Rubén Salazar Gómez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rubén Salazar Gómez
cardinale di Santa Romana Chiesa
Mons.RubenSalazarGomez.jpg
Il cardinale Salazar Gómez durante una celebrazione liturgica il 14 marzo 2013
Escudo Ruben Salazar Gomez-Cardenal.svg
Tunc dixi ecce venio
Titolo Cardinale presbitero di San Gerardo Maiella
Incarichi attuali Arcivescovo metropolita di Bogotà
Primate di Colombia
Gran priore per la Colombia dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme
Presidente del Consiglio Episcopale Latinoamericano
Incarichi ricoperti Vescovo di Cúcuta
Arcivescovo metropolita di Barranquilla
Presidente della Conferenza Episcopale della Colombia
Primo vicepresidente del Consiglio Episcopale Latinoamericano
Nato 22 settembre 1942 (75 anni) a Bogotà
Ordinato presbitero 20 maggio 1967 dal vescovo José Joaquín Flórez Hernández (poi arcivescovo)
Nominato vescovo 11 febbraio 1992 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo 25 marzo 1992 dall'arcivescovo Paolo Romeo (poi cardinale)
Elevato arcivescovo 18 marzo 1999 da papa Giovanni Paolo II
Creato cardinale 24 novembre 2012 da papa Benedetto XVI

Rubén Salazar Gómez (Bogotà, 22 settembre 1942) è un cardinale e arcivescovo cattolico colombiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato il liceo con indirizzo filosofico nel seminario di Ibagué, si trasferisce a Roma dove segue il corso teologico presso la Pontificia Università Gregoriana ed ottiene la licenza in teologia dogmatica; presso il Pontificio Istituto Biblico consegue poi la licenza in sacra scrittura.

Ricevuta l'ordinazione sacerdotale il 20 maggio 1967, svolge successivamente diversi incarichi, tra i quali quello di direttore del Dipartimento di Pastorale Sociale della Conferenza Episcopale Colombiana.

L'11 febbraio 1992 papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo di Cúcuta. Riceve la consacrazione episcopale il successivo 25 marzo per l'imposizione delle mani dell'allora nunzio apostolico in Colombia, Paolo Romeo.

Il 18 marzo 1999 Giovanni Paolo II lo promuove arcivescovo di Barranquilla.

Nel 2008 è eletto presidente della Conferenza episcopale colombiana, ruolo che svolge fino al 2014.

L'8 luglio 2010 papa Benedetto XVI lo nomina arcivescovo di Bogotà e primate di Colombia in sostituzione del cardinale Pedro Rubiano Sáenz, dimessosi per raggiunti limiti d'età.

Dal maggio 2011 è vice presidente del Consiglio episcopale latinoamericano.

Benedetto XVI lo nomina cardinale presbitero di San Gerardo Maiella nel concistoro ordinario pubblico del 24 novembre 2012.

Dal 13 maggio 2015 è presidente del Consiglio episcopale latinoamericano.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

- (versione epub)