Salvatore Lilli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Beato Salvatore Lilli

Sacerdote e martire

 
Nascita19 giugno 1853
Morte22 novembre 1895
Venerato daChiesa cattolica
Beatificazione3 ottobre 1982
Ricorrenza22 novembre

Salvatore Lilli (Cappadocia, 19 giugno 1853Maraş, 22 novembre 1895) è stato un presbitero francescano italiano, missionario in Armenia Minore, dove fu trucidato insieme ad altri sette compagni armeni dai soldati ottomani; è stato dichiarato martire e proclamato beato da papa Giovanni Paolo II nel 1982.

Il suo elogio si legge nel Martirologio romano al 22 novembre:

«Presso il fiume Žihun nei pressi della città di Maraš in Cilicia, nel territorio dell’odierna Turchia, beati Salvatore Lilli, sacerdote dell’Ordine dei Frati Minori, Giovanni figlio di Balži e altri sei compagni di origine armena, martiri, che, dopo avere ricevuto dai soldati ottomani l’ordine di rinnegare Cristo ed essersi rifiutati di tradire la loro fede, raggiunsero il regno eterno trapassati dalle lance.»

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Salvatore Lilli, in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it.

Controllo di autoritàVIAF (EN104719606 · ISNI (EN0000 0000 7565 005X