Rover serie 600

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Rover Serie 600)
Rover serie 600
Rover 618 SI front 20080519.jpg
Descrizione generale
Costruttore Regno Unito  Gruppo Rover
Tipo principale Berlina
Produzione dal 1993 al 1999
Sostituisce la Austin Montego
Sostituita da Rover 75
Esemplari prodotti 270 988[1]
Euro NCAP (1997[2]) 1.5 stelle
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4645 mm
Larghezza 1950 mm
Altezza 1380 mm
Altro
Stessa famiglia Honda Accord
Auto simili Ford Mondeo
Peugeot 406
Renault Laguna
Volkswagen Passat
Rover 618 SI rear 20080519.jpg

La Rover serie 600, progettata su base Honda Accord, è un'automobile prodotta dal 1993 al 1999 dal Gruppo Rover.

Il contesto[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente disponibile in 3 versioni definite 618, 620 e 620Ti: la prima equipaggiata con un propulsore 1.8 l da 115 CV /85 Kw, la seconda con un 2.0 l di origine Honda da 130 CV / 96 Kw l'ultima una 2.0 turbocompressa da 200 CV / 147 Kw a 4 cilindri di progettazione Rover.

Di serie su tutte le versioni erano disponibili aria condizionata, servosterzo, airbag lato guida, chiusura centralizzata con telecomando, 4 alzacristalli elettrici e spechietti retrovisori regolabili elettricamente.

Sulle versioni 2.0 si aggiungevano cerchi in lega, ABS e autoradio

All'inizio del 1996 avvenne il primo aggiornamento, forzato più che altro dalle nuove leggi antinquinamento. Nelle nuove versioni l'ABS venne reso disponibile su tutti i modelli, così pure il doppio airbag, i poggiatesta posteriori regolabili in altezza e la terza luce di stop posteriore. Nonostante gli aggiornamenti l'auto, sottoposta ai crash test dell'Euro NCAP nel 1997, sotto il punto di vista della sicurezza automobilistica raggiunse le 1.5 stelle di valutazione[2].

Tutti i motori vennero omologati anche Euro 2 ed entrò in produzione la versione diesel definita 620SDi equipaggiata da un 2.0 l turbocompresso erogante 105Cv/77Kw: una delle maggiori potenze per l'epoca. Nel 1998 avvenne l'ultimo aggiornamento che porta gli specchietti, le maniglie ed i salvaporta in tinta con la carrozzeria.

Venne sostituita nel 1999 dalla nuova Rover 75 (che prese il "posto" anche dell'ammiraglia Rover 800) progettata sotto l'egida della BMW poco prima che il Gruppo Rover venisse smembrato con la nascita del nuovo gruppo MG Rover.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) History: Production figures, su aronline.co.uk. URL consultato il 22 dicembre 2016.
  2. ^ a b Test Euro NCAP del 1997, su euroncap.com. URL consultato il 22 dicembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili