San Cristoforo (Tiziano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Cristoforo
Tiziano, san Cristoforo.jpg
AutoreTiziano
Data1523 circa
Tecnicaaffresco
Dimensioni300×179 cm
UbicazionePalazzo Ducale, Venezia

San Cristoforo è un affresco (300x179 cm) di Tiziano, databile al 1523 circa e conservato in Palazzo Ducale a Venezia.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'opera, secondo la tradizione, venne commissionata nel 1523 dal doge Andrea Gritti, per decorare la parete che sovrasta la scala per l'appartamento privato dei dogi. Probabilmente dovette essere richiesta poco dopo la sua elezione e insediamento a palazzo, nel maggio 1523.

Tiziano disegnò il santo gigante che traghetta il Bambin Gesù ispirandosi a stampe nordiche. Ne esiste uno studio preparatorio in proprietà privata a Stoccolma (33x22 cm), che però Pallucchini riferisce ad altre opere.

Con un orizzonte bassissimo, sullo sfondo della Laguna di Venezia, il mastodontico Cristoforo, dalla muscolatura possente e dalla statura di gigante, porta Gesù sulle spalle, aiutandosi col bastone. Nell'opera sono evidenti echi del muscolarismo titaneggiante di Michelangelo. Le vette alpine alludono ai possedimenti della Serenissima in terraferma.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Valcanover, L'opera completa di Tiziano, Rizzoli, Milano 1969.
  • Marion Kaminski, Tiziano, Könemann, Colonia 2000. ISBN 3-8290-4553-0

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pittura