Sabrina Paravicini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sabrina Paravicini alla presentazione del suo libro La camera blu.

Sabrina Paravicini (Morbegno, 30 giugno 1970) è un'attrice, regista, scrittrice e sceneggiatrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Esordisce nel 1993 con film Stefano Quantestorie, diretto da Maurizio Nichetti. Diventa popolare grazie al ruolo di Jessica Bozzi, interpretato nelle prime quattro stagioni della serie televisiva Un medico in famiglia.

In seguito interpreta il ruolo di Luisa Mari nelle due miniserie televisiva Amanti e segreti (2004) ed Amanti e segreti 2 (2005), entrambe dirette da Gianni Lepre.

Oltre al lavoro di attrice, svolge quello di scrittrice, sceneggiatrice e regista. Ha scritto la sceneggiatura e curato la regia di alcuni cortometraggi e nel 2004 del film Comunque mia, di cui è stata anche interprete e produttrice.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Dentro al silenzio, regia di Sabrina Paravicini (1994)
  • Maschi e Femmine, scritto e diretto da Sabrina Paravicini (1999)
  • Fuori Campo, regia di Sabrina Paravicini e F. Basaglia - Soggetto e sceneggiatura di Sabrina Paravicini (2000)
  • Ricami d'assenza, regia di Alberto Bennati (2002)
  • Sottopelle, scritto, interpretato e diretto da Sabrina Paravicini (2003)
  • Tutto brilla, regia di Massimo Cappelli (2005)
  • Come va a finire, regia di Angelo Caruso (2011)
  • Il sorriso di Candida, regia di Angelo Caruso (2013)

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Figli dell'albergo - Edizioni Zelig Baldini & Castoldi
  • Capo Danno - Edizioni El
  • Il cerchio del destino - Edizioni Feltrinelli
  • La camera blu - Edizioni Rizzoli
  • Supermarket Porno - Edizioni Gremese

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN73486925 · SBN: IT\ICCU\VIAV\098623