Sac à poche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sac à poche

La tasca da pasticciere o sac à poche (se si utilizza questo termine, il nome diventa maschile es. Il Sac à poche) è un attrezzo culinario. Il corpo è formato da una sorta di sacchetto di forma triangolare la cui punta termina nella bocchetta decorativa.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Sac à poche: utilizzo

Il sac à poche o tasca del pasticcere viene utilizzata tanto nel salato quanto nel dolce per riempire piccole preparazioni come i bignè e per decorare con salse, burri aromatizzati, purè di patate o con creme dolci. Viene usata anche per dare la forma a piccole preparazioni di pasticceria come biscotti, meringhe, pasticcini.

Molti cuochi la preferiscono alla siringa da pasticcere, attrezzo dalla funzione analoga, perché più semplice da riempire grazie all'ampia apertura opposta alla bocchetta e perché più maneggevole. Molte cucine professionali, inoltre, hanno in dotazione numerose bocchette in acciaio inossidabile e provvedono a preparare il corpo della tasca da pasticcere al momento, usando carta da forno (detti cornetti) o simili. Si evita quindi che un ingrediente passi il suo sapore ad altri e si limita la possibilità che il corpo della tasca prenda sapore di detersivo venendo lavato di frequente. Ciò, inoltre, contribuisce sensibilmente al mantenimento dell'igiene dal momento che la sola bocchetta viene sterilizzata per bollitura mentre la tasca, in sé, viene gettata.

Innovazioni[modifica | modifica wikitesto]

Con l'ideazione della macchina colatrice vi è stata un'innovazione per tutti gli operatori del settore che producono prodotti lavorati con sac à poche. L’avvento di questa macchina ha portato molti di essi alla meccanizzazione e quindi ad una riduzione del tempo impiegato per eseguire le lavorazioni.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina