Sa'ud bin Abd al-Aziz bin Sa'ud Al Sa'ud al-Kabir

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Saʿūd bin ʿAbd al-ʿAzīz bin Saʿūd al-Saʿūd al-Kabir
Principe dell'Arabia Saudita
Stemma
Nome completo Saʿūd bin ʿAbd al-ʿAzīz bin Saʿūd bin Fayṣal bin Turkī al-Saʿūd al-Kabir
Nascita 1878
Morte 1959
Dinastia Dinastia Saudita
Padre Abd al-Aziz bin Sa'ud Al Sa'ud al-Kabir
Madre Wadhba bint Hazzam bin Mana Hithlain
Coniugi Nura bint 'Abd al-Rahman Al Sa'ud
al-Jawhara bint Abd al-Aziz bin Abd al-Rahman Al Sa'ud (div.)
Sita bint Muhammad bin Abd al-Aziz
al-Jazi bint Muhammad bin Hazzam Hithlayn (div.)
Hussa bint Abd al-Aziz bin Abd al-Rahman Al Sa'ud
Figli Principe Sultan
Principe Muhammad
Principessa al-Jawhara
Principe Abd al-Rahman
Principessa al-Anud
Principe Abd al-Aziz
Principe Abd al-Rahman
Principe Turki
Principe Fahd
Principessa Hussa
Principessa Sara
Principe Abd Allah
Principessa Mudhi
Principessa Munira
Principe Khalid
Religione Musulmano sunnita

Saʿūd bin ʿAbd al-ʿAzīz bin Saʿūd al-Saʿūd al-Kabir (in arabo: سعود الكبير بن عبد العزيز بن سعود آل سعود‎; 18781959) è stato un principe saudita, membro di un ramo cadetto della famiglia reale Āl Saʿūd. Era noto con il soprannome di "Il Vecchio", perché era più anziano dell'omonimo re Sa'ud.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Anche se Faysal, il figlio maggiore di Abd Allah bin Faysal, era il suo legittimo successore, il secondogenito, Sa'ud, si ribellò al fratello per ottenere il controllo dello Stato. Dopo la sua morte, avvenuta nel 1875, i suoi figli, e in seguito i suoi nipoti, continuarono le ostilità contro i loro cugini dalla loro base di Al-Kharj.

Sa'ud bin Abd al-Aziz nacque nel 1878 ed era figlio di Abd al-Aziz bin Sa'ud Al Sa'ud al-Kabir e di Wadhba bint Muhammad bin Hazzam al-Mana al-Hithlain, figlia dello sceicco della tribù beduina di Ajman. La sua famiglia era legata da vincoli di parentela con i beduini dell'Ajman e le tribù erano loro fedeli sostenitori. Dopo la caduta di Riad, avvenuta nel 1891 per mano degli Al Rashid di Ha'il che avevano beneficiato della lotte senza fine tra i figli di Faysal, Sa'ud, insieme ai suoi fratelli e cugini, venne catturato e condotto ad Ha'il. Trascorsero i successivi quindici anni in prigionia e svilupparono un legame di cooperazione nella speranza di poter un giorno riconquistare il loro perduto ruolo a Riad. Durante una battaglia avvenuta nel 1904 contro Abd al-Aziz, che aveva ormai riconquistato Riad e stava consolidando la sua posizione, vennero riconosciuti tra i prigionieri nel campo nemico. Per questo motivo venne loro assegnato il soprannome di al-Ara'if (dalla araba per "riconoscimento"), un termine Najd utilizzato per riferirsi ad un dromedario che era stato perso e successivamente ritrovato dal suo proprietario.

Anche se la famiglia inizialmente promise fedeltà all'emiro Abd al-Aziz in seguito si ribellò con i loro alleati di Ajman. Furono sconfitti definitivamente nel 1912.[1] Alcuni dei suoi cugini fuggirono nell'Hegiaz, ma a Sa'ud fu concesso il perdono e gli fu permesso di sposare Nura, la sorella del sovrano.[2] Dopo il suo matrimonio fu un amico leale e sostenitore del sovrano.

Si sposò sei volte ed ebbe quindici figli, nove maschi e sei femmine.

Morì Nel 1959.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Joseph A. Kechichian, Succession in Saudi Arabia, Palgrave Macmillan, 2001, p. 33, ISBN 978-0-312-29962-0.
  2. ^ Eric Hooglund, Government and Politics, in Helen Chapin Metz (a cura di), Saudi Arabia: A Country Study, Fifth, Washington, D.C., Library of Congress, 1993, pp. 189-228, ISBN 978-0-8444-0791-3.
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie