Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Rybka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rybka
SviluppatoreVasik Rajlich
Ultima versione4 (26 maggio 2010)
Sistema operativoMicrosoft Windows
Linguaggio
GenereMotore scacchistico
Licenzasoftware proprietario
(licenza non libera)
Sito web

Rybka (pronunciato [ˈrɪpka]) è un motore scacchistico sviluppato dal Maestro Internazionale di scacchi ceco Vasik Rajlich. Tra il 2007 e il 2011 Rybka è stato al vertice delle principali graduatorie di motori scacchistici[1][2][3][4][5] ed ha vinto molti prestigiosi tornei, incluse quattro edizioni del campionato del mondo di scacchi per computer, dal 2007 al 2010.

Il 28 giugno 2011 Vasik Rajlich è stato squalificato a vita dalla ICGA con l'accusa di avere plagiato parte del codice sorgente di Rybka da Crafty e Fruit e gli sono stati ritirati tutti i titoli, i premi ed i riconoscimenti ottenuti. Rajlich ha tuttavia respinto le accuse e diversi esponenti del mondo dell'informatica scacchistica si sono divisi sulla legittimità del verdetto.

Nome[modifica | modifica wikitesto]

La parola rybka in lingua ceca significa piccolo pesce. In un'intervista di Alexander Schmidt venne chiesto a Vasik Rajlich se il nome derivasse dal fatto che il programma gli sfuggiva di mano come un pesciolino, ma il Maestro replicò che per quanto riguarda il nome, esso rimaneva un suo segreto privato. È stato ipotizzato che si tratti di un gioco di parole circa il nome di Bobby Fischer; potrebbe anche essere un diminutivo usato da lui nel parlare con sua moglie.

Forza di gioco[modifica | modifica wikitesto]

La forza di Rybka 1.0 beta (che è liberamente scaricabile[6]) è stato valutata pari a 2809 punti Elo[6] (circa la stessa forza di Toga II), e Rybka 2.3.1 è stato valutato circa 200 Elo più forte della prima versione[6]. Le versioni recenti di Rybka supportano sistemi multiprocessore, che comportano un incremento approssimativo della forza di 50 punti Elo per ogni raddoppio del numero di processori[7]. Rybka è molto più forte – circa il 60% più veloce – se usato su sistemi a 64-bit rispetto a 32-bit.[7]

La funzione di valutazione di Rybka era considerata uno dei suoi principali punti di forza rispetto ai software rivali dell'epoca.[8][9]

Software[modifica | modifica wikitesto]

Rybka supporta sia processori singoli che sistemi multiprocessore simmetrico (SMP). È un software closed-source, ma alcuni dettagli sono stati rivelati: usa una rappresentazione della posizione bitboard[10], ed ha una ricerca alfa-beta con una finestra di aspirazione relativamente larga[11]. Usa una potatura aggressiva, che porta a squilibrati alberi di ricerca[12]. I dettagli della funzione di valutazione sono sconosciuti, ma dalla versione 2.3.1 includono lavoro di Larry Kaufman sugli squilibri di materiale, molto del quale è stato fatto su lavoro degli anni novanta.

Commenti del programmatore rivelano che Rybka non usa alcune tecniche di programmazione scacchistica standard, come l'algoritmo euristico null-move e finestra di aspirazione, assieme ad altri trucchi null-window.

Team[modifica | modifica wikitesto]

Iweta e Vasik Rajlich

Il team di Rybka è insolito rispetto agli altri team di motori scacchistici, nei quali parecchi dei membri principali sono forti scacchisti: Vasik Rajlich, il principale autore di Rybka è un Maestro Internazionale (IM). Ugualmente, è un IM anche Larry Kaufman, che è (dalla versione 2.3) principalmente responsabile della funzione di valutazione. Iweta Rajlich, moglie di Vasik Rajlich e principale tester di Rybka, è GM femminile (WGM) ed IM. Jeroen Noomen (che ha lavorato su Rebel) e Dagh Nielsen sono gli autori del libro di apertura; Dagh Nielsen è anche un forte giocatore di scacchi avanzati.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima beta di Rybka venne distribuita il 2 dicembre 2005.

Partecipazione ai tornei[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005, fra il 27 ed il 30 dicembre, Rybka partecipa al 15º International Paderborn Computer Chess Championship a Paderborn, in Germania. Ha vinto il torneo con un punteggio di 5½ su 7, davanti ad altri motori come Gandalf, Zappa, Spike, Shredder e Fruit.

Al CCT8 dal 25 al 26 febbraio, Rybka vince con 8 punti su 9, rimanendo imbattuto. Nel torneo PAL/CSS Freestyle main tournament dell'aprile 2006, Rybka 1.1 senza aiuto si piazza primo. Nel torneo finale,finisce il torneo in seconda e terza posizione, dietro Hydra. Al 6º Leiden ICT nel maggio 2006, Rybka vince con un punteggio di 8½ su 9, davanti a Sjeng, Gandalf e Shredder. Al 14º Campionato Mondiale di scacchi per computer a Torino, nel maggio 2006, Rybka, giocando sotto il nome di Rajlich, finisce secondo, ex æquo con Shredder, dopo Junior, il campione mondiale del 2006. Al PAL/CSS Freestyle main tournament del giugno 2006, il team di Rybka, giocando sotto la guida di Rajlich, pareggia per il primo posto con Intagrand. Nella finale, il team di Rybka ottenne la prima posizione, un punto avanti sul campo. Tutti gli 8 qualificati alla finale hanno usato Rybka. Nel Dutch open computer chess championship del 2006, Rybka 2.2 conclude in prima posizione con un punteggio perfetto di 9/9.[13] Nel dicembre 2006, Rybka partecipò al 16º International Paderborn Computer Chess Championship, vincendo il torneo con un punteggio di 6½ punti su 7.[14]

Nel febbraio 2007, Rybka partecipa al CCT9 vincendo con 6/7.[15] Al 7º Leiden ICT nel maggio 2007 vince con un punteggio di 7½ su 9, davanti a Zappa ed HIARCS.[16] Rybka ha vinto il 15º WCCC nel giugno 2007 con un punteggio di 10 su 11[17]. Il team di Rybka, giocando sotto i comandi di Rajlich, nel giugno 2007 ha la meglio nella finale del PAL/CSS Freestyle con un punteggio di 6/9. Un anno dopo vince nuovamente il Dutch open computer chess championship, con un punteggio di 8/9.[18]

Nel gennaio 2008 Ribka vince ex æquo il CCT10 con un punteggio di 5.5/7[19]. Nell'ottobre dello stesso anno, vince il 16º WCCC a Pechino, con un punteggio di 8/9[17]. Un mese dopo conquista imbattuto il 27º Open Dutch Computer Chess Championship con il punteggio perfetto di 9/9[20].

Sempre inarrestabile, Ribka trionfa ancora nel marzo 2009 al CCT11 con un punteggio di 7.5/9[21], imponendosi poi due mesi dopo nel 17º WCCC, a Pamplona, dove trionfa con un punteggio di 8.0/9, 1,5 punti sopra Junior, Shredder e Deep Sjeng[17]. Nello stesso evento vince anche la 14th Computer Olympiad (torneo senza limiti hardware) con 5 punti (1 punto sopra Shredder) e il 17º WCCC Blitz, con 7 punti (è sempre Shredder a seguire, ad una distanza di 0,5 punti)[17][22].

Sfide fra Rybka e Grandi Maestri[modifica | modifica wikitesto]

Mentre Rybka ha vinto un match contro il GM Jaan Ehlvest, che necessitò di un vantaggio (un pedone in più dato all'umano), il IM Larry Kaufman del team di Rybka impegnò i suoi soldi per un GM umano che potesse battere Ribka in un match di 6 partite senza squilibri di materiale. Il GM Jaan Ehlvest è stato nuovamente scelto per giocare con Rybka, fornendogli un tempo di riflessione doppio ed il bianco ad ogni partita, dando a Rybka un libro di apertura di sole tre mosse, con hash limitata (512MB) e senza tablebase dei finali (il match è stato soprannominato "Tutto tranne che un pedone"). Il match finì 4.5-1.5 dopo tre vittorie di Rybka e tre patte.[senza fonte]

Rybka ha sfidato il GM Dzindzichashvili in un match di otto partite con il vantaggio di pedone e mossa, fra il 3 e il 7 marzo 2008. Il risultato è stato 4-4.

Match contro Zappa[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2007, Zappa batté Rybka in un match, 5½-4½.

Rybka 3[modifica | modifica wikitesto]

Mentre le precedenti versioni di Rybka sono state distribuite esclusivamente da Convekta, Rybka 3 è stato commercializzato sia da Convekta che da ChessBase.[23] Benché sia un motore UCI, Rybka 3 ha caratteristiche extra quando gira sulle interfacce utente ChessBase e Convekta. In un'intervista di Frank Quisinsky, Vasik Rajlich rivelò il piano di una futura GUI che dovrebbe "mostrare correttamente la conoscenza degli scacchi all'utente."[8], soprattutto in forma di valutazione grafica dei pezzi sulla scacchiera. La GUI, Chiamata Aquarium, è in fase di sviluppo da parte di ChessOK (precedentemente conosciuta come Convekta).[24]

Il supporto per gli scacchi960 è stato implementato per il Chess Classic Mainz 2007, dove Rybka successivamente vinse il torneo di Scacchi960 per computer.[25][26]

Ci sono stati numerosi miglioramenti della forza di gioco, inclusi il miglioramento delle prestazioni su multiprocessori, un incremento dell'efficienza di ricerca ed una migliore valutazione delle posizioni. Sono supportati tre stili di gioco del motore: ottimale, umano, e dinamico. Il libro di apertura è stato talmente ampliato in estensione che ora è venduto come prodotto separato.

Rybka 4[modifica | modifica wikitesto]

La quarta versione del software è stata distribuita il 26 maggio 2010, in edizioni per multiprocessore e per processore singolo. A soli quattro giorni dalla distribuzione ufficiale, Ribka 4 ha vinto il suo primo torneo, l'ICT10, con un punteggio di 8/9.

Rybka cluster[modifica | modifica wikitesto]

Rajlich ha sviluppato Rybka Cluster, una versione ottimizzata di Rybka che gira su un supercomputer installato a Minden[27]. Il progetto è nato nel settembre 2008[28] e dal 1º febbraio 2011 il cluster viene affittato per l'utilizzo remoto.

Il cluster è di proprietà di Lukas Cimiotti, responsabile anche della progettazione e della supervisione. Il cluster è fornito di 29 motherboard, 656 GB di RAM, 5 TB di memoria di massa su drive a stato solido, 58 socket per microprocessori (Intel, architettura Nehalem) per un totale di 296 core fisici[29][30].

Sviluppi previsti[modifica | modifica wikitesto]

Alcune funzionalità sono state annunciate per le versioni future di Rybka, come il supporto nativo su Linux, confermato senza una data specifica. La pubblicazione per piattaforme diverse da Windows era atteso dopo il termine di Rybka 3.0[31]. Rybka gira su Wine, e la versione a 64-bit gira su Linux e macOS usando un traduttore sperimentale specifico per Rybka chiamato microwine[32]. Il supporto per Pocket PC e altri dispositivi mobile è stato annunciato nel 2007[33], ma non è stata distribuita alcuna versione del software per questi dispositivi. L'uscita di Rybka 5 era previsto tra la fine del 2011 e l'inizio del 2012, ma non è avvenuto.

Controversie con altri motori[modifica | modifica wikitesto]

Strelka[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2007 è apparso un motore scacchistico chiamato Strelka (in russo, freccia), scritto da Yuri Osipov. Strelka è stato accusato di essere un clone di Rybka 1.0 beta, reingegnerizzato e leggermente modificato[34]. Diversi giocatori osservarono che Strelka eseguiva analisi identiche a quelle di Ribka in svariate situazioni, mostrando gli stessi bug e le stesse debolezze. Osipov sostenne ripetutamente che Strelka era basato su Fruit, non su Rybka, e che le somiglianze derivassero dal fatto che anche Rybka fosse basato su Fruit, o perché la funzione di valutazione era molto simile a quella di Rybka[35][36].

Con l'uscita di Strelka 2.0 beta, il codice sorgente è stato pubblicato. Rajlich disse che Strelka 2.0 beta era certamente un clone di Rybka 1.0 beta, benché con dei miglioramenti. Sulla base di ciò, si appellò alla proprietà del codice sorgente e aveva intenzione di ri-distribuire il software sotto la sua proprietà[37], sebbene ciò ancora non sia avvenuto.

Rajlich sostenne anche che "Yuri Osipov" fosse uno pseudonimo. Victor Zakharov (che lavora per Convekta) ha contattato Osipov per una collaborazione nello sviluppo di software scacchistico per dispositivi mobili, e ha detto in merito[38]:

(EN)

« I consider that Yuri Osipov (Ivanovich) is real name. He didn't hide it. However I can't state this with 100% assurance. »

(IT)

« Io penso che Yuri Osipov (Ivanovich) sia un nome reale. Non lo ha nascosto. Comunque non posso esserne sicuro al 100% »

(Victor Zakharov)

Fabien Letouzey, sviluppatore di Fruit, sostiene invece che Strelka sia un derivato di Fruit con alcune modifiche minori[39].

IPPOLIT[modifica | modifica wikitesto]

IPPOLIT, RobboLito, Igorrit, IvanHoe, FireBird e Fire sono una serie di forti motori scacchistici open source sviluppati da un team di programmatori anonimi che si fanno chiamare i decabristi, in riferimento all'insurrezione decabrista[40].

IPPOLIT è stato distribuito nel maggio 2009 con il codice sorgente, tuttavia è rimasto poco conosciuto fino a ottobre del 2009 perché molti forum scacchistici non pubblicavano materiale il cui stato legale era considerato discutibile. Vasik Rajlich ha affermato[41] che IPPOLIT è una versione decompilata di Rybka e che le persone coinvolte l'avrebbero informato via email[42]. Prove indiziarie del plagio secondo Rajlich sono fornite dal fatto che il codice sorgente di IPPOLIT[43] sembra il risultato di una decompilazione, oltre al fatto che lo stile di gioco di IPPOLIT e dei suoi derivati è molto simile a quello di Rybka 3.

Accuse di plagio e squalifica[modifica | modifica wikitesto]

Alcune vecchie versioni di Rybka sono state accusate di essere un clone di Crafty[44], e tali versioni hanno gareggiato in competizioni nelle quali il fatto sarebbe stato motivo di squalifica. Vasik Rajlich non ha risposto a queste accuse.

Rybka è stato anche accusato di avere impiegato codice sorgente di Fruit, ma Rajlich ha negato categoricamente una simile eventualità[45], affermando che il codice di Rybka è interamente originale. Altre accuse di violazione della licenza GPL sono state mosse dal programmatore di software scacchistici Zach Wegner[46], basate su una decompilazione ed un anno di studio dell'eseguibile di Rybka 1.0[47]. Rajlich si è inizialmente rifiutato di rispondere a tali accuse[48]. Lo sviluppatore di Fruit, Fabien Letouzey, è riapparso dopo 5 anni di asseza dalle scene nel gennaio 2011 e ha pubblicato una lettera aperta[39] chiedendo chiarimenti sulla vicenda.

Il presidente della International Computer Games Association (ICGA), David Levy, ha richiesto la convocazione di un collegio di programmatori di software scacchistico per esaminare la situazione[49]. Tra le varie possibilità vi era quella di revocare tutti i titoli ottenuti da Rybka, in virtù del punto 3.h.iv dello statuto della fondazione[50]. Quattordici noti programmatori di software scacchistico hanno scritto una lettera aperta a David Levy, Jaap van den Herik e al consiglio della ICGA[51] dichiarando che era evidente il fatto che Rybka 1.0 beta (la prima versione forte di Rybka) derivasse da Fruit, chiedendo alla ICGA di valutare con attenzione i fatti e agire di conseguenza.

Il 28 giugno 2011 la ICGA ha terminato la sua indagine sulla controversia Fruit-Rybka, concludendo che Vasik Rajlich nello sviluppo di Rybka ha plagiato il codice di altri due motori, Crafty e Fruit[52][53]. Vasik Rajlich sarebbe così andato contro ad una regola fondamentale della ICGA, la quale stabilisce che i motori partecipanti alle competizioni devono interamente essere opera del team di sviluppatori, la cui violazione è considerata dalla ICGA la più offensiva verso la federazione e verso i colleghi[54]. L'associazione ha disposto come pena la revoca di tutti i titoli conseguiti da Rybka, tra i quali cinque edizioni del WCCC vinte consecutivamente dal 2006 al 2010[55] e la squalifica a vita per Vasik Rajlich da tutte le competizioni organizzate dalla ICGA[56]. Inoltre la federazione ha richiesto la restituzione delle quattro repliche dello Shannon Trophy, conseguite nei WCCC del 2007, 2008, 2009 e 2010, e il rimborso di tutti i premi in denaro ottenuti[57].

Reazione e critica alle accuse[modifica | modifica wikitesto]

Vasik Rajlich ha scelto inizialmente di non difendersi dalle accuse e di non discutere la questione pubblicamente o rispondere ai tentativi di mettersi in contatto con lui. L'unica risposta di Rajlich alle accuse è stata una email indirizzata al presidente della ICGA, nella quale ha affermato:

(EN)

« Rybka has does not “include game-playing code written by others”, aside from standard exceptions which wouldn’t count as ‘game-playing’. [...] The vague phrase “derived from game-playing code written by others” also does not in my view apply to Rybka. »

(IT)

« Rybka non "include codice per il gioco scritto da altri", a parte eccezioni standard che non possono essere considerate 'per il gioco'. [...] Anche la frase vaga "derivato da codice per il gioco scritto da altri" dal mio punto di vista non si applica a Rybka. »

(email spedita da Rajlich a David Levy, presidente della ICGA, il 13 maggio 2011[53])

Rajlich ha poi commentato le accuse in una intervista, datata 4 luglio 2011 e pubblicata su YouTube[58], affermando che Rybka non conteneva codice copiato da Crafty e Fruit in quanto impiega una rappresentazione della scacchiera ed una struttura delle funzioni di ricerca differenti. Rajlich ha affermato di avere preso ispirazione da Fruit su alcune soluzioni, ma ad un livello più astratto del codice sorgente, e che Rybka contiene codice sorgente di pubblico dominio proveniente da altri software, come il codice per le tablebase Nalimov attinto da Crafty, pratica che a detta del programmatore statunitense è legale e accettata[59].

Il 5 ottobre 2011 Ed Schröder, sviluppatore del motore scacchistico REBEL, ha pubblicato un'analisi[60] nella quale contraddice le accuse della ICGA verso Rajlich. Schröder ha fatto parte della commissione d'inchiesta istituita dalla ICGA contro Rybka, ma ha preso le distanze da essa dubitando dei metodi impiegati e delle conclusioni alle quali la commissione era giunta. Anche Miguel A. Ballicora, autore del motore scacchistico Gaviota e delle tablebase omonime, ha contestato il verdetto[61].

Nel gennaio 2012 ChessBase news ha pubblicato, suddividendola in quattro articoli, un'analisi[62] curata da Søren Riis, dottore in informatica della Queen Mary University di Londra ed ex scacchista (con un Elo di 2300). In questa analisi Riis studia le accuse mosse, analizzando lo sviluppo della computer chess negli ultimi decenni, e giunge a conclusioni opposte al verdetto della ICGA. Egli critica anche il metodo d'indagine adottato e la composizione della commissione stessa, costituita quasi esclusivamente da rivali di Rajlich sui quali gravava un pesante conflitto d'interessi, in quanto tutti avrebbero tratto vantaggio dalla squalifica che avrebbe messo fine al suo dominio nelle competizioni scacchistiche, incontrastato ormai da oltre quattro anni[63].

L'articolo di Riis è stato criticato da Mark Watkins, ricercatore di matematica presso l'Università di Sydney, che ha scritto a sua volta un articolo nel quale analizza e contesta le conclusioni di Riis[64], e da David Levy[65], presidente della ICGA. Lo stesso Levy ha rilasciato un'intervista, pubblicata in due parti da ChessBase nel febbraio 2012[66], nella quale egli chiarisce diverse decisioni prese nel caso Rajlich e difende la composizione della commissione d'inchiesta.

La Computer Schaak Vereniging Nederland (CSVN, ovvero la federazione olandese di scacchi per computer) ha deciso di non procedere contro Rajlich per quanto le compete, esprimendo seri dubbi sulla correttezza del verdetto formulato dalla ICGA[61]. A seguito di questa presa di posizione, alcuni importanti eventi organizzati dalla CSVN (come il DOCCC, uno tra i primi e più prestigiosi tornei di computer chess) sono stati disertati da molti top team. 15 squadre hanno inoltre scritto una lettera aperta il 21 settembre 2011, sostenendo la falsità fattuale delle affermazioni e criticando la presa di posizione dell'associazione, per la quale auspicavano un cambio al vertice[67] concretizzatosi poi il 1º dicembre 2011, quando il presidente Cock de Gorter ha lasciato l'incarico.

Nel 2012 Vasik Rajlich e il programmatore scacchistico Chris Whittington hanno fatto ricorso alla commissione etica della FIDE[68]. Secondo il giudizio della commissione, la ICGA non ha violato il codice etico della FIDE né i regolamenti o i principi della federazione, ma afferma che la squalifica a vita di Rajlich non ha chiare basi statutarie né garanzie procedurali per l'accusato.[69] Il caso è stato concluso nel 2015, la commissione ha dichiarato colpevole la ICGA, sanzionandola con un monito.[70]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ CCRL 40/40 - Pure list, su computerchess.org.uk, 5 marzo 2010. URL consultato il 31 marzo 2010.
  2. ^ CEGT 40/20, Chess Engines Grand Tournament, 28 marzo 2010. URL consultato il 31 marzo 2010.
  3. ^ Computerschach und Spiele - Eternal Rating, Computerschach und Spiele, 18 marzo 2007. URL consultato il 21 maggio 2008.
  4. ^ SSDF Rating List, SSDF, 21 marzo 2010. URL consultato il 31 marzo 2010.
  5. ^ Bayesian Elo Ratinglist WBEC Ridderkerk after edition 14, su wbec-ridderkerk.nl. URL consultato il 20 maggio 2008.
  6. ^ a b c Rybka su superchessengines.com, su superchessengine.com. URL consultato il 14 maggio 2013.
  7. ^ a b FAQ per Rybka 2.0-2.2n2
  8. ^ a b Interview with Vasik Rajlich
  9. ^ Rybka's immortal game
  10. ^ rybka source code
  11. ^ Messaggio di Rajlich sul forum ufficiale, su rybkaforum.net, 18 luglio 2007. URL consultato il 14 maggio 2013.
  12. ^ Messaggio di Rajlich sul forum ufficiale, su rybkaforum.net, 3 luglio 2007. URL consultato il 14 maggio 2013.
  13. ^ Rybkachess.com
  14. ^ 17th International Computer Chess Championship - IPCCC 2007 in Paderborn
  15. ^ Rybka di Vasik Rajlich è campione CCT9
  16. ^ International CSVN Tournament 2007
  17. ^ a b c d Rybka ha ottenuto la prima posizione nelle edizioni del WCCC dal 2007 al 2010, ma la ICGA ha riconosciuto colpevole il team di Vasik Rajlich di aver plagiato porzioni di codice dei motori Crafty e Fruit (distribuiti sotto licenza GPL), squalificandolo a vita dalle competizioni e ritirandogli i titoli ed i premi conseguiti.
  18. ^ Computerschaak - ONK 2007
  19. ^ Risultati del CCT10, su cctchess.com.
  20. ^ Rybka campione dell'Open d'Olanda 2008, su csvn.nl. URL consultato il 14 maggio 2013.
  21. ^ Risultati del CCT11
  22. ^ Risultati del 17° WCCC su ChessBase News
  23. ^ Chessvine Article, "A 'Little Fish' (Rybka) in Corporate Waters"
  24. ^ Rybka Aquarium: Intervista agli sviluppatori
  25. ^ Rybka in Chess Classic Mainz 2007, Chess 960
  26. ^ CCM7 - 3. Livingston Chess960 Computer-Weltmeisterschaft, Chess Tigers. URL consultato il 22 agosto 2007.
  27. ^ Rybka Cluster, su rybkachess.com. URL consultato il 14 maggio 2013.
  28. ^ Rybka Cluster History, su rybkachess.com. URL consultato il 14 maggio 2013.
  29. ^ Rybka Cluster Hardware, su rybkachess.com. URL consultato il 14 maggio 2013.
  30. ^ Galleria fotografica del cluster, su plus.google.com. URL consultato il 14 maggio 2013.
  31. ^ http://chessok.com/?p=512
  32. ^ (Sperimentale) Rybka 64-bit su Linux
  33. ^ Rybka per pocketpc
  34. ^ Strelka 1.0 x32: un clone di Rybka?
  35. ^ Strelka = Rybka 1.0
  36. ^ osipovs arguments about strelka
  37. ^ Strelka 2.0
  38. ^ Recensione di Zakharov per il sito web di Arena, su playwitharena.com.
  39. ^ a b Open letter of Fabien Letouzey, talkchess.com. URL consultato il 4 luglio 2011.
  40. ^ IPPOLIT - home, Ippolit.wikispaces.com, 26 dicembre 2010. URL consultato il 5 luglio 2011.
  41. ^ Chess engine controversy, Chessvibes.com. URL consultato il 5 luglio 2011.
  42. ^ Official statement on Ippolit, Rybkaforum.net, 21 ottobre 2009. URL consultato il 5 luglio 2011.
  43. ^ Il codice sorgente di IPPOLIT, su ippolit.wikispaces.com. URL consultato il 5 luglio 2011.
  44. ^ Rybka has same 99999 bug as Crafty, Open-Chess.Org.
  45. ^ Is Rybka a derivative of Fruit?, Rybkaforum.net. URL consultato il 4 luglio 2011.
  46. ^ Zach Wegner su chessprogramming.wikispaces.com
  47. ^ Evaluation, Webspace.utexas.edu. URL consultato il 4 luglio 2011 2011-01-02.
  48. ^ Rybka Chess Community Forum, Rybkaforum.net. URL consultato il 4 luglio 2011.
  49. ^ Attack of the Clones, chessvibes.com. URL consultato il 4 luglio 2011.
  50. ^ Statuto della fondazione (.pdf) (PDF), su ticc.uvt.nl. URL consultato il 4 luglio 2011.
  51. ^ Programmers write open letter about Rybka-Fruit issue, su chessvibes.com. URL consultato il 4 luglio 2011.
  52. ^ ICGA I documenti dell'indagine, su ilk.uvt.nl. URL consultato il 5 luglio 2011.
  53. ^ a b Rybka disqualified and banned from World Computer Chess Championships, su chessvibes.com. URL consultato il 4 luglio 2011.
  54. ^ Rybka disqualified and banned from World Computer Chess Championships, Chess Vibes. URL consultato il 5 luglio 2011.
  55. ^ Computer chess champ stripped of its four titles, Washington Times. URL consultato il 5 luglio 2011.
  56. ^ World's best chess program loses titles in plagiarism row, Tech World. URL consultato il 5 luglio 2011.
  57. ^ Rybka, the world’s best chess engine, outlawed and disqualified, Extreme Tech. URL consultato il 5 luglio 2011.
  58. ^ Video dell'intervista su YouTube, su youtube.com. URL consultato il 17 luglio 2011.
  59. ^ Rybka affair: Rajlich speaks, su chessvibes.com. URL consultato il 17 luglio 2011.
  60. ^ Analisi di Ed Schröder, su top-5000.nl. URL consultato il 6 gennaio 2011.
  61. ^ a b Ribka en de ICGA, CSVN. URL consultato il 20 agosto 2013.
  62. ^ A Gross Miscarriage of Justice in Computer Chess (part one), su chessbase.com. URL consultato il 6 gennaio 2011.
    A Gross Miscarriage of Justice in Computer Chess (part two), su chessbase.com. URL consultato il 6 gennaio 2011.
    A Gross Miscarriage of Justice in Computer Chess (part three), su chessbase.com. URL consultato il 6 gennaio 2011.
    A Gross Miscarriage of Justice in Computer Chess (part four), su chessbase.com. URL consultato il 6 gennaio 2011.
  63. ^ Søren Riis, A Gross Miscarriage of Justice in Computer Chess (PDF), ChessBase, 5 gennaio 2012. URL consultato il 5 gennaio 2012.
  64. ^ Mark Watkins, A Critical Analysis Of The Four Parts Of Riis (PDF), su harveywilliamson.com, 9 gennaio 2012. URL consultato il 9 gennaio 2012.
  65. ^ David Levy, No Miscarriage of Justice - Just Biased Reporting (DOC), su harveywilliamson.com, 9 gennaio January. URL consultato il 9 gennaio 2012.
  66. ^ ICGA/Rybka controversy: An interview with David Levy (1), su en.chessbase.com. URL consultato il 14 maggio 2013.
    ICGA/Rybka controversy: An interview with David Levy (2), su en.chessbase.com. URL consultato il 14 maggio 2013.
  67. ^ Programmer's Open Letter
  68. ^ Ethics Commission Decisions (PDF), FIDE, 1º luglio 2012. URL consultato il 14 maggio 2013.
  69. ^ FIDE Ethics Committee slams ICGA board as incompetent amateurs, su top-5000.nl. (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2015).
  70. ^ FIDE Ethics Commission Decision 6/2014 (PDF), 6 settembre 2015, p. 4. (archiviato il 15 aprile 2016).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]