Salvatore Mugno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Salvatore Mugno (Trapani, 9 luglio 1962) è un saggista e romanziere italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicista, ha fondato, insieme a Luciano Mirone, Giacomo Pilati e Vito Orlando, il periodico giovanile «Lo Scarabeo» (Trapani, 1983-1987), e ha collaborato con il «Giornale di Sicilia», «La Sicilia» e altre testate.

Come critico, si è interessato di alcune importanti figure della letteratura tunisina. In particolare, ha tradotto dal francese e curato la prima edizione italiana di Les poèmes d'un Maudit del poeta siculo-tunisino Mario Scalesi (1997; 2006)[1], precursore della letteratura magrebina di espressione francese[2]. Ha, inoltre, curato e introdotto (insieme allo scrittore tunisino Imed Mehadheb e al poeta albanese Gëzim Hajdari) la prima edizione italiana de I canti della vita (2008), il capolavoro del maggiore poeta tunisino del Novecento, Abu l-Qasim al-Shabbi[3] (1909-1934), col testo originale arabo a fronte.

È anche autore di romanzi, tra i quali Il biografo di Nick La Rocca[4], realizzato anche con documenti di prima mano provenienti da una corrispondenza con lo scrittore statunitense Harry H. Brunn[5], autore di un controverso libro sul jazzista di New Orleans di origini italiane.

Tra il 1992 e il 1998 ha dedicato alcuni volumi al sociologo torinese Mauro Rostagno, assassinato a Trapani dalla mafia il 26 settembre del 1988: questi suoi libri sono stati acquisiti e utilizzati dalla Corte d'Assise di Trapani, davanti alla quale si è svolto il processo per l'omicidio Rostagno.[6].

Tra i suoi lavori più recenti vi sono alcuni saggi riguardanti il capomafia Matteo Messina Denaro (Lettere a Svetonio e Un padrino del nostro tempo)[7] e magistrati vittime della mafia: Giangiacomo Ciaccio Montalto (Una toga amara)[8] e Giovanni Falcone (Quando Falcone incontrò la mafia)[9].

Nel 2013 ha pubblicato una plaquette su Pier Paolo Pasolini[10].

Ha curato l'edizione di due romanzi dello scrittore e terrorista Giuseppe Lo Presti[11].

Ha vinto il Concorso “Un nome per il Teatro-Auditorium Provinciale di Trapani” con cui la struttura è stata intitolata al poeta e commediografo crepuscolare Tito Marrone[12].

Nel 2017 è stato insignito del premio "Mazara alla Carriera". [13]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi e racconti[modifica | modifica wikitesto]

Curatele[modifica | modifica wikitesto]

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Scalesi, Les Poèmes d'un Maudit. Le Liriche di un Maledetto, saggio introduttivo, traduzione e cura di S. Mugno, presentazione di Renzo Paris, con un contributo di Y. Fracassetti Brondino e una nota di Dino Grammatico, Palermo, Isspe, 1997; II ed. Mercato S. Severino (SA), Edizioni Il Grappolo, 2006. ISBN 888820799-6
  • Moncef Ghachem, Nouba, traduzione dal francese e cura di Salvatore Mugno, introduzione di Giuliana Toso Rodinis, Mazara del Vallo, Istituto Euro Arabo di Studi Superiori, 2004.
  • Abu l-Qasim al-Shabbi, I canti della vita, saggio introduttivo e cura di S. Mugno, traduzione dall'arabo di Imed Mehadheb, revisione poetica di Gëzim Hajdari, Trapani, Di Girolamo Editore, 2007. ISBN 978-88-87778-20-5

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Una voce nel vento, documentario, regia di Alberto Castiglione (2005)(consulenza e partecipazione)[22]
  • Sicily Jass, documentario, regia di Michele Cinque (2015) (partecipazione)[23]
  • La Rivoluzione in Onda, documentario, regia di Alberto Castiglione (2015) (partecipazione)[24]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Interviste a Beatrice Monroy e Salvatore Mugno. Rai Radio3 Suite, 9 Giugno 2014
  2. ^ Mario Scalesi, précurseur de la littérature multiculturelle au Maghreb, a cura di Abderrazak Bannour e Yvonne Fracassetti Brondino, Parigi, Publisud, 2002
  3. ^ Letteratura araba moderna e contemporanea. Tunisia
  4. ^ G. TAORMINA, Il biografo di Nick La Rocca, «Jazzit», Terni, gennaio-febbraio 2006; ed A. GIANOLIO, Quel pioniere e chi l’aveva raccontato, «Musica jazz», Milano, a. 62, n. 6, giugno 2006
  5. ^ E. FUGALDI, Il biografo di Nick La Rocca. Come entrare nelle storie del jazz, «Jazzitalia», 12 Agosto 2005
  6. ^ Corte di Assise di Trapani. Sentenza Rostagno, 27 Luglio 2015; R. Giacalone, Processo Rostagno, a ventitré anni dall’omicidio si cerca ancora la verità, «Il Fatto Quotidiano», 25 marzo 2011; E. Deaglio – A. Gentile, Patria 1978-2008, Il Saggiatore, Milano, 2009; M. Rostagno – A. Gentile, Il suono di una sola mano. Storia di mio padre Mauro Rostagno, Il Saggiatore, Milano, 2011; E. Deaglio, Caro procuratore, le dico subito quel che so, «l'Unità» (Roma), 27 luglio 1996[collegamento interrotto]; A. Sofri, Reagì Mauro Rostagno sorridendo, Palermo, Sellerio, 2014, p. 158
  7. ^ «Antimafia Duemila. Informazioni su Cosa Nostra e organizzazioni criminali connesse»
  8. ^ intervista con G. BARLOZZETTI, Rai.Tv – Unomattina Caffè, 18 febbraio 2013 Archiviato il 10 aprile 2016 in Internet Archive.; G. Calaciura, Magistrato scomodo, «Il sole 24 ore», Milano, 10 febbraio 2013
  9. ^ F. Palazzo, Il Falcone mai visto di Trapani, circoli, cene e feste di Carnevale, «la Repubblica», 22 Giugno 2014
  10. ^ M. MASTRANGELO, Un gol è come una folgorazione, «il manifesto», Roma, 6 giugno 2013
  11. ^ M. IACONA, La pazzia del “cacciatore” Lo Presti, «Il Giornale», Milano, 2 dicembre 2015
  12. ^ 11 Delibera della Giunta della Provincia Regionale di Trapani del 21 novembre 2003
  13. ^ S. G., Mazara, designati i finalisti del concorso letterario. Saranno assegnati al giornalista e scrittore Pietrangelo Buttafuoco ed al giornalista e scrittore Salvatore Mugno, «Giornale di Sicilia», 16 luglio 2017
  14. ^ S. FERLITA L’eros in punta di penna. Le donne di Barbara pornografo del regime, «La Repubblica», ed. di Palermo, 29 settembre 2007
  15. ^ F. BORGONOVO, Mameli Barbara. Il “pornografo del regime” che piaceva a Mussolini, «Libero», Milano, 29 luglio, 2007
  16. ^ F. PALAZZO, Con i pastori o con i mafiosi quel destino da cani, «la repubblica», Palermo, 19 aprile 2018
  17. ^ D. TRISCHITTA, Nick La Rocca, il siciliano che inventò il jazz, «La Sicilia», Catania, 20 luglio 2017
  18. ^ M. BUTTAFUOCO, 1917: fu "bianco" il primo disco jazz, «l'Unità», Roma, 20 aprile 2017
  19. ^ Intervista con G. GRAZIANI intorno al romanzo Il prof terrone, Rai Radio 3, Fahrenheit, 2 maggio 2018
  20. ^ M. BENFANTE, Inafferrabile Trapani spaventata dalla sua bellezza, «la repubblica» (ed. Palermo), 16 dicembre 2018
  21. ^ E. GUCCI, Gli anni bui dello scrittore terrorista che la letteratura non potè redimere, «La Lettura - Corriere della Sera», 20 gennaio 2019
  22. ^ Koinefilm Archiviato il 7 aprile 2016 in Internet Archive.; Cinemaitaliano.info
  23. ^ Cinemaitaliano.info
  24. ^ Cinemaitaliano.info

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN22366664 · ISNI (EN0000 0000 6158 221X · SBN IT\ICCU\CFIV\120533 · LCCN (ENn97112510 · GND (DE137225563 · BNF (FRcb144680237 (data)