Safir (lanciatore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Safir
Omid 0650.jpg
Informazioni
ProduttoreAgenzia spaziale iraniana
Nazione di origineIran Iran
Dimensioni
Altezza22 m
Diametro1,25 m
Massa26 t
Stadi2
Capacità
Carico utile verso orbita terrestre bassa65 kg
Cronologia dei lanci
StatoIn uso
Basi di lancioSemnan
Lanci totali7
Successi4
Fallimenti1 noto, 2 presunti
Volo inaugurale17 agosto 2008

Safir (in persiano: سفیر) è un lanciatore spaziale iraniano. È stato il primo vettore costruito in Iran a effettuare un lancio con successo, quando il 2 febbraio 2009 ha portato in orbita il satellite Omid, rendendo l'Iran il nono paese al mondo ad aver raggiunto la capacità di lancio orbitale.

È un lanciatore a due stadi, il primo dei quali è derivato dal missile balistico Shahab-3, a sua volta derivato dal nordcoreano Rodong-1.

Lanci[modifica | modifica wikitesto]

A febbraio 2019 sono stati effettuati in totale 7 lanci, portando in orbita 4 satelliti. Tutti i lanci sono avvenuti dal centro spaziale di Semnan.

Data Carico Esito
1 17 agosto 2008 Sconosciuto, probabilmente un boilerplate Sconosciuto, probabile fallimento
2 2 febbraio 2009 Omid Successo
3 15 giugno 2011 Rasad 1 Successo
4 3 febbraio 2012 Navid Successo
5 Tra il 18 maggio e il 21 giugno 2012 Sconosciuto Fallimento
6 2 febbraio 2015 Fajr Successo
7 5 febbraio 2019 Doosti Fallimento

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]