Samuele I (catholicos di Iberia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Samuele I
Samoel I of Iberia.jpg
 

Catholicos di Iberia

 
Venerato daChiesa ortodossa georgiana
Canonizzazione17 ottobre 2002
Ricorrenza30 novembre

Samuele I, o Samoel I (in georgiano: სამოელ I; ... – ...), fu il secondo Catholicos della Chiesa ortodossa georgiana. È stato canonizzato il 17 ottobre 2002.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Al pari del suo predecessore Pietro I, Samuele era originario dei territori dell'Impero bizantino. Arrivò nel Principato di Iberia insieme a Pietro su invito del sovrano Vakhtang I e con la benedizione del patriarca di Costantinopoli. Samuele fu successivamente consacrato vescovo dal patriarca di Antiochia, dal quale la Chiesa georgiana dipese fino al 484.

A quel tempo la sede del catholicos di Iberia era sita nella città di Mtskheta. Il sovrano Dachi conferì a Samuele l'uso della città secondo la volontà del precedente regnante Vakhtang I. Il catholicos intraprese anche il progetto di costruzione della chiesa di Tsqarostavi, nella regione di Giavachezia. Samuele fu anche un intimo amico della regina martire Shushanik.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Canonizzato dalla Chiesa ortodossa georgiana nel 2002, viene commemorato il 30 novembre.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Catholicos di Iberia Successore Coat of Arms of Georgian Orthodox Church.svg
Pietro I 474 - 502? Gabriele I