Samuel Jackson Barnett

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Samuel Jackson Barnett (Woodson County, 14 dicembre 1873Pasadena, 22 maggio 1956) è stato un fisico statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Barnett nacque nella Contea di Woodson, nel Kansas. Suo padre era un ministro di culto. Frequentò l'Università di Denver, presso la quale conseguì una laurea di primo livello (Bachelor of Science) in Fisica nel 1894. Quattro anni dopo, nel 1898, conseguì il dottorato di ricerca (Ph.D.) presso la Cornell University.[1]

Dal 1898 al 1918 insegnò presso varie università statunitensi, finché nel 1918 non entrò a far parte del Carnegie Institution for Science, a Washington, dove rimase fino al 1926, quando divenne professore di Fisica presso l'UCLA - incarico che ha mantenuto fino al 1944.[1] Nel corso della sua carriera si è interessato soprattutto di elettromagnetismo, scoprendo inoltre l'effetto che porta il suo nome: un oggetto in rotazione su sé stesso acquisisce un campo magnetico anche in assenza di un campo magnetico esterno.[2][3]

Nel 1921 fu eletto membro dell'American Academy of Arts and Sciences.[4]

Barnett aveva sposato Lelia Jefferson Harvie. La coppia non ebbe figli, ma adottò una bambina, Ann, che morì poco dopo il pensionamento di Samuel Barnett. La morte di Barnett, avvenuta a Pasadena in California nel 1956, fu preceduta di circa un mese da quella della moglie.[1]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Elements of Electromagnetic Theory, 1903[5]
  • Theories of magnetism, 1923
  • Le Magnetisme, 1940

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) University of California (System) Academic Senate, Samuel Jackson Barnett, Physics: Los Angeles in 1958, University of California: In Memoriam, aprile 1958. URL consultato il 1 novembre 2013.
  2. ^ (EN) Charles P. Poole, Jr., Barnett Effect in Encyclopedic Dictionary of Condensed Matter Physics, Volume 1, Academic Press, 2004, p. 106, ISBN 9780080545233. URL consultato il 2 novembre 2013.
  3. ^ (EN) Victor E. Borisenko, Stefano Ossicini, Barnett Effect in What is What in the Nanoworld: A Handbook on Nanoscience and Nanotechnology, 3a, John Wiley & Sons, 2013, ISBN 9783527648382. URL consultato il 2 novembre 2013.
  4. ^ (EN) Book of Members, 1780-2010: Chapter B, American Academy of Arts and Sciences. URL consultato il 1 novembre 2013.
  5. ^ (EN) Samuel Jackson Barnett, Elements of Electromagnetic Theory, New York, The Macmillan Company, 1903. URL consultato il 1 novembre 2013. ISBN non esistente
Controllo di autorità VIAF: 73845496 · BNF: cb10882415t (data)