Sławomir Rawicz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Sławomir Rawicz (Varsavia, 1º settembre 1915Nottingham, 5 aprile 2004) è stato un ufficiale e scrittore polacco, autore del libro Tra noi e la libertà, che narra la sua fuga da un gulag siberiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sławomir Rawicz fu un tenente dell'esercito polacco catturato dall'NKVD sovietico nel corso della campagna di Polonia. Imprigionato e condannato a 25 anni di lavori forzati in Siberia, nel 1941 decise di provare a fuggire a piedi insieme ad altri 5 uomini. Attraversando il deserto del Gobi, il Tibet e l'Himalaya, riuscì a raggiungere l'India inglese dopo 6500 km e 11 mesi di cammino.

Dopo la guerra, non potendo rientrare nella Polonia ormai al di là della Cortina di ferro, si trasferì a Sandiacre, in Inghilterra.

Secondo un rapporto della BBC, supportato da alcuni archivi sovietici, Rawicz non è mai fuggito percorrendo la via descritta nel suo libro, bensì venne trasportato dai russi in Iran in seguito ad un'amnistia generale di polacchi[1].

Citazioni e omaggi[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Walking the talk?, su http://news.bbc.co.uk/. URL consultato il 26 gennaio 2015.
Controllo di autoritàVIAF (EN85691453 · ISNI (EN0000 0001 1075 2626 · LCCN (ENn86061284 · GND (DE121052311 · BNF (FRcb14411436z (data)