Salvelinus fontinalis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Salmerino di fonte
Salvelinus fontinalis - marrabbio2.jpg Native brook trout.jpg
Un adulto e un esemplare giovanile (in basso)
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Salmoniformes
Famiglia Salmonidae
Sottofamiglia Salmoninae
Genere Salvelinus
Specie S. fontinalis
Nomenclatura binomiale
Salvelinus fontinalis
(Mitchill, 1814)
Sinonimi

Baione fontinalis, Salmo canadensis, Salmo fontinalis, Salmo hudsonicus, Salvelinus fontinalis timagamiensis, Salvelinus timagamiensis

Nomi comuni

Salmerino di fonte
Salmerino di fontana
Salmerino di torrente

Il salmerino di fonte[1] [Salvelinus fontinalis (Mitchill, 1814)], conosciuto anche come salmerino di fontana, è un pesce appartenente alla famiglia Salmonidae[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questo salmonide è originario delle acque fredde e temperate del Nordamerica, principalmente lungo le coste atlantiche canadesi, ma, essendo anadromo, è diffuso anche nei grandi laghi, nonché nel bacino del Mississippi, fin oltre la sua foce.
Verso la fine del XIX secolo è stato inserito nelle acque Europa per la pesca, spesso con risultati dannosi per gli ecosistemi autoctoni.
In Italia è presente nelle acque alpine, fluviali e lacustri di Valle d'Aosta, Lombardia, Trentino e Alto Adige. Solo in alcuni laghi e torrenti si è ben acclimatato, tanto da costituirne la specie principale. Nei fiumi alpini dove ha trovato un habitat congeniale popola le acque dei torrenti posti nella fascia altimetrica più alta, in acque che mantengono una temperatura molto bassa durante tutto l'anno (fascia superiore della zona dei salmonidi); si adatta anche ai laghi alpini molto freddi. È resistentissimo alle basse temperature, tanto da popolare perfino i laghetti formati dalle acque dei ghiacciai.
In Nordamerica alcune popolazioni vivono in mare ed hanno sviluppato abitudini anadrome[3].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il salmerino di fontana presenta la forma tipica dei salmonidi: il corpo è allungato, ma muscoloso, adatto ad acque turbolente ed a movimenti veloci. La testa è allungata, con mascelle forti e sviluppate in ampiezza. Il dorso risulta appena incurvato, sulla cui cima si innesta la corta ma robusta dorsale. La pinna caudale è ampia e a delta.
La livrea è varia, ma definita, caratterizzata da un fondo verdastro fittamente marezzato da macchie circolari gialle, che sul dorso sono unite tra loro. La linea laterale è ben visibile ed al di sotto di essa sono presenti anche numerose macchie rosso carminio. La pinna dorsale, così come l'adiposa e la caudale, è verde macchiata di giallo; le pie pettorali, l'anale e le ventrali sono rossastre orlate di bianco e di nero.
Raggiunge dimensioni considerevoli per un pesce di fiume europeo: fino a 80 cm per 9-10 kg di peso.

Ibridi[modifica | modifica wikitesto]

Tre esemplari di Trota tigre

Può capitare che si incroci con la trota fario, ottenendo ibridi chiamati "trota tigre" per la loro livrea verde striata di giallo.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Un salvelino di fontana in acque americane

È un vorace carnivoro e si nutre pressoché di ogni piccola creatura che gli capiti a tiro: piccoli mammiferi, anfibi, pesci, crostacei, insetti ed altri invertebrati.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Il salmerino di fontana è una preda molto ambita dai pescatori, sia per la qualità delle carni sia per l'alto valore commerciale. La pesca sportiva avviene con le stesse modalità della pesca alla trota: le tecniche più praticate sono la pesca a mosca, lo spinning e la pesca al tocco.
Le carni sono assai apprezzate, al pari di quelle della trota.

Altri utilizzi[modifica | modifica wikitesto]

È utilizzato anche come cavia da laboratorio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • S. Porcellotti, Pesci d'Italia, Ittiofauna delle acque dolci, Edizioni PLAN 2

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci