Rubén Tierrablanca González

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rubén Tierrablanca González, O.F.M.
vescovo della Chiesa cattolica
Template-Bishop.svg
Ama dios
 
Incarichi ricoperti
 
Nato24 agosto 1952 a Cortazar
Ordinato presbitero29 giugno 1978
Nominato vescovo16 aprile 2016 da papa Francesco
Consacrato vescovo11 giugno 2016 dal cardinale Leonardo Sandri
Deceduto22 dicembre 2020 (68 anni) a Istanbul
 

Rubén Tierrablanca González (Cortazar, 24 agosto 1952Istanbul, 22 dicembre 2020) è stato un vescovo cattolico messicano, vicario apostolico di Istanbul e amministratore apostolico di Costantinopoli dei Greci.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Rubén Tierrablanca González nacque a Cortazar il 24 agosto 1952.[1]

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Frequentò il seminario minore francescano e poi entrò nel noviziato dell'Ordine dei frati minori il 22 agosto 1970. Studiò filosofia e teologia al Collegio "Santa Croce" di Santiago de Querétaro e al seminario "Sant'Antonio" di El Paso.[1]

Il 2 agosto 1977 emise la professione solenne e il 29 giugno dell'anno successivo fu ordinato presbitero. Dal 1978 al 1980 fu formatore nel locale seminario francescano prestando servizio nella parrocchia di San Francesco ad Acámbaro. Nel 1983 fu inviato a Roma per studiare per la licenza in Sacra Scrittura al Pontificio Istituto Biblico che conseguì nel 1985. Nel contempo prestò servizio come vice maestro all'Università Antonianum. In seguito fu professore di Sacra Scrittura e maestro degli studenti di teologia al seminario "Sant'Antonio" di El Paso dal 1985 al 1990; definitore provinciale e segretario della formazione e degli studi della provincia dal 1990 al 1992, rettore dell'Università Antonianum dal 1992 al 1997 e poi guardiano della curia generalizia a Roma dal 1997 al 2003. Nel 2003 fu inviato in Turchia dove prestò servizio come guardiano del convento di Istanbul e della Fraternità internazionale per il dialogo ecumenico e interreligioso in Turchia, parroco della parrocchia Santa Maria Draperis e vicario delegato del vicariato apostolico di Istanbul dal 2014.[1]

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 aprile 2016 papa Francesco lo nominò vicario apostolico di Istanbul, amministratore apostolico di Costantinopoli dei Greci e vescovo titolare di Tubernuca.[1][2][3] Ricevette l'ordinazione episcopale l'11 giugno successivo nella cattedrale dello Spirito Santo a Istanbul dal cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese orientali, co-consacranti l'arcivescovo metropolita di Smirne Lorenzo Piretto e il vicario apostolico dell'Anatolia Paolo Bizzeti.

Nel 2018 fu eletto presidente della Conferenza episcopale della Turchia.

Oltre allo spagnolo, parlava l'italiano, l'inglese, il francese e il portoghese e conosceva il turco, il tedesco, il latino, il greco e l'ebraico.[1]

Colpito da COVID-19 e ricoverato in terapia intensiva per tre settimane all'ospedale dell'Università Koç di Istanbul,[4] morì alle ore 23:15 circa del 22 dicembre 2020 all'età di 68 anni.[5][6][7][8][9][10][11][12][13][14][15][16][17][18][19][20] Le esequie absente cadavere si tennero il 29 dicembre nella cattedrale dello Spirito Santo a Istanbul e furono presiedute da monsignor Walter Erbì, segretario della nunziatura apostolica in Turchia. Al termine del rito fu sepolto nel cimitero cattolico del quartiere Feriköy di Istanbul.[21][22][23][24][25]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Rinuncia del Vicario Apostolico di Istanbul e nomina del nuovo Vicario Apostolico e Amministratore Apostolico dell’Esarcato per i fedeli di rito bizantino, in bollettino della Sala stampa della Santa Sede, 16 aprile 2016. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  2. ^ (ES) Eugenio Amézquita, Nombran obispo en Turquía a un sacerdote de Cortazar, in El Sol del Bajío, 16 aprile 2016. URL consultato il 15 febbraio 2020.
  3. ^ (EN) Fr. Rubén Tierrablanca, O.F.M., nominato vicario apostolico Istanbul, su ofm.org, 16 aprile 2016. URL consultato il 15 febbraio 2020.
  4. ^ Istanbul: positivo al Covid-19, il vicario apostolico è in terapia intensiva, su asianews.it, 12 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  5. ^ Lutti nell'episcopato (PDF), in L'Osservatore Romano, 23 dicembre 2020, p. 6. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  6. ^ Gabriella Ceraso, Covid-19: è morto monsignor Tierrablanca Gonzales, Vicario Apostolico di Istanbul, in Vatican News, 23 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  7. ^ In Memoriam S.E. Rubén Tierrablanca González, OFM, su christianunity.va, 23 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  8. ^ Dario Salvi, Istanbul: è morto mons. Ruben Tierrablanca, uomo del dialogo stroncato dal Covid, su asianews.it, 23 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  9. ^ Addio al Vescovo Rubén Tierrablanca, pastore amato e uomo di carità fraterna, su fides.org, 23 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  10. ^ Turchia: morto per Covid mons. Rubén Tierrablanca, vescovo del dialogo e dell'accoglienza. "Apparteniamo tutti a una casa comune", in Agensir, 23 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  11. ^ Il monsignore Ruben Tierrablanca Gonzalez muore di Covid-19, su trt.net.tr, 23 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  12. ^ Maria Chiara Biagioni, Turchia: morto per Covid monsignor Rubén Tierrablanca, vescovo del dialogo e dell’accoglienza. “Apparteniamo tutti a una casa comune”, in Corriere Cesenate, 23 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  13. ^ Turchia. Il Covid ha ucciso mons. Rubén Tierrablanca, vescovo del dialogo e dell’accoglienza, in Faro di Roma, 23 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  14. ^ Chiara Zappa, Turchia, l’addio a mons. Tierrablanca e la sua eredità di dialogo, in Mondo e Missione, 23 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  15. ^ Monsignor Rubem Tierrablanca, è stato chiamato a celebrare la festa del Natale in cielo, su ilcattolico.it, 23 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  16. ^ Addio al Vescovo Rubén Tierrablanca, pastore amato e uomo di carità, in Il Sismografo, 23 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  17. ^ Monsignor Ruben tra Raimondo Lullo e Giovanni XXIII, su zenit.org, 24 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  18. ^ Vite donate. Il Covid uccide il presidente dei vescovi turchi, Tierrablanca Gonzàles, in Avvenire, 24 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  19. ^ Istanbul sede vacante dopo la morte del vescovo, su terrasanta.net, 24 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  20. ^ (EN) Jeyhun Aliyev, Turkish president 'saddened' on death of Istanbul vicar, su aa.com.tr, 24 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  21. ^ Comunicato stampa sui funerali di monsignor Rubén Tierrablanca González (PDF), su katolik-kilisesi.org, 27 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  22. ^ Messaggio di cordoglio del Presidente Erdogan per la morte del Vescovo Tierrablanca, su centro-peirone.it, 29 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  23. ^ Messaggio di cordoglio del Presidente Erdogan per la morte del Vescovo Tierrablanca, su fides.org, 29 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  24. ^ Immagini delle esequie di monsignor Rubén Tierrablanca González, su gettyimages.it. URL consultato il 12 gennaio 2021.
  25. ^ Msgr. RUBEN TIERRABLANCA GONZALEZ CENAZE TÖRENİ, su youtube.com, 29 dicembre 2020. URL consultato il 12 gennaio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Tubernuca Successore BishopCoA PioM.svg
Alberto Iniesta Jiménez 16 aprile 2016 - 22 dicembre 2020 sede vacante
Predecessore Vicario apostolico di Istanbul Successore BishopCoA PioM.svg
Louis Pelâtre, A.A. 16 aprile 2016 - 22 dicembre 2020 Massimiliano Palinuro
Predecessore Amministratore apostolico di Costantinopoli dei Greci Successore BishopCoA PioM.svg
Louis Pelâtre, A.A. 16 aprile 2016 - 22 dicembre 2020 Lorenzo Piretto, O.P.
Predecessore Presidente della Conferenza Episcopale della Turchia Successore Mitra heráldica.svg
Boghos Levon Zekiyan 13 settembre 2018 - 22 dicembre 2020 vacante
Controllo di autoritàGND (DE1224591380