Sale (Croazia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sale
comune
(HR) Sali
Sale – Veduta
Localizzazione
StatoCroazia Croazia
RegioneZadar County coat of arms.png Zaratina
Territorio
Coordinate43°56′24″N 15°09′47.88″E / 43.94°N 15.1633°E43.94; 15.1633 (Sale)Coordinate: 43°56′24″N 15°09′47.88″E / 43.94°N 15.1633°E43.94; 15.1633 (Sale)
Abitanti1 698 (2011)
Altre informazioni
Cod. postale23281
Prefisso023
Fuso orarioUTC+1
TargaZD
Cartografia
Mappa di localizzazione: Croazia
Sale
Sale
Sale – Mappa
Localizzazione del comune di Sale nella regione zaratina

Sale[1][2][3][4][5] (in croato Sali) è un comune croato della regione zaratina, in Croazia, si trova nell'isola Lunga o isola Grossa (in croato Dugi Otok).

Società[modifica | modifica wikitesto]

La presenza autoctona di italiani[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Esodo giuliano dalmata, Italiani di Croazia e Dalmati italiani.

È presente una piccola comunità di italiani autoctoni che rappresentano una minoranza residuale di quelle popolazioni italiane che abitarono per secoli ed in gran numero, la penisola dell'Istria e le coste e le isole del Quarnaro e della Dalmazia, territori che furono della Repubblica di Venezia. La presenza degli italiani a Sale è drasticamente diminuita in seguito agli esodi che hanno seguito la prima e la seconda guerra mondiale. Fino al 1947 le Isole Incoronate erano parte del comune. Successivamente le isole furono unite al comune di Murter

Oggi a Sale, secondo il censimento ufficiale croato del 2011, esiste una modestissima minoranza autoctona italiana, pari al 0,18% della popolazione complessiva[6].

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Località[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale è suddiviso in 12 frazioni (naselje), di seguito elencate. Tra parentesi il nome in lingua italiana, spesso desueto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alberi, pp. 640-641.
  2. ^ Rizzi, p. 444.
  3. ^ Natale Vadori, Italia Illyrica sive glossarium italicorum exonymorum Illyriae, Moesiae Traciaeque ovvero glossario degli esonimi italiani di Illiria, Mesia e Tracia, 2012, San Vito al Tagliamento (PN), Ellerani, p. 553, ISBN 978-88-85339293.
  4. ^ Cfr. a p. 185 in Istituto Geografico De Agostini Grande atlante d'Europa e d'Italia, Novara, 1994.
  5. ^ a b Sale e Zaglava in: Blatt 33-44 der Generalkarte von Mitteleuropa 1:200.000 der Franzisco-Josephinischen Landesaufnahme, Österreich-Ungarn, ab 1887
  6. ^ Central Bureau of Statistics, su www.dzs.hr. URL consultato il 5 aprile 2021.
  7. ^ Alberi, p. 633.
  8. ^ Rizzi, p. 437.
  9. ^ [1]
  10. ^ a b Boxava e Sferinaz in: Allegato alla Mappa Originale di Dragove in doppia Scala Archiviato il 22 ottobre 2014 in Internet Archive. – catasto austriaco franceschino
  11. ^ a b Alberi, p. 636.
  12. ^ Rizzi, p. 440.
  13. ^ Vadori, p. 403.
  14. ^ a b c indicazioni bilingue Birbigno - Birbinj, Punte Bianche - Rat Veli e Sauro - Savar nel comune di Sale - Sali, in: Gemeindelexikon, der im Reichsrate Vertretenen Königreiche und Länder. Bearbeit auf Grund der Ergebnisse der Volkszählung vom 31. Dezember 1900. Herausgegeben von der K.K. Statistischen Zentralkommission. XIV. Dalmatien. Wien 1908 Archiviato il 31 gennaio 2013 in Internet Archive.
  15. ^ Alberi, p. 635.
  16. ^ Alberi, p. 638.
  17. ^ Rizzi, p. 441.
  18. ^ Alberi, p. 632.
  19. ^ a b Rizzi, p. 436.
  20. ^ Vadori, p. 560.
  21. ^ a b Alberi, p. 631.
  22. ^ Vadori, p. 615.
  23. ^ a b Punte Bianche e Verona in Comune PUNTE BIANCHE e Soline, Provincia Dalmata, Circolo di Zara, Disto censuao di Zara Archiviato il 22 ottobre 2014 in Internet Archive. – catasto austriaco franceschino
  24. ^ Vadori, p. 618.
  25. ^ a b Alberi, p. 639.
  26. ^ a b Rizzi, p. 442.
  27. ^ Vadori, p. 628.
  28. ^ Alberi, p. 643.
  29. ^ Vadori, p. 632.
  30. ^ Vadori, p. 634.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alberto Rizzi, Guida della Dalmazia, vol. I, 2010, Trieste, ed. Italo Svevo, p. 444.
  • Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, 2008, Trebaseleghe (PD), Lint Editoriale, pp. 640-641.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN129160589