Sala del Tricolore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La Sala del Tricolore
Bandiera storica, attualmente desuetaLa bandiera della Repubblica Cispadana

La Sala del Tricolore è la sala consiliare del comune di Reggio nell'Emilia. Qui, il 7 gennaio 1797, nacque la bandiera d'Italia, da cui il nome della sala. Adiacente alla sala, è situato il museo del tricolore.

Cenni storici e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Fu costruita tra il 1772 ed il 1787 su progetto dell'architetto Lodovico Bolognini. Realizzata in origine come archivio ducale, in seguito venne trasformata in sala del Congresso. Il 27 dicembre 1796 infatti vi si riunì il primo Congresso delle città cispadane, ossia Reggio, Modena, Bologna e Ferrara. Tre giorni dopo vi venne proclamata la nascita della Repubblica Cispadana.

Durante una riunione del Congresso della Repubblica Cispadana datata 7 gennaio 1797, su proposta del deputato romagnolo Giuseppe Compagnoni, il Tricolore divenne la bandiera ufficiale della neonata repubblica: per la prima volta la bandiera tricolore diventò vessillo nazionale di uno Stato italiano sovrano. Infatti, in precedenza, il Tricolore venne utilizzato come stendardo militare e come simbolo civico.

La sala si presenta come un ambiente ellittico, circondato da tre ordini di balconate.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Augusta Busico, Il tricolore: il simbolo la storia, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per l'informazione e l'editoria, 2005, p. 207.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]