SaldaPress

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
SaldaPress
StatoItalia Italia
Fondazione2001
Sede principaleReggio Emilia
SettoreEditoria
ProdottiFumetti
Sito webwww.saldapress.com

SaldaPress è una casa editrice italiana di fumetti fondata nel 2001.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Nasce nel 2001 come divisione editoriale del «Gruppo Saldatori», studio di grafica e comunicazione costituito nel 1997.

Produce e pubblica fumetti su licenza di varie case editrici internazionali, con l'esclusiva per l'Italia dell'intero catalogo dell'etichetta Skybound, fondata nel 2010 da Robert Kirkman all'interno di Image Comics e sotto cui compare The Walking Dead, la saga zombie a fumetti al momento più famosa al mondo nonché titolo di punta sia della Image sia della SaldaPress.

Da settembre 2011 la SaldaPress ha ristampato la serie Leo Pulp originariamente appartenente alla Sergio Bonelli Editore nella collana Maèstro in tre volumi di alta qualità, di grande formato (21×28,5 cm) con una foliazione di 128 pagine. L'edizione standard è stata affiancata da un'edizione limitata di 100 copie per i collezionisti: volumi cartonati, autografati dagli autori e contenenti ciascuno una tavola originale della storia (94 pezzi più 6 studi della copertina).[1]

Nel 2013 ripropone al pubblico in due volumi definitivi ricchi di extra il fumetto cult The Rocketeer di Dave Stevens sempre per la collana Maèstro.

Collane[modifica | modifica wikitesto]

  • Maèstro:è la collana dedicata al fumetto d'autore italiano e internazionale. L'estrema cura editoriale è il cuore dell'operazione: i volumi, tutti in edizione definitiva, sono pubblicati in una prestigiosa edizione di grande formato (210x285 mm), rilegati in brossura filo refe con bandelle e sono stampati su carta Munken Pure, scelta per la sua ottima resa nella qualità di stampa e certificata per il rispetto dei più alti standard di protezione dell'ambiente[2];
  • Parodia: collana riguardante i fumetti parodistici dedicati ai grandi personaggi dei fumetti d'autore, Marvel e DC Comics[3].
  • Skybound: Skybound è l'etichetta creata nel 2010 da Robert Kirkman all'interno di Image Comics con l'intenzione di avviare la produzione e pubblicazione di serie originali, con prospettive totalmente nuove. Nel catalogo compaiono naturalmente i capolavori dello stesso Kirkman: la già citata saga di The Walking Dead, un titolo di lungo corso come Invincible, le storie per tutte le età di Super Dinosaur e Thief of Thieves, creata da Kirkman e scritta da Nick Spencer. La serie che ha inaugurato l'etichetta è stata però un'altra, Witch Doctor, che completa per ora il catalogo Skybound insieme a Clone, Guarding the Globe, Brit, Lo stupefacente Wolf-Man e Science Dog. SaldaPress pubblica in esclusiva per l'Italia i titoli Skybound e questa collana, che prende il nome dall'etichetta di Kirkman, raccoglierà le serie già pubblicate negli USA e quelle che usciranno in futuro[4];
  • Strips collana dedicata al mondo dei fumetti delle strisce brevi da quotidiani. I titoli della collana Strips provengono tutti dagli USA e sono completati da un apparato di note che rende più trasparente al lettore italiano i riferimenti e il contesto a cui fanno riferimento personaggi e autori[5];
  • Zeta: è la collana horror dedicata al mondo degli zombie, la più grande nel suo genere. I numerosi titoli che la compongono offrono un'ampia panoramica del tema, spaziando dalla chiave drammatica a quella parodistica, fino ad arrivare a The Walking Dead, il capolavoro di Robert Kirkman, pluri-premiata serie a fumetti da cui nel 2010 è stata tratta una serie tv di grande successo prodotta da AMC e distribuita anche in Italia da Fox International e pubblicata sia in formati di lusso sia in formato bonellide per le edicole[6];
  • Aliens Universe: a partire dall'aprile 2017, SaldaPress inizia la pubblicazione dei fumetti ambientati nell'Alien Universe e pubblicati negli Stati Uniti dalla Dark Horse Comics[7]. L'occasione nasce dall'uscita del film Alien: Covenant di Ridley Scott, distribuito nelle sale italiane nel maggio 2017[7]. Quasi contemporaneamente 22 aprile 2017 viene distribuito il primo albo della serie regolare Aliens con periodicità mensile[7]. La serie contiene materiale tratto dai fumetti originali editi come miniserie, albi unici o storie autoconclusive all'interno di albi antologici o celebrativi. Il primo numero contiene i primi due albi della limited-series Aliens: Defiance, dello scrittore Brian Wood[7]. L'opera originale è composta da 12 albi e quindi occupa le pagine delle prime sei uscite del mensile italiano. Contemporaneamente vengono pubblicati volumi in edizione cartonata o in brossura che contengono archi narrativi o storie che non vengono utilizzati per la serie regolare[7]. Il primo ad essere distribuito è Aliens 30º Anniversario, volume cartonato che raccoglie il primo fumetto che diede vita all'Aliens Universe, ovvero la miniserie in bianco e nero pubblicata dalla Dark Horse nel 1988, scritta da Mark Verheiden e disegnata da Mark A. Nelson[7]. Successivamente inizia la pubblicazione in 5 volumi brossurati della saga Fire and Stone[7]. Composti da cinque archi narrativi inseriti all'interno di una storia che unisce nella stessa continuity i franchise della 20th Century Fox riguardanti l'Alien Universe[7]. Si fa quindi riferimento a Prometheus, Alien, Predator e Alien vs Predator[7]. In quest'ultimo caso però non si considerano i due lungometraggi che vedono lo scontro tra le due creature aliene in quanto non considerati canonici rispetto agli altri film dello xenomorfo. Fire and Stone si pone invece in continuity con l'Alien Universe e si svolge dopo il Prometheus di Ridley Scott[7]. Nel 2018 per espandere ulteriormente la linea editoriale su questo universo narrativo, viene lanciata la serie regolare mensile Predator, basata sul celebre cacciatore/predatore alieno apparso per la prima volta nell'omonimo film del 1987 con Arnold Schwarzenegger[8]. Come per la serie Aliens, qui sono pubblicate storie narrate in miniserie o albi speciali pubblicati dalla Dark Horse Comics, editore dei fumetti sugli yautja dal 1989[8]. Il primo numero viene distribuito il 25 settembre 2018, poco prima della premiere cinematografica del film The Predator di Shane Black, quarto film del franchise, uscito nelle sale italiane l'11 ottobre 2018[9].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ È tornato Leo Pup!, su massimobonfatti.it. URL consultato il 5 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 4 dicembre 2011).
  2. ^ Maestro
  3. ^ Parodia
  4. ^ http://www.saldapress.com/skybound/home-skybound
  5. ^ Strips
  6. ^ Zeta come Zombie
  7. ^ a b c d e f g h i j Francesco Tedeschi, in Alien Universe, in Aliens n.1, SaldaPress, Reggio Emilia, aprile 2017, pp.47-48
  8. ^ a b Andrea G. Ciccarelli, "Non ho tempo di sanguinare", in Predator n.1, SaldaPress, Reggio Emilia, settembre 2018, p. seconda di copertina
  9. ^ Il tempo dei predatori, in Predator n.1, SaldaPress, Reggio Emilia, settembre 2018, p. terza di copertina

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]