Sacerdote (cattolicesimo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sacerdote cattolico (un presbitero) durante un Battesimo

La locuzione sacerdote cattolico identifica un ministro di culto della Chiesa cattolica: colui che ha ricevuto il secondo o il terzo grado del sacramento dell'Ordine sacro. Propriamente, quindi, vengono considerati sacerdoti il presbitero (o in forma contratta prete) e il vescovo, ma non il diacono.

Di fatto, però, l'espressione è utilizzata come sinonimo di presbitero, parola quest'ultima considerata preferibile in quanto più precisa e circostanziata rispetto a sacerdote.

Tutto il Popolo di Dio, grazie all'unzione battesimale, è infatti un popolo "sacerdotale, regale e profetico" (cfr. Catechismo Chiesa Cattolica, 784: "Infatti, per la rigenerazione e l'unzione dello Spirito Santo, i battezzati vengono consacrati a formare una dimora spirituale e un sacerdozio santo"). In quest'ultima accezione il sacerdozio è specificato comune per distinguerlo da quello derivante dall'Ordine sacro che si dice invece ministeriale.

In genere i sacerdoti si preoccupano della loro parrocchia, celebrano la messa e consegnano i sacramenti alla comunità.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo