Rubbi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Rubbi o rubbio (singolare) era, negli antichi Stati pontifici, un'unità di misura di superficie agraria, pari a 184,8 acri; è stata anche un'antica unità di misura di capacità per aridi (cereali), usata nell'Italia Centrale, con valori variabili da città a città (a Roma 294,46 litri).[1]

Il termine deriva dall'arabo rub'a, forse incrociato con il latino rubeus (rosso), in quanto la striscia rossa indicava il limite della misura.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giuseppe Tomassetti, La Campagna romana in genere, p. 159.
  2. ^ Devoto G., Oli G., Il dizionario della lingua italiana, Firenze, 1990, p. 1662.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Tomassetti, La Campagna romana in genere, in Luisa Chiumenti e Fernando Bilancia (a cura di), La campagna romana, antica, medioevale e moderna, vol. I, Firenze, Leo Samuele Olschki, 1979, ISBN 978-88-222-2878-9.
Metrologia Portale Metrologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metrologia