Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Salaheddine Bassir

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Salaheddine Bassir
Dati biografici
Nazionalità Marocco Marocco
Altezza 168 cm
Peso 64 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Ritirato 2005
Carriera
Giovanili
Wydad Casablanca Wydad Casablanca
Squadre di club1
1991-1993 Wydad Casablanca Wydad Casablanca - (-)
1993-1995 Raja Casablanca Raja Casablanca - (-)
1995-1997 Al-Hilal Al-Hilal 20 (8)
1997-2001 Deportivo Deportivo 51 (18)
2001-2002 Lilla Lilla 37 (5)
2002-2003 Aris Salonicco Aris Salonicco 32 (2)
2003-2005 Raja Casablanca Raja Casablanca 12 (1)
Nazionale
1993-2002 Marocco Marocco 50 (25)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Salaheddine Bassir (in arabo: صلاح الدين بصير; Casablanca, 5 settembre 1972) è un ex calciatore marocchino.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Primi Anni[modifica | modifica wikitesto]

Salaheddine Bassir muove i primi passi da giovanissimo nelle file del Raja Casablanca. L'anno dopo segna il suo esordio nella massima serie marocchina, il 7 novembre 1994. Dopo una buona stagione d'esordio passa agli arabi del Al-Hilal, dove in due stagioni si conferma come un buon finalizzatore, oltre alle buone doti tecniche e aerobiche.

Il periodo spagnolo[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 1997/98 è probabilmente la migliore della sua carriera, infatti passa agli spagnoli del Deportivo La Coruña, dove riesce a giocare con buona continuità e segna 5 gol, nonostante la presenza in squadra di attaccanti come Abreu e Luizão. Inoltre è protagonista della qualificazione del Marocco ai Mondiali di Francia nel 1998, risultando capocannoniere delle qualificazioni. Il Mondiale francese è però dolce-amaro per i marocchini che. nonostante delle buone prestazioni, escono al primo turno dopo una convincente vittoria per 3-0 contro la Scozia grazie a una doppietta proprio di Bassir. La stagione dopo Bassir è impiegato solo 14 volte dal tecnico degli spagnoli Javier Irureta, mentre le due stagioni seguenti (1999/2000 e 2000/01) non vede quasi mai il campo, coperto dai vari Pauleta e Turu Flores.

Dal 2001 a oggi[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2001/02 Bassir decide di dare una scossa alla sua carriera ormai in declino e approda ai francesi del Lilla, non riuscendo però la ripagare la fiducia riposta in lui a causa della scarsa vena realizzativa. Così l'anno dopo passa all'Aris Salonicco, giocando poco e male. Così decide di tornare in patria nella squadra che l'aveva fatto esordire per chiudere la carriera e ritirarsi definitivamente nel 2005. Dalla conclusione della sua carriera, Bassir si è cimentato in diverse attività: ha aperto un caffè, l'"Amistad" a Casablanca, ha giocato per un periodo a beach soccer ed è stato membro della giuria dell'"Al Kadam Dahabi" (Il Pattino d'oro). Inoltre ha partecipato ad un reality show in una tv marocchina con lo scopo di scoprire nuovi talenti del gioco del calcio in Marocco.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Liga trophy (adjusted).png Campionato spagnolo: 1

Deportivo La Coruña: 1999-2000

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]