Saliha Dilaşub Sultan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Saliha Dilaşub Sultan
Valide Sultan
In carica 8 novembre 1687-4 dicembre 1689
Predecessore Turhan Hatice Sultan
Successore Rabia Gülnuş Sultan
Nascita 1627
Morte Istanbul, 4 dicembre 1689
Sepoltura Istanbul
Luogo di sepoltura Moschea di Solimano
Consorte Ibrahim I

Saliha Dilaşub Sultan (1627Istanbul, 4 dicembre 1689) è stata una consorte del sultano Ibrahim I e madre del sultano Solimano II.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Le sue origini sono sconosciute[1]. Il 15 aprile 1642, ha dato alla luce il suo unico figlio, Solimano II.

Saliha Dilaşub è stata descritta come una donna semplice, di carattere indisciplinato[2].

Dopo la deposizione e la morte del sultano Ibrahim I, Saliha Dilaşub insieme alle altre coniugi e gli altri membri dell'entourage di Ibrahim, sono stati inviati al vecchio palazzo. Si sperava che il conflitto tra la prima moglie di Ibrahim, l'ucraina Turhan Hatice Sultan, e la madre del sultano, Kösem Sultan, avrebbe cambiato la sua fortuna nel divenne lei stessa madre del sultano. Kösem stava progettando di uccidere la nuora e detronizzare il nipote, il sultano Mehmed IV, con l'aiuto di alcuni alti ufficiali del corpo di Yeniçeri, e di mettere Şehzade Suleiman, il figlio di Saliha Dilaşub, sulla trono. Tuttavia, una schiava dall'harem avvertì Turhan Hatice Sultan, che è riuscita a strangolare la suocera, con l'aiuto degli eunuchi nell'harem. Questo ha portato Saliha Dilaşub a 39 anni di reclusione nel vecchio palazzo.

Nel 1687 Mehmed IV fu deposto e al suo posto fu messo Solimano II, così facendo la successiva Valide Sultan[2].

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Morì il 4 dicembre 1689 e fu sepolta nella Moschea di Solimano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alderson, A.D., The Structure of the Ottoman Dynasty, Oxford university press, 1956, Table XII p.83
  2. ^ a b Lucienne Thys-Şenocak, Ottoman Women Builders: The Architectural Patronage of Hadice Turhan Sultan, Ashgate, 2006, ISBN 978-0-7546-3310-5.