Samuil Jakovlevič Maršak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francobollo commemorativo

Samuil Jakovlevič Marsak in russo: Самуил Яковлевич Маршак[?] (Voronež, 3 novembre 1887Los Angeles, 4 luglio 1964) è stato un poeta russo.

Firma autografa

Amico del critico Stasov e di Gorkij, studiò a San Pietroburgo e a Londra. Dopo la Rivoluzione russa si affermò come scrittore per ragazzi, con racconti per l'infanzia, fiabe e poemetti.

Scrisse anche testi di divulgazione scientifica, epigrammi e satire politiche. Nel campo delle traduzioni si occupò dei testi di William Shakespeare, George Gordon Byron, William Blake, William Wordsworth, Percy Bysshe Shelley, Rudyard Kipling, Robert Louis Stevenson, William Butler Yeats, Lewis Carroll, Thomas Stearns Eliot e molti altri.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Poesia russa del 1900, antologia, 1923-1927
  • I dodici mesi, in prosa, del 1943
  • Verità e leggende, poema del 1947
  • Il libro della foresta, poema del 1950

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Samuil Jakovlevič Maršak in Treccani.it - Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Controllo di autorità VIAF: 49384475 LCCN: n50051399