Ruralità

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ruralità è un concetto nel quale sono definiti quegli spazi geografici, culturali e sociali del mondo contadino in antitesi con il concetto di urbanizzazione. I territori vocati sia di pianura, collina o montagna sono caratterizzati da economie agricole dedite a coltivazioni, allevamento e forestazione. Attualmente a volte il termine rurale viene usato come sinonimo di agricolo , di campagna , territorio marginale , zona depressa.

La recente definizione OCSE ha cercato di definire dei parametri istituzionali per circoscrivere le aree rurali basati sulla bassa presenza demografica[1].

Nel 2007 la popolazione umana urbana ha superato il numero della popolazione rurale[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Cherubini, Agricoltura e società rurale nel Medioevo, Firenze, Sansoni, 1972.
  • Corrado Barberis, et al.,La rivincita delle campagne. Economie e culture del mondo rurale dalla povertà al benessere, 2009, Insor, Donzelli, Roma, ISBN 978 88 6036 357 2

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Agricoltura Portale Agricoltura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di agricoltura