Sacello degli Augustali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sacello degli Augustali
Museo archeologico dei Campi Flegrei 61.JPG
Statua femminile acefala del tipo “Piccola Ercolanese”
Civiltàimpero romano
Utilizzosacello
EpocaI-II sec.d.C:
Localizzazione
StatoItalia Italia
ComuneBacoli
Scavi
Data scoperta1967
Amministrazione
EnteSoprintendenza per i Beni Archeologici di Napoli
Visitabilesu richiesta e con prenotazione
Sito webwww.cir.campania.beniculturali.it

Il Sacello degli Augustali è un edificio dell'epoca romana adibito ai riti di culto degli imperatori, curati dai sacerdoti augustali che si trova a Miseno, lungo il litorale di Bacoli, nella città metropolitana di Napoli.

L'attribuzione è dovuta al ritrovamento di un'iscrizione in latino che recita: Templum augusti quod est augustalium. Realizzato in epoca giulio-claudia (I sec.d.C.) fu modificato a metà del secolo successivo ma fu poi distrutto alla fine del II secolo, probabilmente da un terremoto; i suoi resti sono attualmente semisommersi a causa dei fenomeni di bradisismo che caratterizzano l'intera area flegrea.

L'edificio è costituito da un ambiente centrale e due ambienti laterali prospicienti un cortile porticato. All'interno sono state rinvenute statue di alcuni imperatori (Vespasiano, Tito e Nerva) e di divinità (Asclepio, Apollo e Venere), attualmente esposte al Museo archeologico dei Campi Flegrei di Baia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]