Samson (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Samson
Samson Logo.gif
Paese d'origineInghilterra Inghilterra
GenereHeavy metal
Hard rock
NWOBHM
Periodo di attività musicale1977 – 2002
Album pubblicati19
Studio5
Live5
Raccolte9
Sito ufficiale

I Samson sono stati una band heavy metal fondata nel 1977 dal chitarrista-cantante Paul Samson e dal bassista Chris Aylmer, inizialmente affiancati dal futuro batterista degli Iron Maiden, Clive Burr.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I loro lavori più noti sono i primi tre album, cui contribuirono il pittoresco successore di Burr, Thunderstick (Barry Graham), solito presentarsi sul palco indossando una maschera sadomaso di cuoio per quindi suonare - se e quando il palco lo consentiva - dall'interno di una gabbia, e soprattutto il cantante Bruce Dickinson, allora noto come Bruce Bruce, che avrebbe in seguito fatto fortuna come cantante degli Iron Maiden.

Dickinson in particolare entrò nella band quando questa stava apportando gli ultimi ritocchi al suo album d'esordio, Survivors. Il gruppo fu inizialmente tentato di prolungarne la lavorazione per sostituire le parti vocali, ma alla fine rinunciò (i tempi ristretti di lavorazione, tra l'altro, indurranno il produttore John McCoy a suonare molte delle parti di basso durante le registrazioni). Le versioni reinterpretate da Dickinson riemergeranno anni dopo come bonus tracks nelle riedizioni dell'album.

I primi tre dischi (preceduti dalla partecipazione al primo capitolo della storica raccolta Metal for Muthas) introdussero i Samson come una delle più interessanti promesse della corrente musicale New Wave of British Heavy Metal, che in quegli anni viveva il suo apice creativo. Le fortune della band iniziarono però a declinare quando Dickinson lasciò i Samson per unirsi agli Iron Maiden. Il suo sostituto, l'ex Tiger Nicky Moore, si dimostrò infatti all'altezza del predecessore come ugola, ma non come aspetto e presenza scenica, cosa ancor più grave nella sopraggiunta era dei videoclip. Dopo altri due lavori in studio per la Polydor (con Pete Jupp subentrante a Thunderstick dopo un breve interregno del futuro Simple Minds Mel Gaynor) apprezzati dalla critica ma ignorati dal pubblico internazionale, la formazione si sciolse, accomiatandosi nel 1985 con l'album dal vivo Thank You and Goodbye, registrato durante le ultime date del tour dell'anno precedente, portato a termine con il contributo di Marvyn Goldsworthy (ex Diamond Head) al posto di un già dimissionario Chris Aylmer.

La successiva discografia di Paul Samson, pur lontana dai canoni heavy metal, sarà spesso attribuita al disciolto gruppo per l'inevitabile omonimia, spesso sfruttata con commerciale malizia dal chitarrista in forza dell'ottenuta modifica anagrafica del proprio cognome (originariamente Sanson). L'album del 1990, Refugee, è un buon esempio di questa ricercata confusione: attribuito alla band, è di fatto un ennesimo progetto solista di Paul -qui anche in veste di produttore, bassista e originariamente vocalist- realizzato con il contributo ufficiale del solo batterista Charlie Mack (alle sessions avevano in realtà preso parte anche il bassista Dave Boyce e il tastierista Toby Sadler), cui si aggiungerà in un secondo momento Peter Scallan per riregistrare le parti vocali.

Nel corso dei primi anni '90 ci sarà una tentata reunion con Moore, Aylmer e Thunderstick, che registrerà una manciata di pezzi, cinque dei quali pubblicati nella raccolta Past, Present and Future. Il tentativo porterà a un ricongiungimento con il solo Aylmer in occasione dell'album Samson del 1993 (Tony Tuohy alla batteria) in coincidenza del quale saranno riproposti, rimixati e intestati alla band, alcuni lavori originariamente attribuiti al solo Paul.

Sul finire degli anni '90 si verificheranno ulteriori rimpatriate tra vecchi membri, come documentato dal cd/dvd dal vivo Live in London, o dalla citata raccolta del 1999 Past, Present and Future. Interessante un'altra raccolta dello stesso anno, Test of Time, contenente momenti live e alternate versions del periodo post Dickinson.

Questa fortunata attività live si esaurirà con la morte, il 9 agosto del 2002, del chitarrista leader. L'album cui stava allora lavorando con Moore uscirà postumo nel 2006 grazie al lavoro del produttore e amico John McCoy (già molto presente nei primi anni di attività della band), intitolato P.S.... e attribuito al solo Paul, pur riproponendo lo storico logo della band per cognome.

Il 9 gennaio del 2007 si spegne anche Chris Aylmer.

Del gruppo si ricorda anche una fugace apparizione cinematografica nel film Incubus (1981), dove sequenze di una finta esibizione live realizzata per un VHS della band, Biceps of Steel, sono montante in alternanza con quella di un'aggressione nei bagni del locale in cui si svolge l'ipotetico concerto.

Ex membri[modifica | modifica wikitesto]

Cantanti[modifica | modifica wikitesto]

Bassisti[modifica | modifica wikitesto]

  • Chris Aylmer

Batteristi[modifica | modifica wikitesto]

Chitarristi[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio
Live
  • 1985 - Thank You and Goodnight
  • 1990 - Live at Reading '81
  • 1997 - The BBC Sessions
  • 1999 - Metal Crusade (raccolta cui la band contribuisce con 8 brani)
  • 2001 - Live in London 2000
Raccolte
  • 1984 - Last Rites
  • 1986 - Head Tactics
  • 1990 - Pillars of Rock
  • 1998 - The Masters
  • 1999 - Past Present & Future
  • 1999 - Test of Time
  • 2001 - There and Back
  • 2002 - Riding with the Angels - The Anthology
  • 2006 - Tomorrow and Yesterday

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN123945736 · LCCN (ENno98048550 · GND (DE10276066-4 · WorldCat Identities (ENlccn-no98048550
  Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Heavy metal