Salame di cioccolato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Salame al cioccolato
Salami de chocolate.jpg
Origini
Luoghi d'origineItalia Italia
Portogallo Portogallo
Zona di produzionePortogallo e Sicilia, diffuso in tutta Italia
Dettagli
Categoriadolce
RiconoscimentoP.A.T.
Settorepaste fresche e prodotti della panetteria, biscotteria, pasticceria e confetteria

Il salame al cioccolato, anche chiamato salame turco, salame vichingo, salame inglese o salame del re, è un dolce a base di cioccolato e biscotti che assomiglia come forma a un salame. L'appellativo "turco" non si riferisce all'origine del dolce, bensì al colore che ricorda quello della pelle dei Mori. Il nome "salame vichingo" risale invece agli anni settanta, quando la ricetta venne pubblicata con quel titolo, insieme a molte altre, nel ricettario per bambini noto come Manuale di Nonna Papera[1].

Salami di cioccolato confezionati in Portogallo

È una produzione tipica portoghese (con la denominazione di salame de chocolate), ma molto diffusa anche in Italia dove è ufficialmente inserita nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf).[2]

Tradizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

Il dolce è diffuso in tutta Italia e adatto a qualsiasi festività. In Emilia-Romagna questo dolce veniva confezionato tradizionalmente nel periodo pasquale[3]. Sebbene sia un dolce tipicamente della cucina siciliana, è molto diffuso anche a Napoli, in Veneto, nel bresciano e nel territorio mantovano. In Piemonte è diffusa una variante conosciuta come "salame del papa", forse originaria dell'Alessandrino.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giovan Battista Carpi, Mario Gentilini e Elisa Penna, Il manuale di Nonna Papera, [Ristampa anastatica], Giunti, 2015, ISBN 978-88-522-2437-9, OCLC 1045945793. URL consultato il 15 novembre 2022.
  2. ^ Vedi elenco prodotti agroalimentari tradizionali sul sito del Mipaaf
  3. ^ Ricetta Salame di cioccolato - Le Ricette di GialloZafferano.it, su web.archive.org, 28 marzo 2009. URL consultato il 15 novembre 2022 (archiviato dall'url originale il 28 marzo 2009).
  4. ^ 500 eccellenze piemontesi, Slow Food, 2008, p. 42.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]