Sacra Famiglia e famiglia del Battista

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sacra Famiglia e famiglia del Battista
Mantegna, sacra famiglia e famiglia del Battista, mantova.jpg
AutoreAndrea Mantegna
Data1504-1506
Tecnicatempera a caseina e oro su tela
Dimensioni40×169 cm
UbicazioneBasilica di Sant'Andrea, Mantova

Sacra Famiglia e famiglia del Battista è un dipinto tempera a caseina e oro su tela (40x169 cm) di Andrea Mantegna, databile al 1504-1506 circa e conservato nella cappella funebre dell'artista nella basilica di Sant'Andrea a Mantova.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'opera fa parte di quelle opere citate da Francesco Mantegna nella bottega del padre dopo la sua morte nel 1506. Con il Battesimo di Cristo venne destinata, secondo la volontà dell'artista, a decorare la sua cappella funebre in Sant'Andrea, collocazione che mantiene tutt'oggi. La scelta del tema è legata alla dedica al Battista della cappella.

Descrizione e stile[modifica | modifica wikitesto]

Il dipinto è composto secondo le regole della simmetria, con a sinistra san Giuseppe e Maria col Bambino tra le braccia, a cui corrispondono andando verso destra san Giovannino, sant'Elisabetta e san Zaccaria, che tiene in mano una curiosa ampolla decorata, forse un incensiere. Lo sfondo è una siepe di agrumi, come se ne vedono anche in altre opere della fase tarda dell'artista, come la Pala Trivulzio (1497).

Le figure si trovano tutte in primo piano, con una luce incidente che proviene da sinistra, lasciando in ombra Giuseppe, girato dall'altro lato, e Zaccaria, coperto da Elisabetta.

La tecnica, con una preparazione finissima che lascia intravedere qua e là la tela sottostante, è pure tipica dell'ultima fase dell'artista e il prevalere dei toni bruni si intona con quelli del Battesimo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tatjana Pauli, Mantegna, serie Art Book, Leonardo Arte, Milano 2001. ISBN 9788883101878
  • Ettore Camesasca, Mantegna, in AA. VV., Pittori del Rinascimento, Scala, Firenze 2007. ISBN 888117099X

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]