S&M (Metallica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
S&M
S&M 001.jpg
Titolo di testa del DVD
Artista Metallica, San Francisco Symphony
Tipo album Live
Pubblicazione 23 novembre 1999
Durata 66:53 (CD 1)
66:08 (CD 2)
Dischi 2
Tracce 11 (CD 1), 10 (CD 2)
Genere Hard rock
Symphonic metal
Thrash metal
Etichetta Elektra
Produttore Bob Rock, James Hetfield, Lars Ulrich, Michael Kamen
Registrazione 21-22 aprile 1999, Berkeley Community Theatre, Berkeley (California)
Formati 2 CD, 2 VHS, DVD, LP, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oro Finlandia Finlandia[1]
(vendite: 22 831[2])
Regno Unito Regno Unito[3]
(vendite: 100 000+)
Dischi di platino Australia Australia[4]
(vendite: 70 000+)
Austria Austria[5]
(vendite: 50 000+)
Brasile Brasile[6]
(vendite: 100 000+)
Canada Canada (3)[7]
(vendite: 300 000+)
Europa Europa (2)[8]
(vendite: 2 000 000+)
Francia Francia[9]
(vendite: 300 000+)
Germania Germania[10]
(vendite: 500 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (2)[11]
(vendite: 30 000+)
Polonia Polonia (2)[12]
(vendite: 160 000+)
Spagna Spagna[13]
(vendite: 100 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (5)[14]
(vendite: 5 000 000)
Svizzera Svizzera (2)[15]
(vendite: 80 000+)
Discografia dei Metallica - cronologia
Album precedente
(1998)
Album successivo
(2003)
Videografia dei Metallica - cronologia
Album precedente
(1998)
Album successivo
(2001)
Singoli
  1. Nothing Else Matters '99
    Pubblicato: 22 novembre 1999
  2. No Leaf Clover
    Pubblicato: 20 marzo 2000

S&M è un album dal vivo del gruppo musicale statunitense Metallica e della San Francisco Symphony, pubblicato il 23 novembre 1999 dalla Elektra Records.[16]

Il brano The Call of Ktulu è stato premiato al Grammy Awards 2001 nella categoria Best Rock Instrumental Performance.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo dell'album è un gioco di parole: la "S" sta per "Symphony" ed è scritta in maniera simile ad una chiave musicale mentre la "M" sta per "Metallica" ed è presa dal classico logo del gruppo. La sigla "S&M" è anche conosciuta come l'abbreviazione di sadomasochismo e per questo motivo alcuni fan pensano che l'album sia un omaggio ai Thin Lizzy, uno dei gruppi ispiratori dei Metallica.

Il concerto venne registrato dal vivo il 21 e il 22 aprile 1999 con Michael Kamen e con la San Francisco Symphony Orchestra. Contiene versioni sinfoniche dal vivo di vecchi brani del gruppo californiano (tutti realizzati tra il 1984 e il 1998), oltre a The Ecstasy of Gold (canzone composta da Ennio Morricone per Il buono, il brutto, il cattivo) e a due inediti: - Human e No Leaf Clover, quest'ultima canzone pubblicata come singolo nel 2000.[17]

Durante il concerto, James Hetfield rinomina Of Wolf and Man in Of Wolfgang and Man, in onore a Wolfgang Amadeus Mozart. Inoltre, nel libretto e nei dischi dell'album, i brani The Call of Ktulu e The Outlaw Torn vengono rispettivamente intitolati The Call of the Ktulu e Outlaw Torn.

Il video[modifica | modifica wikitesto]

L'intero concerto è stato filmato sotto la direzione di Wayne Isham ed è stato pubblicato nei formati VHS e DVD. L'edizione VHS era costituita da due videocassette contenente l'intero concerto (la seconda videocassetta inoltre conteneva il dietro le quinte della realizzazione del disco),[18] mentre il DVD contiene anche un documentario di 41 minuti sul concerto con interviste ai Metallica, a Micheal Kamen e all'orchestra.[18] Il DVD inoltre consente la possibilità di vedere quattro brani attraverso l'opzione multi-angolo (Of Wolf and Man, Fuel, Sad but True, e Enter Sandman) e contiene due versioni di No Leaf Clover: "Slice & Dice Video Version" (quella utilizzata per il videoclip del brano) e "Maestro Edit".[18]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD1

Testi e musiche di James Hetfield e Lars Ulrich, eccetto dove indicato.

  1. The Ecstasy of Gold – 2:30 (musica: Ennio Morricone)originariamente interpretata da Ennio Morricone
  2. The Call of Ktulu – 9:34 (musica: James Hetfield, Lars Ulrich, Cliff Burton, Dave Mustaine)
  3. Master of Puppets – 8:54 (James Hetfield, Lars Ulrich, Cliff Burton, Kirk Hammett)
  4. Of Wolf and Man – 4:18 (James Hetfield, Lars Ulrich, Kirk Hammett)
  5. The Thing That Should Not Be – 7:26 (James Hetfield, Lars Ulrich, Kirk Hammett)
  6. Fuel – 4:35 (James Hetfield, Lars Ulrich, Kirk Hammett)
  7. The Memory Remains – 4:42
  8. No Leaf Clover – 5:43
  9. Hero of the Day – 4:44 (James Hetfield, Lars Ulrich, Kirk Hammett)
  10. Devil's Dance – 5:26
  11. Bleeding Me – 9:01 (James Hetfield, Lars Ulrich, Kirk Hammett)
CD2
  1. Nothing Else Matters – 6:47
  2. Until It Sleeps – 4:29
  3. For Whom the Bell Tolls – 4:52 (James Hetfield, Lars Ulrich, Cliff Burton)
  4. - Human – 4:19
  5. Wherever I May Roam – 7:01
  6. The Outlaw Torn – 9:58
  7. Sad but True – 5:46
  8. One – 7:53
  9. Enter Sandman – 7:39 (James Hetfield, Lars Ulrich, Kirk Hammett)
  10. Battery – 7:24

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Metallica[modifica | modifica wikitesto]

San Francisco Symphony Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

  • Michael Kamendirettore d'orchestra
  • Jeremy Constant – primo violino
  • Melissa Kleinbart – primo violino
  • Naomi Kazama – primo violino
  • Victor Romasevich – primo violino
  • Diane Nicholeris – primo violino
  • Florin Parvulescu – primo violino
  • Yukiko Kurakata – primo violino
  • Kelly Leon-Pearce – primo violino
  • Rudolph Kremer – primo violino
  • Connie Gantsweg – primo violino
  • Catherine Down – primo violino
  • Philip Santos – primo violino
  • Paul Brancato – secondo violino principale
  • Chumming Mo Kobialka – secondo violino
  • Kum Mo Kim – secondo violino
  • Enrique Bocedi – secondo violino
  • Michael Gerling – secondo violino
  • Yasuko Hattori – secondo violino
  • Frances Jeffrey – secondo violino
  • Bruce Freifeld – secondo violino
  • Daniel Kobialka – secondo violino
  • Daniel Banner – secondo violino
  • Geraldine Walther – viola principale
  • Yun Jie Liu – viola
  • Don Ehrlich – viola
  • Gina Feinauer – viola
  • David Gaudry – viola
  • Leonid Gesin – viola
  • Christina King – viola
  • Seth Mausner – viola
  • Nanci Severance – viola
  • David Teie – violoncello principale
  • Barara Bogatin – violoncello
  • Jill Rachuy Brindel – violoncello
  • David Goldblatt – violoncello
  • Anne Pinsker – violoncello
  • Peter Shelton – violoncello
  • Judiyaba – violoncello
  • Richard Andaya – violoncello
  • Larry Epstein – contrabbasso principale
  • Stephen Tramontozzi – contrabbasso
  • William Ritchen – contrabbasso
  • Chris Gilbert – contrabbasso
  • S. Mark Wright – contrabbasso
  • Charles Chandler – contrabbasso
  • Paul Renzi – flauto principale
  • Linda Lukas – flauto
  • Catherine Payne – flauto
  • Eugene Izotov – oboe principale
  • Pamela Smith – oboe
  • Julie Ann Giacobassi – oboe
  • Luis Baez – clarinetto principale
  • Sheryl Renk – clarinetto
  • Anthony Striplen – clarinetto
  • Stephen Paulson – fagotto principale
  • Rob Weir – fagotto
  • Steven Braunstein – fagotto
  • Robert Ward – corno principale
  • Bruce Roberts – corno
  • Jonathan Ring – corno
  • Douglas Hull – corno
  • Jim Smesler – corno
  • Eric Achen – corno
  • Joshua Garrett – corno
  • Glenn Fischthal – tromba principale
  • Craig Morris – tromba
  • Chris Bogios – tromba
  • Andrew McCandless – tromba
  • Paul Welcomer – trombone principale
  • Tom Horning – trombone
  • Jeffrey Budin – trombone
  • John Engelkes – trombone
  • Peter Wahrhaftig – tuba
  • Douglas Rioth – arpa
  • David Herbert – timpano
  • Raymond Froehlich – percussione principale
  • Anthony J. Cirone – percussione
  • Tom Hemphill – percussione
  • Artie Storch – percussione
  • Marc Shapiro – tastiera

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1999) Posizione
massima
Australia[19] 1
Austria[19] 3
Belgio (Fiandre)[19] 4
Belgio (Vallonia)[19] 16
Canada[20] 4
Finlandia[19] 2
Francia[19] 7
Germania[19] 1
Italia[21] 23
Messico[19] 55
Norvegia[19] 1
Nuova Zelanda[19] 11
Paesi Bassi[19] 2
Regno Unito[22] 33
Spagna[23] 15
Stati Uniti[20] 2
Stati Uniti (internet)[20] 1
Svezia[19] 1
Svizzera[19] 4

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FI) Kultalevyjen myöntämisrajat, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 14 maggio 2015.
  2. ^ (FI) Metallica, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 14 maggio 2015.
  3. ^ (EN) Certified Awards, British Phonographic Industry. URL consultato il 3 febbraio 2015. Digitare "S&M" in "Keywords", dunque premere "Search".
  4. ^ (EN) Accreditations - 1999 Albums, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 14 maggio 2015.
  5. ^ (DE) Gold & Platin, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 14 maggio 2015. Digitare "S&M" in "Titel", dunque premere "Suchen".
  6. ^ (PT) Associação Brasileira dos Produtores de Discos, Certificados, abpd.org.br. URL consultato il 14 maggio 2015.
  7. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 14 maggio 2015.
  8. ^ (EN) IFPI Platinum Europe Awards – 2002, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 2 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2013).
  9. ^ (FR) Les Certifications, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 14 maggio 2015.
  10. ^ (DE) Gold/Platin Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 14 maggio 2015.
  11. ^ (EN) Latest Gold / Platinum Albums, Radioscope. URL consultato il 23 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2011).
  12. ^ (PL) Przyznane w 2001 roku, Związek Producentów Audio-Video. URL consultato il 19 maggio 2015.
  13. ^ (ES) Productores de Música de España, Solo Exitos 1959–2002 Ano A Ano: Certificados 2000–2003, 1ª ed., ISBN 84-8048-639-2.
  14. ^ (EN) Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 14 maggio 2015.
  15. ^ (DE) Edelmetall, Schweizer Hitparade. URL consultato il 14 maggio 2015.
  16. ^ (EN) S&M, Metallica. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  17. ^ (EN) No Leaf Clover, Metallica. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  18. ^ a b c (EN) S&M - DVD, Metallica. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  19. ^ a b c d e f g h i j k l m (EN) Metallica with Michael Kamen conducting the San Francisco Symphony Orchestra - S&M, swisscharts.com. URL consultato il 24 marzo 2013.
  20. ^ a b c (EN) S&M : Awards, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 24 marzo 2013.
  21. ^ 1999: Altri Albums, Hit Parade Italia. URL consultato il 24 marzo 2013.
  22. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 28 November 1999 - 04 December 1999, Official Charts Company. URL consultato il 24 marzo 2013.
  23. ^ (ES) Fernando Salaverri, Sólo éxitos: año a año, 1959–2002, 1ª ed., Fundación Autor-SGAE, settembre 2005, ISBN 84-8048-639-2.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]