Royal Rumble (2000)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Royal Rumble 2000
TaglineThe Road to WrestleMania Begins
Prodotto daWorld Wrestling Federation
Data23 gennaio 2000[1]
SedeMadison Square Garden[1]
CittàNew York, Stati Uniti[1]
Spettatori19.231[1]
Cronologia pay-per-view
Armageddon (1999)Royal Rumble 2000No Way Out (2000)
Progetto Wrestling

Royal Rumble 2000 è stata la tredicesima edizione dell'evento in pay-per-view Royal Rumble, prodotto dalla World Wrestling Federation (WWE). L'evento si è svolto il 23 gennaio 2000 al Madison Square Garden di New York. La tagline della Royal Rumble 2000 era The Road to WrestleMania Begins ("La strada verso WrestleMania inizia").

Il match principale dell'evento, fu il Royal Rumble match, vinto da The Rock dopo aver eliminato per ultimo Big Show. L'undercard incluse lo street fight match per il WWF Championship tra il campione Triple H e lo sfidante Cactus Jack, il triple threat match per il WWE Intercontinental Championship tra Chris Jericho, Chyna e Hardcore Holly, e il match valevole per il WWF Tag Team Championship tra i New Age Outlaws e gli Acolytes.[2][3]

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

La faida principale dell'evento, fu quella per il WWF Championship tra il campione Triple H e lo sfidante Cactus Jack. La McMahon-Helmsley Faction si formò nella seconda metà del 1999, la quale ebbe il controllo della WWF con a capo Triple H e Stephanie McMahon-Helmsley.[4] Mick Foley si ribellò a ciò e la fazione lo attaccò molte volte per poi licenziarlo.[5][6] Nella puntata di Raw is War del 3 gennaio, Triple H vinse il WWF Championship e prese in giro Foley con un impostore.[7] Nella puntata di Raw is War del 10 gennaio, The Rock portò tutti i wrestler nel ring e chiese di reintegrare Foley o l'intero roster avrebbe abbandonato l'arena. Foley fu reintegrato e chiese uno Street Fight match per il WWF Championship alla Royal Rumble. Foley e Triple H si affrontarono in un four-on-four tag team match nella stessa sera. Triple H schienò Foley dopo aver usato la campana ed eseguito due Pedigree. Dopo il match, Foley si tolse la maschera e attaccò Triple H.[8]

La costruzione del Royal Rumble match iniziò il 10 gennaio quando The Rock annunciò la sua partecipazione al match e la settimana successiva garantì la sua vittoria. Anche Big Show dichiarò di avere intenzione di vincere il match. Più tardi quella sera, The Rock e Big Show affrontarono i New Age Outlaws. Verso la fine del match, Big Show attaccò The Rock, che a sua volta colpì Show con una sedia di acciaio e il People's Elbow. Nella puntata di SmackDown! del 20 gennaio, il confronto tra The Rock e Big Show venne interrotto da Tori, la quale dichiarò Kane come favorito alla vittoria, ciò portò nella stessa sera a un triple threat over the top rope lumberjack match. Nel match, Show eliminò Rock con una chokeslam e Kane eliminò Show con un back body drop per vincere.[9]

La faida secondaria dell'evento fu quella per l'Intercontinental Championship tra i co-campioni Chris Jericho, Chyna e lo sfidante Hardcore Holly. Dopo un match titolato terminato in un doppio schienamento tra Chyna e Chris Jericho nella puntata di SmackDown! del 30 dicembre,[10] entrambi furono dichiarati co-campioni. Nonostante le divergenze tra Jericho e Chyna, i due furono costretti a collaborare e aiutarsi per mantenere il titolo,[11] inclusa una difesa titolata contro Hardcore Holly,[7] che sfidò Jericho e Chyna in un triple threat match alla Royal Rumble.

Evento[modifica | modifica wikitesto]

Prima della messa in onda del pay-per-view, ci fu Sunday Night Heat che incluse alcune intervista dal backstage di alcuni partecipanti del Royal Rumble match. Degli arrabbiati Kaientai e Mean Street Posse apparirono nel backstage e non poterono scegliere il numero di entrata in quanto gli venne vietato di partecipare al Royal Rumble match. Big Show fece un promo parlando della sua partecipazione al Royal Rumble match.

Il primo match a essere trasmesso in diretta, fu tra Kurt Angle e un avversario non annunciato. Prima del match, Angle parlò male degli New York Knicks e del suo avversario. Tazz fece il suo debutto come avversario di Angle. Tazz prese subìto il controllo della contesa, eseguendo un back body drop. Angle si portòin vantaggio dopo aver eseguito un vertical suplex fuori dal ring. Dopo aver eseguito un belly to belly suplex, Angle saltò sulla turnbuckle, ma Tazz mosse le corde. Angle riprese il controllo dell'incontro dopo uno small package e bridging german suplex. Tazz contrattaccò un tentativo di Olympic Slam in un german suplex. Dopo un T-Bone suplex e head and arm suplex, Tazz applicò la Tazzmission. Angle svenne e Tazz vinse il match, terminando la striscia d'imbattibilità di Angle.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

# Risultati Stipulazioni Durata
1 Tazz ha sconfitto Kurt Angle Single match 03:15
2 The Hardy Boyz (Matt e Jeff Hardy) hanno sconfitto The Dudley Boyz (Bubba Ray e D-Von Dudley) Elimination Tables match 10:18
3 Chris Jericho (c) ha sconfitto Chyna e Hardcore Holly Triple threat match per determinare l'indiscusso WWF Intercontinental Champion 07:31
4 The New Age Outlaws (Road Dogg e Billy Gunn) (c) hanno sconfitto The Acolytes (Faarooq e Bradshaw) Tag team match per i WWF Tag Team Championship 02:39
5 Triple H (c) (con Stephanie McMahon-Helmsley) ha sconfitto Cactus Jack Street Fight match per il WWF Championship 26:55
5 The Rock vince eliminando per ultimo Big Show 30-man Royal Rumble match per un match valido per il WWF Championship a WrestleMania 2000 51:54
The Rock, vincitore della Royal Rumble 2000

Ordine di entrata e di eliminazione del Royal Rumble match[modifica | modifica wikitesto]

L'intervallo di tempo tra l'entrata di un wrestler e il successivo era di 2 minuti circa

# Superstar Ordine Eliminato da Tempo
1 D'Lo Brown 3 Rikishi 06:08
2 Grand Master Sexay 4 Rikishi 07:42
3 Mosh 1 Rikishi 03:37
4 Christian 2 Rikishi 02:08
5 Rikishi 8 Big Boss Man, Test, British Bulldog, Gangrel, Edge e Backlund 16:23
6 Scotty 2 Hotty 5 Rikishi 01:02
7 Steve Blackman 6 Rikishi 00:44
8 Viscera 7 Rikishi 01:25
9 Big Boss Man 15 The Rock 22:47
10 Test 17 Big Show 26:17
11 The British Bulldog 13 Road Dogg 15:22
12 Gangrel 18 Big Show 23:19
13 Edge 14 Snow e Venis 14:48
14 Bob Backlund 9 Jericho 02:00
15 Chris Jericho 10 Chyna 03:47
16 Crash Holly 16 The Rock 14:54
17 Chyna 11 Big Boss Man 00:37
18 Faarooq 12 Big Boss Man 00:18
19 Road Dogg 25 Gunn 19:02
20 Al Snow 24 The Rock 17:17
21 Val Venis 20 Kane 11:47
22 Prince Albert 21 Kane 11:23
23 Hardcore Holly 22 Snow 11:48
24 The Rock - Vincitore 14:47
25 Billy Gunn 26 Kane 09:38
26 Big Show 29 The Rock 11:12
27 Bradshaw 19 Road Dogg e Gunn 00:25
28 Kane 27 X-Pac 06:11
29 The Godfather 23 Big Show 01:32
30 X-Pac 28 Big Show 03:32

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Chyna, oltre ad essere stata la prima donna partecipante ad un Royal Rumble Match, è l'unica donna ad averci partecipato per due edizioni, tra l'altro consecutive (1999 e 2000).
  • Nel corso della Rumble i due membri dei Kaientai, Sho Funaki e Taka Michinoku (non partecipanti alla Rumble), continuarono ad entrare casualmente nella contesa, attaccando i wrestler presenti sul ring e venendo ogni volta gettati fuori dal quadrato.
  • The Rock fu il terzo wrestler, dopo Hulk Hogan nel 1991 e Stone Cold Steve Austin nel 1998, a vincere la Rumble col numero 24.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Royal Rumble 2000, su prowrestlinghistory.com, Pro Wrestling History. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  2. ^ (EN) John Powell, Rocky wins the Rumble, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 23 gennaio 2000. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  3. ^ (EN) Calvin Martin, Royal Rumble Results, su lordsofpain.net, Lords of Pain, 23 gennaio 2000. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 28 marzo 2008).
  4. ^ (EN) WWF RAW is WAR Results, su lordsofpain.net, Lords of Pain, 13 dicembre 1999. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2008).
  5. ^ (EN) WWF Smackdown Results, su lordsofpain.net, Lords of Pain, 23 dicembre 1999. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2008).
  6. ^ (EN) Calvin Martin, WWF Monday Night Raw Results, su lordsofpain.net, Lords of Pain, 27 dicembre 1999. URL consultato l'11 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 28 marzo 2008).
  7. ^ a b (EN) Calvin Martin, WWF Monday Night Raw Results, su lordsofpain.net, Lords of Pain, 3 gennaio 2000. URL consultato il 13 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 19 dicembre 2007).
  8. ^ (EN) WWF Monday Night Raw Results, su ordsofpain.net, Lords of Pain, 10 gennaio 2000. URL consultato il 13 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 19 dicembre 2007).
  9. ^ (EN) Big Calbowski, WWF Smackdown Results, su lordsofpain.net, Lords of Pain, 20 gennaio 2000. URL consultato il 19 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2008).
  10. ^ (EN) Big Calbowski, WWF Smackdown Results, su lordsofpain.net, Lords of Pain, 30 dicembre 1999. URL consultato il 19 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2008).
  11. ^ (EN) Big Calbowski, WWF Smackdown Results, su lordsofpain.net, Lords of Pain, 13 gennaio 2000. URL consultato il 22 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2008).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling