Ruby Red II - Il segreto di Zaffiro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ruby Red II - Il segreto di Zaffiro
Saphirblau.jpg
Una scena del film
Titolo originaleSaphirblau
Lingua originaleTedesco
Paese di produzioneGermania
Anno2014
Durata116 min
Generefantastico
RegiaFelix Fuchssteiner, Katharina Schöde
SoggettoKerstin Gier
SceneggiaturaKatharina Schöde
ProduttoreFelix Fuchssteiner, Robert Marciniack, Katharina Schöde, Markus Zimmer
Casa di produzioneLieblingsfilm, mem-film, Geißendörfer Film- und Fernsehproduktion, Tele München Fernseh Produktionsgesellschaft
FotografiaSonja Rom
MontaggioWolfgang Weigl
MusichePhilipp F. Kölmel
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Ruby Red II - Il segreto di Zaffiro (Saphirblau) è un film tedesco del 2014 diretto da Felix Fuchssteiner e Katharina Schöde, basato sul romanzo Blue di Kerstin Gier, secondo capitolo della Trilogia delle gemme e seguito del film del 2013 Ruby Red.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gwendolyn e Gideon tornano nel 1912 di nascosto per incontrare nuovamente Lucy e Paul, che dicono a Gwen che il cavaliere verde la guiderà al cronografo che loro hanno rubato e di chiedere a nonno Lucas. Per tornare a casa, la coppia passa da una chiesa per trasmigrare dove risiede il demone-doccione Xemerius, che, accortosi di poter essere visto da Gwen (cosa che non accadeva dal Medioevo), decide di seguirla alla sede dei Guardiani a Temple. Mentre Gideon ha un colloquio con la cerchia interna della loggia, che gli intima di non farsi coinvolgere sentimentalmente da Gwen, quest'ultima trasmigra nel 1953, dove incontra suo nonno Lucas Montrose, morto quando lei era piccola, che però non sa che cosa sia il cavaliere verde.

Durante la notte, zia Maddy ha una visione in cui un leone dorato fa a pezzi un cuore di rubino, e il giorno dopo Gwen ne parla con Leslie, che è convinta che riguardi la relazione dell'amica con Gideon. Quest'ultimo, nel frattempo, incontra il conte nel 1783 e gli chiede del ruolo di Gwen e delle profezie, ma l'uomo gli dà il compito di far innamorare Gwen per manipolarla meglio e di portarla a una soirée a casa di Lord Brompton. A questo fine, Gwen inizia a prendere lezioni di etichetta, ballo e conversazione da Charlotte e Madame Rossini, ma con scarso successo. Nell'attesa dell'evento, arriva a Londra il fratello minore di Gideon, Raphael, chiamato appositamente da William per distrarre Gideon da Gwen. La sera, Mr. Bernhard porta a Gwen "Il cavaliere verde", un libro della biblioteca del nonno della ragazza, all'interno del quale trova un misterioso codice numerico. Il giorno dopo, Gideon viaggia nel 1912 e vede Gwen abbracciata a Paul: nel correre verso di lei per fermarla, viene colpito in fronte da un uomo e perde i sensi. Quando torna, finge di non sapere chi lo abbia aggredito, ma inizia a non fidarsi più di Gwen e il suo comportamento con lei diventa sempre più freddo e ostile. Intanto, Gwen trasmigra nel 1955 per incontrare nuovamente suo nonno, scoprendo che Lucy e Paul hanno visto il conte di Saint Germain uccidere il primo viaggiatore, Lancelot de Villiers. Gideon racconta poi a Gwen di averla vista nel passato abbracciata a Paul, ma lei non ha idea di che cosa lui stia parlando.

Arrivato il momento della soirée, Gwen, infastidita dal comportamento scostante di Gideon e dal vedere la bella vedova Lavinia Rutland che lo corteggia, si ubriaca e si esibisce in un numero di ballo e canto, che viene però interrotto dall'arrivo di Lord Alastair, capo dell'Alleanza Fiorentina e acerrimo nemico del conte, che ingaggia un duello contro di loro, ma Gwen e Gideon riescono a scappare e tornare nel presente. Il giorno seguente, avendo scoperto che i numeri all'interno del libro indicano un luogo all'interno di casa Montrose, Gwen, Leslie e zia Maddy trovano il primo cronografo, che Gwen usa per viaggiare nel 1912 e incontrare Paul: un attimo dopo il suo arrivo sopraggiunge Gideon, che viene colpito in fronte e sviene. Paul e Lucy dicono poi a Gwen di essere i suoi genitori e che il conte vuole dominare il mondo e il tempo: la ragazza rimane molto turbata da questa scoperta, ma Gideon la consola e fanno pace. I due vengono poi mandati nuovamente nel 1783 per incontrare il conte. Prima di lasciarla sola con l'uomo, Gideon dice a Gwen di amarla, ma pochi minuti dopo il conte di Saint Germain le racconta di aver detto al ragazzo di farla innamorare per manipolarla meglio: scoperto questo, Gwen litiga con Gideon, senza curarsi eccessivamente che lui sia tornato a casa del conte dall'incontro con Lady Lavinia coperto di sangue. Infatti, durante il colloquio di Gwen con il conte, Gideon ha incontrato per caso Paul e lo ha salvato dall'attacco di Lord Alastair, avvenuto durante uno scambio di documenti. Paul gli chiede se ama veramente Gwen più della sua stessa discendenza e se è disposto a difenderla dalla morte, poiché è quello il destino che aspetta la ragazza, e lui gli risponde affermativamente. Paul decide di fidarsi di Gideon e gli consegna le carte ricevute da Lord Alastair, cioè le Memorie del conte, che potrebbero contenere il suo vero piano. In conclusione Gwen torna nel presente con il cuore a pezzi per quanto scoperto dal colloquio con il Conte e Bernard le consegna una foto di lei e Gideon mentre ballano felici ma deve "ancora accadere nel loro passato".

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 agosto 2014 la colonna sonora del film è stata raccolta in CD e pubblicata da Sony Music sotto l'etichetta Sony Classical[1].

Edizioni musicali Sony Music/Sony Classical.

  1. Staatskapelle Weimar – Sapphire Blue – 1:43
  2. Backstreet BoysShow 'Em (What You're Made Of) – 3:44
  3. Nick Howard – Unbreakable – 3:35
  4. 3OH!3 – We Are Young – 3:19
  5. Cardiac – Dark Matter Girl – 1:52
  6. Staatskapelle Weimar – Journey Through Time – 1:27
  7. Staatskapelle Weimar – Les indes galantes (Menuets I+II) – 1:49
  8. Staatskapelle Weimar – Greensleves – 0:59
  9. Staatskapelle Weimar – Conspiracy – 2:04
  10. Staatskapelle Weimar – Where You Belong – 2:01
  11. Staatskapelle Weimar – Xemerius – 2:25
  12. Staatskapelle Weimar – Time Of Crisis – 2:22
  13. Staatskapelle Weimar – Secret Society – 2:16
  14. Staatskapelle Weimar – Water Lilies – 1:36
  15. Staatskapelle Weimar – On The Knife-Edge – 2:03
  16. Gerhard Oppitz – Kinderszenen, Op. 15: I. Von fremden Ländern und Menschen – 1:33
  17. Staatskapelle Weimar – Finding Love – 3:36
  18. Maria Ehrich, Jannis NiewöhnerTime Warp – 2:14
  19. Siri Svegler – Coming Up Roses – 3:34
  20. Iameve – Hollow Inside – 4:11
  21. Siri Svegler – Paperdoll Dress – 2:59
  22. Cardiac – My Blood Is Rising – 2:10
  23. Iameve – Everlasting Love – 3:03
  24. Tommy Leonard – Timeless – 2:51
  25. Staatskapelle Weimar – Ruby Red Suite – 7:59

Durata totale: 67:25

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il cast del film alla premiere dell'11 agosto 2014.

La produzione di Saphirblau fu ufficialmente annunciata a settembre 2013[2]: ai protagonisti Maria Ehrich e Jannis Niewöhner si unirono Lion Wasczyk nel ruolo di Raphael de Villiers e Bastian Trost in quello del giovane Lucas Montrose. Le riprese si tennero dal 7 ottobre ai primi di dicembre[3].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il teaser trailer è stato distribuito l'11 aprile 2014[4], mentre il trailer esteso il 6 giugno[5].

Il film è stato presentato in anteprima l'11 agosto 2014[6] ed è stato distribuito nelle sale tedesche a partire dal 14 agosto[7]. È arrivato in Francia in DVD e Blu-ray il 24 aprile 2015.

In Italia è approdato in streaming su TIMvision a dicembre 2014, è stato trasmesso il 26 dicembre 2015 su Sky Italia[8] e mandato in onda in chiaro su Italia 1 il 7 gennaio 2020.

Edizione home video e sequel[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito in DVD e Blu-ray il 5 marzo 2015.

Le riprese del sequel Ruby Red III - Verde smeraldo, basato sul terzo e ultimo romanzo della serie, Green, si sono tenute dal 14 aprile[9] all'11 giugno 2015[10] in Renania Settentrionale-Vestfalia, Turingia, Baviera e Scozia[9]. Maria Ehrich e Jannis Niewöhner tornano nei loro ruoli, mentre al cast si aggiungono Emilia Schüle, Chris Tall e Timur Işık[9]. Il film è uscito nelle sale tedesche il 7 luglio 2016[11].

Differenze tra libro e film[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel film Lucy e Paul assistono all'omicidio di Lancelot de Villiers in una taverna londinese nel 1609 dopo che Shakespeare ha declamato alcuni versetti; nel libro, invece, l'omicidio avviene nel 1602 all'interno di una carrozza sul Southwark Bridge mentre Lucy e Paul stanno tornando dal Globe Theatre, dove hanno assistito a una rappresentazione di Shakespeare.
  • Nel film Gwendolyn e Gideon viaggiano nel 1912 una seconda volta per incontrare di nascosto Lucy e Paul, mentre nel libro questo non accade: la presenza della scena dipende dalle numerose differenze di adattamento del primo libro della serie.
  • Nel film Gwen incontra suo nonno nel 1953 e nel 1955, mentre nel libro nel 1948 e nel 1956. Nel film Gwen viaggia nel passato mentre Gideon parla con la loggia; al contrario, nel libro Gwen trasmigra dopo aver parlato con la loggia insieme a Gideon e, quando incontra Lucas, l'uomo ha un biglietto in cui Gwen gli dà un appuntamento.
  • Il personaggio di William de Villiers nei libri non esiste; nel film viene introdotto per sostituire Falk de Villiers, allontanato dalla loggia insieme al dottor White per aver violato le regole e aver messo in pericolo Gwen intenzionalmente.
  • Nel film zia Maddy vede un leone dorato fare a pezzi un cuore di rubino dopo il primo incontro di Gwen con Lucas Montrose, mentre nel libro ha la visione la mattina dopo la soirée, prima che Gwen scopra che il conte di Saint Germain ha detto a Gideon di farla innamorare per manipolarla meglio.
  • Nel film Gwen prende lezioni di ballo da Charlotte e Madame Rossini, mentre nel libro da Charlotte e Giordano, un personaggio che nel film è assente.
  • Nel film Gwen e Gideon trasmigrano nel 1950 e fanno l'amore, mentre nel libro vanno nel 1953 e si baciano soltanto.
  • Nel film le circostanze della botta in testa ricevuta da Gideon sono diverse rispetto al romanzo, come anche il fatto che è Gideon a colpire l'altro se stesso e non il maggiordomo in compagnia di Paul.
  • Nel film la soirée e successivo incontro con il conte sono nel 1783, mentre nel libro nel 1782.
  • Nel film, durante la soirée, Gwen canta Time Warp dal The Rocky Horror Show, mentre nel libro canta Memory da Cats.
  • Nel film, durante la soirée, Lord Alastair attacca Gwen, Gideon e il conte, mentre nel libro parlano soltanto.
  • Nel film sono state anticipate alcune vicende del terzo libro della serie, cioè il ritrovamento del cronografo (nel secondo libro, Blue si arriva solo al deciframento delle coordinate), la scoperta che Lucy e Paul sono i genitori di Gwen e la risoluzione della botta in testa ricevuta da Gideon nel passato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Saphirblau (Original Soundtrack), su itunes.apple.com. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  2. ^ Il fenomeno letterario de La trilogia delle gemme della scrittrice tedesca Kerstin Gier si è trasformato in un film. Dopo Red, è previsto anche la trasposizione del sequel, 1º ottobre 2013. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  3. ^ (DE) "Saphirblau": Drehbeginn bekanntgegeben, 9 ottobre 2013. URL consultato il 30 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2014).
  4. ^ (DE) Der Teaser-Trailer zum Fantasy-Sequel Saphirblau ist da, 12 aprile 2014. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  5. ^ (DE) Saphirblau: Seht hier den coolen Zeitreise-Trailer, 6 giugno 2014. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  6. ^ (DE) „Saphirblau“-Premiere im Cinedom, 12 agosto 2014. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  7. ^ (DE) Hitler-Attentat und Hippie-Revolte: Zeitreisende Promis, 13 agosto 2014. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  8. ^ Ruby Red: un tuffo nel passato di famiglia, 27 dicembre 2015. URL consultato il 27 dicembre 2015.
  9. ^ a b c (DE) Samaragdgrün – Die erste Klappe zum Saphirblau-Nachfolger ist gefallen, 14 aprile 2015. URL consultato il 21 aprile 2015.
  10. ^ (DE) "Smaragdgrün" kommt im Sommer 2016, 11 giugno 2015. URL consultato il 23 luglio 2015.
  11. ^ (DE) SMARAGDGRÜN kommt am 7. Juli 2016 in die Kinos!, 2 maggio 2016. URL consultato il 17 maggio 2016 (archiviato dall'url originale l'11 giugno 2016).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema