Rovine della chiesa di Trzęsacz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rovine della chiesa di Trzęsacz
314 Trzęsacz, ruiny kościoła 3.JPG
Le rovine nel 2012
StatoPolonia Polonia
VoivodatoVoivodato della Pomerania Occidentale
LocalitàTrzęsacz
Religionecristiana evangelica augustana polacca
TitolareSan Nicola di Bari
Stile architettonicogotico
Inizio costruzionefine XIV secolo
Completamentoinizio XV secolo
Sito websito ufficiale

Coordinate: 54°04′39.82″N 14°59′34.11″E / 54.077729°N 14.992809°E54.077729; 14.992809

Rovine della chiesa di Trzęsacz sono quanto rimane di una chiesa sul Mar Baltico danneggiata dalla corrasione (una forma di processo abrasivo). Le rovine a Trzęsacz sono uniche nel loro genere in Europa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'interno della chiesa nel 1870

La chiesa viene costruita a cavallo tra il XIV e il XV secolo, a quasi 2 km dalla costa. Gradualmente questa distanza è diminuita riducendosi a soli 58 metri nel 1750, ma il processo non si è fermato così che la distanza è diventata di solo un metro nel 1868.

L'ultima messa fu celebrata il 2 marzo 1874, dopodiché la chiesa fu chiusa e le sue suppellettili furono trasferite alla nuova chiesa di Trzęsacz e alle chiese di Rewal e Kamień Pomorski, e poi anche al museo di Berlino.

I primi danni all'edificio religioso risalgono al 1891 e il primo muro (nella parte settentrionale della chiesa) crollò nel 1901. I crolli successivi avvennero negli anni 1903, 1909, 1913, 1917, 1922, 1930, 1956, 1973, 1975 e 1994.

Fin dall'inizio di questo processo distruttivo sono state fatte prove per salvare almeno in parte le rovine. L'ultima riparazione è stata effettuata negli anni 2000. Il sito è considerato una tra le principali attrazioni turistiche dalla Polonia.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Poland Major tourist attractions, Polish Tourist Organisation, testo on-line su pdf.polska.travel Archiviato il 12 aprile 2016 in Internet Archive.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]