abitanti1 157[1] (30-06-2014)
Densità18,84 ab./km²
FrazioniDeggia, Moline (Molìne), Nembia, Pregnano (Pergnàn), Senaso (Senàs) Glolo ("Glól") Berghi Dolaso ("Dolàs") Prusa Prato
Comuni confinantiAndalo, Calavino, Comano Terme, Dorsino, Molveno, Ragoli, Stenico, Vezzano
Altre informazioni
Cod. postale38078
Prefisso0465
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT022166
Cod. catastaleH966
TargaTN
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantisanlorenziani
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Lorenzo in Banale
San Lorenzo in Banale
Sito istituzionale

San Lorenzo in Banale (San Lorénz in dialetto trentino[2]) è stato un comune italiano di 1.157 abitanti della provincia di Trento.

Il 1º gennaio 2015 si è operata la fusione dei territori comunali di San Lorenzo in Banale e Dorsino e la creazione di una nuova entità di nome San Lorenzo Dorsino[3].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

San Lorenzo in Banale fu luogo romano come dimostrano le numerose epigrafi e prediali rinvenute nella zona. Nel XII secolo venne costruito Castel Mani, rocca vescovile, e per i secoli successivi fino al 1800 la zona sarebbe rimasta sotto il potere del vescovo di Trento[5]. Con il 1815, dopo il congresso di Vienna, tutte le Giudicarie – e quindi anche il Banale – vennero ammesse alla contea del Tirolo; San Lorenzo e la zona circostante erano abbastanza famose nelle Giudicarie ottocentesche per la produzione di vini: "voi restate sorpreso trovandovi dei Riesling, dei Borgogna e dei Portoghese che credete originali, e sono invece indigeni!" nonostante nel Banale di quel periodo si fosse diffusa la fillossera causata dall'importazione di barbatelle da luoghi infetti.

Nel corso del XIX secolo il paese di San Lorenzo fu colpito da numerosi incendi che distrussero gran parte delle abitazioni. Di questi si ricordano in particolare quello di Pergnano[6] del 10 luglio 1868 e quello di Senaso[7] del 9 novembre 1868.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

La circoscrizione territoriale ha subito le seguenti modifiche: nel 1927 aggregazione di territori dei soppressi comuni di Andogno, Dorsino e Tavodo. Nel 1954 distacco di territori per la ricostituzione del comune di Dorsino comprendendo anche i territori degli ex comuni di Andogno e Tavodo (Censimento 1951: pop. res. 712).[8]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Cucina[modifica | modifica wikitesto]

Un prodotto tipico della cucina locale è la ciuiga, un insaccato inventato del macellaio Palmo Donati attorno al 1875.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2014.
  2. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli Etnici e dei Toponimi Italiani, Bologna, ed. Pàtron, 1981.
  3. ^ Istituzione del nuovo Comune di San Lorenzo Dorsino mediante la fusione dei Comuni di Dorsino e San Lorenzo in Banale (PDF), su regione.taa.it.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Notizie tratte dal sito http://www.borghitalia.it/html/borgo_it.php?codice_borgo=408
  6. ^ Si veda a questo proposito la testimonianza tratta dalla "Gazzetta di Trento" in data 16 luglio 1868 pubblicata al seguente link: http://archivio-giudicarie.blogspot.it/2013/11/Pergnano-Banale-incendio.html
  7. ^ Si veda a questo proposito la testimonianza tratta dalla "Gazzetta di Trento" in data 14 novembre 1868 pubblicata al seguente link: http://archivio-giudicarie.blogspot.it/2013/11/incendio-Senaso.html
  8. ^ Fonte: ISTAT - Unità amministrative, variazioni territoriali e di nome dal 1861 al 2000 - ISBN 88-458-0574-3
  9. ^ La ciuiga, su brentapaganella.it, brentapaganella.com. URL consultato il 2 dicembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN123001944
Trentino-Alto Adige Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trentino-Alto Adige