Rxart

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rxart
Sviluppatore Pixart
Proprietario Pixart
Release iniziale (1999)
Release corrente 3.2 (2010)
Tipo di kernel GNU/Linux
Licenza varie
Sito web pixartargentina.com.ar

Rxart è una distribuzione GNU/Linux popolare in America Latina prodotta sin dal 1999 dall'azienda argentina Pixart sulla base di Debian.[1]

Il sistema operativo, dall'interfaccia in lingua spagnola, è disponibile sia singolarmente che, grazie ad accordi con i produttori hardware tra cui Lenovo, anche preinstallato nei personal computer, in diversi paesi dell'America Latina: Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Messico, Perù, Uruguay, Venezuela. Nel 2005 il numero di licenze d'uso vendute ha raggiunto la quota di 350 000 unità[2] mentre nel 2008, secondo il presidente di Pixart, Gabriel Ortíz, le vendite della versione desktop del sistema operativo nella sola Colombia erano di 6 000 al mese[3].

Il sistema operativo è stato scelto in un progetto pilota avviato nel 2006 dal governo venezuelano in collaborazione con Intel per equipaggiare i Classmate PC destinati alle scuole[4]. Tra il 2008 e il 2011 Pixart ha collaborato con Mancoosi, un progetto del settimo programma quadro di ricerca e sviluppo tecnologico dell'Unione europea volto a sviluppare strumenti tecnici e algoritmici per l'amministrazione di sistema[5][6].

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) RedUsers, Linux (Guìa práctica de instalación, configuración y administración) in Daniel Benchimol (a cura di), desde Cero, Buenos Aires, MMXI, 2011, p. 65, ISBN 978-987-1773-12-1.
  2. ^ (EN) Quilombo Digital blog, Rxart 3.2 Desktop Linux first impressions, 21 febbraio 2008
  3. ^ (ES) Portinos, Eligen en Colombia el Linux argentino Rxart, 7 febbraio 2008
  4. ^ (ES) VivaLinux, Rxart en las Intel Classmate PC de Venezuela, 16 agosto 2007 (url archiviato)
  5. ^ (EN) Mancoosi project, Participants
  6. ^ (PDF) (EN) Ralf Treinen, Solving Package Dependencies: From EDOS to Mancoosi, Debian Conference 8, luglio 2008, p. 2. URL consultato il 4 marzo 2015.
Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Software libero