Roselina Salemi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Roselina Salemi (Ancona, 1º ottobre 1955) è una scrittrice e giornalista italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Siciliana d'origine, ma nata ad Ancona il 1º ottobre 1955, vive e lavora a Milano[1][2][3].

Giornalista dagli anni ottanta, è autrice di due romanzi: La fontana invisibile del 1995 e Il nome di Marina del 2005, ispirato alla vera storia della località balneare rasa al suolo negli anni ottanta[1] e vincitore del Premio Chianti 2006-2007[4].

Oltre ai due romanzi ha scritto un saggio sul tema dell'aborto (Sulla pelle delle donne), un dossier sul rapporto tra microcriminalità e disagio giovanile in Sicilia (Ragazzi di Palermo) e una bibliografia del filosofo e politico Antonio Banfi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Tano Rizzo, Marina di Mellili: intervista a Roselina Salemi, su Girodivite. Segnali dalle città invisibili, 28 giugno 2006. URL consultato il 9 maggio 2018.
  2. ^ Elenco iscritti all'Ordine dei Giornalisti, pagina 320 (PDF), su 77.81.236.91. URL consultato il 9 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 9 maggio 2018).
  3. ^ Giorgio Dell'Arti (a cura di), Biografia di Roselina Salemi, su Cinquantamila, Corriere della Sera (archiviato dall'url originale il 9 maggio 2018).
  4. ^ a. f., A Roselina Salemi il 'Chianti'. Savatteri primo al 'Cala Volpe', in la Repubblica, 15 maggio 2007. URL consultato il 9 maggio 2018.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi

Saggi

Critica letteraria

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN24617292 · ISNI (EN0000 0000 2647 3990 · SBN RAVV028227 · LCCN (ENn84115912 · BNF (FRcb120337806 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n84115912