Roxanne Shanté

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roxanne Shanté
Roxanne Shante.jpg
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereHip hop
Periodo di attività musicale1984 – in attività
Album pubblicati3
Studio3
Sito ufficiale

Lolita Shanté Gooden, meglio nota come Roxanne Shanté (Queensbridge, 6 novembre 1969), è una rapper statunitense, nativa del Queensbridge, New York City. Shanté attira attenzione attorno alla metà degli anni ottanta, dando vita alle Roxanne Wars e venendo coinvolta nelle The Bridge Wars. Membro della Juice Crew, durante la sua carriera discografica ha pubblicato tre album in studio e nel 2017 è uscito il film biografico Roxanne Roxanne.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Roxanne Shanté stava camminando fuori da un progetto abitativo nel Queensbridge (New York), quando ha sentito tre uomini parlare di come il trio UTFO avesse cancellato la loro apparizione in uno spettacolo che stavano promuovendo.[1] Gooden si è offerta di fare un brano rap di vendetta contro gli U.T.F.O., che in precedenza avevano registrato Roxanne, Roxanne.[1] I tre – Tyrone Williams, DJ Mister Magic e il produttore Marley Marl – hanno preso l'idea in considerazione e Marl ha prodotto Roxanne's Revenge.[1] La canzone era conflittuale, beffarda, vanagloriosa e anche al limite oscena e ha generato 102 canzoni di risposta.[1] Alla fine, gli UTFO hanno minacciato Shanté di denunciarla per aver usato il loro lato b come base musicale.[1] Shanté si è messa d'accordo con loro e ha ripubblicato la canzone utilizzando una base da una traccia diversa, anche se correlata.[1] Il patrimonio di Shanté era magro durante il periodo di Roxanne, Roxanne, nonostante avesse un brano al numero uno della chart R&B e uno in top ten nella classifica pop con la hit Loosey's Rap in collaborazione con Rick James (1986).[1]

Shanté si è ritirata dalle scene all'età di 25 anni per concentrare le sue attenzioni sull'ottenere un'istruzione superiore.[1] Ha continuato a studiare ottenendo un dottorato in psicologia e costruendo una famiglia a New York.[1] È rimasta coinvolta nell'industria dello spettacolo divenendo mentore di diverse giovani rapper donne.[1]

I suoi primi due album sono accolti entusiasticamente dal critico Robert Christgau che assegna a entrambi una «A-»: di Bad Sister scrive «mi è piaciuto tutto ciò che ha sempre fatto, e in un primo momento quest'album mi ha irritato, ma ora lo sento come un consapevole ritorno all'appeal di Roxanne's Revenge della Lolita Gooden quattodicenne»[2], mentre per The Bitch is Back riporta «politicamente scorretta come le teste di c**** che dissa, Shanté disprezza ogni rivale femminile che possa pensare di fare rap. [...] Lei è ancora la più grande. Il suo tono, il suo attacco e la sua articolazione competono con Ice-T, Chuck D e Rakim[2]

Negativa la recensione di Bad Sister di Allmusic: «il suo album di debutto non è all'altezza delle promesse dei suoi primi singoli, che si possono trovare su diverse raccolte rap», assegnando 2 stelle su 5 all'album di debutto di Shanté.[3] Sempre Allmusic assegna 4/5 stelle a The Bitch is Back: «il suo ultimo lavoro prova che lei ha ancora una delle rime migliori del settore, inoltre va testa a testa con Kool G Rap nella traccia Deadly Rhymes. Un disco di battaglia fino alla fine, questo album dovrebbe essere ricordato nella storia come uno dei migliori mai prodotti da un'artista rap femminile.»[4]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album da solista
Colonne sonore

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j (EN) Biography by Ron Wynn, allmusic.com.
  2. ^ a b (EN) roxanne shanté, robertchristgau.com.
  3. ^ (EN) Bad Sister, allmusic.com.
  4. ^ (EN) Bitch is Back, allmusic.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN7584704 · ISNI (EN0000 0000 5515 6871 · GND (DE134700295 · BNF (FRcb14002089s (data)