Safe and Sound (Capital Cities)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Safe and Sound
ArtistaCapital Cities
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1º febbraio 2011
Durata3:13
Album di provenienzaIn a Tidal Wave of Mystery
GenereSynth pop
Musica house
Indie pop
EtichettaCapitol Records
RegistrazioneLos Angeles, 2010-2011
FormatiCD, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oroAustralia Australia
(vendite: 35 000+)
Svizzera Svizzera[1]
(vendite: 15 000+)
Dischi di platinoItalia Italia (2)[2]
(vendite: 60 000+)
Germania Germania[3]
(vendite: 300 000+)
Capital Cities - cronologia
Singolo precedente
Beginnings
(2010)
Singolo successivo
Kangaroo Court
(2012)

Safe and Sound è un singolo dei Capital Cities pubblicato negli Stati Uniti il 1º febbraio 2011. Pubblicato in Germania il 5 aprile 2013, dopo essere stato adottato dalla Vodafone tedesca come canzone per le pubblicità, ha raggiunto la posizione #1 nella Media Control Charts, la classifica dei singoli tedesca. Viene, dunque, diffuso in tutta Europa.

Il brano negli Stati Uniti ha venduto oltre un milione di copie ad agosto 2013.

Video[modifica | modifica wikitesto]

Il primo video di Safe and Sound viene pubblicato su YouTube il 24 febbraio 2011. Viene poi fatto un secondo video distribuito su YouTube il 25 aprile 2013.[4]

Il secondo video vince il titolo di "Best Visual Effects" agli MTV Video Music Awards 2013, tenutisi al Barclays Center di Brooklyn, a New York, il 25 agosto 2013.

Il video è ambientato in un vecchio teatro e un fulmine lo colpisce accendendo le vecchie immagini dei ballerini che prendono vita iniziando a cantare e ballare per poi scaricarsi e tornare al proprio posto tra gli applausi.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2011-2013) Posizione
massima
Austria 2
Belgio (Fiandre) 3
Belgio (Vallonia) 2
Canada 7
Francia 75
Germania 1
Italia 4
Lussemburgo 2
Messico 3
Paesi Bassi 36
Polonia 4
Repubblica Ceca 11
Slovacchia 14
Spagna 24
Stati Uniti 9
Svizzera 8

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2013) Posizione
Italia[5] 35

Date di pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica