Roveredo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Roveredo (disambigua).
Roveredo
comune
Roveredo – Stemma
Roveredo – Veduta
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Graubünden matt.svg Canton Grigioni
Distretto Moesa
Amministrazione
Sindaco Alessandro Manzoni (Lista civica)
Territorio
Coordinate 46°13′59.99″N 9°07′00.01″E / 46.233331°N 9.116669°E46.233331; 9.116669 (Roveredo)Coordinate: 46°13′59.99″N 9°07′00.01″E / 46.233331°N 9.116669°E46.233331; 9.116669 (Roveredo)
Altitudine 298 m s.l.m.
Superficie 38,79 km²
Abitanti 2 531 (31.12.2013)
Densità 65,25 ab./km²
Frazioni Laura
Comuni confinanti Arbedo-Castione (TI), Buseno, Castaneda, Dosso del Liro (IT-CO), Gravedona ed Uniti (IT-CO), Grono, Lumino (TI), Sant'Antonio (TI), San Vittore
Altre informazioni
Lingue italiano
Cod. postale 6535
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 3834
Targa GR
Nome abitanti roveredani
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Roveredo
Roveredo
Roveredo – Mappa
Sito istituzionale

Roveredo[1] (Roré in dialetto lombardo, Rofle in tedesco antico) è un comune svizzero del Canton Grigioni che conta 2.531 abitanti. Rappresenta inoltre il capoluogo del Moesano.

È stato a lungo confuso con l'ex comune ticinese di Roveredo Capriasca, incorporato nel 2001 nel comune di Capriasca e per questo motivo, soprattutto a livello postale e amministrativo, viene ancora denominato "Roveredo Grigioni" (Roveredo GR), indicandone appunto l'appartenenza cantonale.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Situato in Val Mesolcina, dista 13 km da Bellinzona e 105 km da Coira. È servito dall'omonima uscita dell'A13/E43 e da una stazione ferroviaria della Ferrovia Mesolcinese conosciuta anche come ex Bellinzona-Mesocco (BM), linea Castione-Cama, non più in servizio dal 1972. La Ferrovia Mesolcinese è stata gestita da un gruppo privato effettuando corse turistiche con orari non regolari fino al 2014.

Il punto più elevato del comune è la Cima dello Stagn (2382 m), che segna il confine con Grono e Dosso del Liro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Fiume Moesa presso Roveredo

Roveredo è il comune più popoloso e importante del Moesano. Il borgo ha iniziato a svolgere un ruolo sempre più rilevante all'interno della regione in particolare durante il periodo in cui il Moesano faceva parte dei possedimenti della famiglia milanese dei Trivulzio, che avevano acquistato la regione dalla famiglia De Sacco nel 1480. Gian Giacomo Trivulzio sviluppò il borgo intraprendendo importanti lavori pubblici e abbellendo il paese, costruendo fontane marmoree, giardini e la torre dell'orologio. Nel 1487, quando i Trivulzio ottennero la conferma della contea e il diritto di batter moneta, fu a Roveredo che venne stabilita la zecca.

La distruzione del Castello di Mesocco nel 1526 da parte delle Tre Leghe confermò la posizione predominante di Roveredo nel Moesano rispetto al borgo di Mesocco che durante la dominazione della famiglia De Sacco era stato la sede della contea.

I locarnesi seguaci della Riforma[2] costretti dai confederati a lasciare la città e il baliaggio di Locarno, trovarono accoglienza a Roveredo e il 1º maggio 1555 ripresero l'esodo verso Zurigo, valicando il Passo del San Bernardino ancora in parte innevato[3].

Arte e siti d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Roveredo è composto dagli antichi e diversi nuclei che sono sorti sulle rive opposte del fiume Moesa e si caratterizza per numerose case borghesi edificate tra XVI e XVII secolo. In particolare nella Piazza del Mercato si affacciano: Casa Zucalli, la Casa delle Grida e Casa di Mazio.

Roveredo è anche celebre per le sue numerose chiese. Il parroco celebra regolarmente la messa in tre chiese: la Chiesa di San Antonio, l'imponente chiesa medioevale di San Giulio e la Chiesa di Sant'Anna (rispettivamente nei quartieri di San Antonio, San Giulio e San Fedele). In Sant'Anna la celebrazione eucaristica si svolge solamente in estate. Nella chiesa di San Rocco (situata nel quartiere di Carasole) la messa viene celebrata soltanto una volta ogni mese.

In estate viene celebrata ogni settimana anche nella chiesa di San Domenico sul Monte Laura. Inoltre una volta all'anno viene svolta una messa nella Cappella del Paltàn (situata nella pianura della campagna roveredana), in onore delle decine di persone che furono giustiziate ai tre pilastri di Roveredo (sono nelle vicinanze della cappella) tra il Medioevo e il Rinascimento.

Un altro edificio religioso rilevate del borgo è la Chiesa della Madonna del Ponte chiuso, ricostruita nel 1665, che rappresenta il primo esempio dello schema basilicale a pilastri che verrà elaborato nel barocco tedesco-meridionale e dai maestri del Moesano.

È anche presente la diga ad arco della Roggiasca, che ha creato il Lago artificiale di Roggiasca.

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Grazie al settore della ristorazione Roveredo è conosciuto anche fuori dai confini cantonali. È durante il periodo estivo che si concentra il maggior numero di visitatori. Fino al 2008 molti villeggianti soggiornavano nel campeggio del Centro Sportivo Vera. Dal 2009 questa struttura è stata smantellata per far posto al tracciato della nuova circonvallazione.

La regione offre una vasta scelta di sentieri e percorsi vari. Tra i vari posti di montagna che possono essere visitati sono da segnalare il Monte Laura, che è forse il monte più facile da raggiungere in quanto dotato di un servizio postale privato che quotidianamente porta i visitatori dal paese fino in Laura. Inoltre è l'unico monte fornito di un albergo, un ristorante e di una colonia estiva.

Nel comune si tengono la "fiera di maggio", la "festa di Sant'Anna", che comprende anche la fiera di Sant'Anna. Un'altra manifestazione di richiamo è quella del carnevale locale: la Lingera. Sull'arco di 6 giorni, il carnevale locale riesce ad attrarre oltre 20'000 visitatori provenienti dai Grigioni, dal Ticino e pure dall'estero.[4]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

A Roveredo hanno sede numerose associazioni sportive tra le quali:

  • Società Federale Ginnastica Roveredo (SFG), società impegnata nella ginnastica ritmica ed attrezzistica
  • Sport Club Rorè (SC Rorè), società impegnata nel gioco del calcio
  • Sci Club Rorè, società impegnata nello sci alpino ed attività invernali sulla neve
  • Società Carabinieri Roveredo, società impegnata nel tiro con la carabina
  • Società Pistola Roveredo, società impegnata nel tiro con la pistola
  • Società Cacciatori Alpina, società impegnata nella promozione dei valori etici della caccia
  • AGET Rorè, società impegnata nello scoutismo

Tra il 1999 ed il 2012 si è tenuta con cadenza annuale la Pedalata Popolare Rorè - Laura, gara di bicicletta su un tragitto montano di 10 km, con dislivello superiore ai 1'100 metri e pendenza media del tracciato pari all'11%. Come ben denotato dal nome dell'evento, la gara prevedeva la partenza dal centro di Roveredo con arrivo previsto sul Monte Laura. La pedalata popolare, durante le edizioni 2007 e 2008, è stata inserita nel circuito nazionale dei campionati svizzeri di salita.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Essendo Roveredo il centro economico più importante del Moesano, come anche il suo capoluogo, la maggior parte dei servizi dei vari settori è concentrata nella zona centrale della località.

Una forte incidenza sull’ economia è data dal settore terziario. È grazie a questo settore infatti che una parte degli abitanti di Roveredo non deve lasciare il proprio domicilio per recarsi sul posto di lavoro. Questo vale comunque per una minoranza della popolazione, in quanto il borgo è da definire residenziale. La maggior parte della popolazione attiva si vede ancora costretta a varcare regolarmente i confini comunali e cantonali per quanto concerne l'attività professionale.

Passaggio della Ferrovia Mesolcinese sul fiume Moesa a Roveredo

Le principali istituzioni che compongono il terziario sono le seguenti:

  • Agenzie pubblicitarie
  • Agenzia viaggi
  • Istituti d’assicurazione e casse malati
  • Studi d’avvocatura e notai
  • Istituti bancari
  • Fiduciarie
  • Imprese edili (amministrazione)
  • Studi d’ingegneria
  • Studi medici
  • Fisioterapisti
  • Farmacie
  • Casa di cura per anziani

La popolazione può inoltre usufruire di una vasta gamma di servizi e prodotti offerti dal settore secondario. Elettricisti, falegnami, muratori, commessi; insomma artigiani qualificati ed esperti fanno si che questo settore contribuisca ad arricchire l'economia locale.

Si può così dire che l’economia di Roveredo è in continua crescita ed evoluzione, grazie all’unione di mezzi, risorse e forza lavoro. È probabilmente grazie a questa solida organizzazione che i residenti possano beneficiare di un buono standard di vita.

Non bisogna comunque trascurare il settore primario ed i suoi addetti, i quali contribuiscono, specialmente tramite prodotti gastronomici, non solo a sostenere l’economia locale ma anche a rendere rinomato Roveredo ed il Moesano intero. Questi prodotti - in particolar modo salami, carne secca, prosciutto, formaggi e formaggini degli alpeggi locali - vengono venduti direttamente ai consumatori, o vengono serviti nei grotti tipici della Svizzera italiana.

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Roveredo dispone di una scuola elementare molto moderna, la quale ospita le classi dalla prima alla sesta elementare, con un repentino aumento degli alunni su base annua.

Ospita anche la Scuola Secondaria e di Avviamento Pratico di Valle, chiamata anche Scuola SEC/SAP, ove si radunano gli allievi della Bassa Mesolcina e della Val Calanca che devono frequentare le classi dalla prima alla terza media (l'istruzione nella scuola secondaria di Roveredo è la medesima del resto del Canton Grigioni, eccezion fatta per la Terza Preliceo Ticino, sezione a cui solo pochi alunni possono accedervi). Nelle scuole medie di Roveredo viene applicato il metodo di valutazione nazionale denominato Modello C.

Dopo oltre 25 anni di discussioni politiche, nell'anno 2015 ha preso avvio il cantiere per la costruzione delle nuove scuole dell'infanzia, attualmente suddivise in tre sedi ben distinte.

Quartieri[modifica | modifica wikitesto]

Gli abitanti di Roveredo si identificano al cospetto degli altri residenti nel comune, come abitanti di un dato quartiere. Seppur i quartieri non godano di uno statuto ufficiale, i principali sono Campagna, San Giulio (San Giuli), San Fedele (San Fedée), Vera (Véra), Carasole (Carasoo) e Piazzetta (Piazèta), quest ultimo definito il centro del paese, sia dal profilo geografico che economico. Un tempo, parte dei quartieri quartieri citati, rappresentavano le degagne, ovvero quegli enti amministrativi che andarono poi ad unirsi sotto il simbolo del rovere e creando l'attuale comune di Roveredo.

Dal 2017 il Comune di Roveredo godrà di una nomenclatura ufficiale e riconosciuta a livello federale per quanto concerne le strade e le piazze, nonché alcuni sentieri pedonali di importanza collettiva. Non sarà tuttavia prevista la creazione ufficiale di quartieri e/o frazioni.

Personalità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arnoldo Marcelliano Zendralli, I Magistri Grigioni, architetti e costruttori, scultori, stuccatori e pittori dal XVI al XVIII secolo, Tipografia Menghini, Poschiavo 1958.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 391, 405-410.
  • Emilio Motta, Effemeridi ticinesi, ristampa Edizioni Metà Luna, Giubiasco 1991.
  • Max Pfister, Baumeister aus Graubünden. Wegbereiter des Barock, Verlag Bündner Monatsblatt, Coira 1993.
  • Kühlental Michael (a cura di), Graubündner Baumeister und Stukkateure. Beiträge zur Erforschung ihrer Tätigkeit im mitteleuropäischen Raum, Locarno 1997.
  • AA. VV., Storia dei Grigioni, 3 volumi, Collana «Storia dei Grigioni», Edizioni Casagrande, Bellinzona 2000.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 492, 507-511, 514.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN135743187 · GND: (DE4721679-7
Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Svizzera