Sükhbaataryn Yanjmaa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sükhbaataryn Yanjmaa
Sükhbaataryn Yanjmaa.jpg
Yanjmaa intorno al 1920

Presidente della Mongolia
Durata mandato 7 settembre 1953 –
7 luglio 1954
Capo del governo Yumjaagiin Tsedenbal
Predecessore Gonchigiin Bumtsend
Successore Jamsrangiin Sambuu

Dati generali
Partito politico Partito Rivoluzionario del Popolo Mongolo

Sükhbaataryn Yanjmaa[1] (in mongolo Сүхбаатарын Янжмаа; 18931963) è stata una politica mongola.

È stata Presidente della Mongolia, come Presidente del presidio del Grande Hural di Stato, per un periodo transitorio, dal settembre 1953 al luglio 1954.

Era la vedova del leader rivoluzionario Damdin Sùhbaatar, morto nel 1923.

Divenne la seconda donna Capo di Stato dopo Khertek Anchimaa-Toka della Repubblica Popolare di Tuva (1940).[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nell'onomastica di questa lingua il cognome precede il nome. "Sükhbaataryn" è il cognome.
  2. ^ Presidents, guide2womenleaders.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316794126 · LCCN (ENno2015091163
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie