Salvatore Bellomo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Salvatore Bellomo
Salvatorebellomo2.jpg
Salvatore Bellomo nel 2006
NomeSalvatore Bellomo
Ring nameSalvatore Martino
Salvatore Bellomo
Sal Bellomo
Crazy Belshlomo
Centurian Marsella
Gino Maruzzella
Jason Martino
The Italian Stallion
Adonis Romano
Wildman Bellomo
NazionalitàBelgio Belgio
NascitaHornu, Belgio
18 giugno 1951
Residenza dichiarataCalabria, Italia
Altezza dichiarata185 cm
Peso dichiarato110 kg
Debutto1974
Ritiro2006
Progetto Wrestling

Salvatore Bellomo (Hornu, 18 giugno 1951) è un ex wrestler italiano naturalizzato belga. Lottò principalmente come jobber nella World Wrestling Federation degli anni ottanta.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di immigrati italiani nato in Belgio, Bellomo si trasferì negli Stati Uniti per intraprendere l'attività di wrestler. In America lottò utilizzando vari ring name di derivazione italiana, ed interpretando il ruolo del beniamino del pubblico dimostrando di possedere un notevole bagaglio tecnico sul ring. In questo primo periodo di carriera si aggiudicò alcuni titoli, inclusi NWA Canadian Tag Team Championship e WXW Heavyweight Championship.

World Wrestling Federation (1983–1987)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1983 entrò nella World Wrestling Federation di Vince McMahon dove disputò vari match con Johnny Rodz, Tony Colon, e Butcher Vachon. Inoltre, il 4 agosto 1984 Bellomo lottò contro l'ex campione mondiale WWF Bob Backlund allo Spectrum di Filadelfia, fungendo da jobber per Backlund in quello che sarebbe rimasto il suo ultimo match in WWF in un decennio.

Da questo punto in poi, Bellomo divenne un vero e proprio jobber da far inevitabilmente perdere contro i grandi nomi della federazione o le giovani promesse. Egli venne persino sconfitto (in modo "pulito") da Bobby "The Brain" Heenan in un match svoltosi al Madison Square Garden nel novembre 1984. Essere un perdente non era un ruolo ignominioso come sembrerebbe, in quanto Bellomo in questa veste ebbe l'opportunità di incontrare molti lottatori famosi e di girare il mondo. Nel 1985, durante una puntata del talk show Piper's Pit, Bellomo fece un'apparizione a sorpresa, e il conduttore Rowdy Roddy Piper lo apostrofò con le seguenti parole: «What are you doing here? I didn't order a pizza ("Cosa ci fai qui? Non ho mica ordinato una pizza!"). Successivamente Bellomo venne irriso ed aggredito da Piper, Cowboy Bob Orton e "Mr. Wonderful" Paul Orndorff, prima di essere salvato dall'arrivo di Junkyard Dog.

Eastern Championship Wrestling (1993–1994)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993 Bellomo passò alla NWA Eastern Championship Wrestling, dove, con l'identità di "Wildman" Bellomo, prese parte al primo match per il titolo ECW perdendo contro Jimmy Snuka. I suoi ultimi incontri in ECW ebbero luogo nel 1994, e furono due (sorprendenti) vittorie contro Don E. Allen e Billy Firehawk.

Vita successiva[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi definitivamente ritirato dal ring il 25 novembre 2006, Bellomo continuò a lavorare dietro le quinte nel mondo del wrestling. Svolge l'attività di allenatore di giovani talenti presso la Belgian Wrestling School di Terhagen e Flémalle (Belgio).

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali
Manager
  • The Cosmic Commander
  • Stevie Wonderful

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]