Salix lanata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "salice" rimanda qui. Se stai cercando il simbolo araldico, vedi salice (araldica).
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Salix lanata
Salix-lanata-total.JPG
Salix lanata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Salicales
Famiglia Salicaceae
Genere Salix
L., 1753'
Specie

Il salix lanata, nome scientifico del salice lanoso, è una specie subartica di salice originaria dell'Islanda, delle isole Fær Øer, della Scandinavia settentrionale, della Finlandia, raggiungendo le propaggini orientali della Siberia orientale. In Scozia si trova solo in alcune località del Perthshire, Angus e Aberdeen, in genere sui fianchi di montagne particolarmente rocciose, ad un'altitudine compresa tra i 600-900 m. [1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il salice lanoso è un arbusto deciduo basso, con molte ramificazioni, generalmente inferiore a 100 cm di altezza e 150 cm di larghezza. I ramoscelli più giovani sono inizialmente pelosi, diventando però presto glabri e tendenti al marrone. Le foglie grigio-verdi sono piuttosto variabili, ma generalmente dalla forma ovale per una lunghezza di 7 cm di e una larghezza che raggiunge i 6,5 cm; tali foglie sono ricoperte di una "lana" grigio-argento allo stato iniziale, copertura che va poi a ridursi con l'avanzare dell'età. I margini delle foglie sono solitamente interi.

Gli amenti appaiono in estate (da maggio a luglio), con amenti maschili e femminili su piante separate (come tutti i salici questa specie è dioica). Gli amenti femminili sono densamente pelosi. I piccioli sono di solito lunghi meno di 1 cm e le stipole di solito 1 cm di lunghezza per 0,6 cm di larghezza e persistenti. [1][2][3]

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Willows and Poplars of Great Britain and Ireland, BSBI Handbook No. 4; Meikle; 1984.
  2. ^ New Flora of the British Isles; Clive Stace; Third edition; 2011 printing.
  3. ^ RHS A-Z encyclopedia of garden plants, United Kingdom, Dorling Kindersley, 2008, pp. 1136, ISBN 1-4053-3296-4.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica