Rosalia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Rosalia (disambigua).

Rosalia è un nome proprio di persona italiano femminile[1][2][3][4][5].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

L'origine di questo nome è da collegare strettamente alla figura di santa Rosalia, vergine ed eremita siciliana vissuta nel XII secolo: le prime attestazioni del nome scritto in questa forma sono infatti riferite proprio al suo personaggio, e sono di pochi decenni successive alla sua morte, avvenuta nel 1160[1]. Sono frequenti le spiegazioni secondo cui il nome sarebbe un composto di Rosa e Lia, un derivato dal fiore della rosa, o anche una ripresa del nome delle Rosalia, un'antica festa dei fiori pagana[1][5][6][7]; si tratta tuttavia di paretimologie (o, eventualmente, di elementi che hanno contribuito a modificare la pronuncia del nome): sapendo infatti che santa Rosalia era di famiglia normanna, e che in Sicilia sono presenti varianti dialettali del nome quali Rusulina e Rusulinu, è molto più probabile che "Rosalia" sia da ricondurre a Rocelin o Roscelin, un nome francese antico presente anche nelle chanson de geste, che tra l'altro, sempre nel XII secolo, venne introdotto dai normanni anche in Inghilterra in forme quali Rozelin e Roscelyn[1][2][8].

Rocelin deriva da Ruozelin, un nome di origine germanica formato sulla radice hroth, "fama", "gloria" (o, meno probabilmente, hros, "cavallo"), da cui derivano nomi come Rodolfo, Rolando, Roberto e Roswitha; la terminazione in -lin non è tanto un secondo elemento, bensì un suffisso comune negli ipocoristici germanici, ossia forme abbreviate di altri nomi[1] (si confrontino ad esempio nomi quali Emmelina, Ezzelino, Jocelyn e Ségolène).

In Italia, il nome è accentrato per due terzi dei casi al Sud (il restante terzo nel Centro-Nord è comunque in parte dovuto ad immigrazione interna), e in particolare nel Palermitano, chiaro riflesso del culto della santa[2][4]. Nei paesi anglofoni, il nome è in uso dal XVIII secolo[7].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico si festeggia il 4 settembre in memoria di santa Rosalia, vergine ed eremita, patrona di Palermo[1][6][9]. In alcuni luoghi è venerata il 15 luglio[9]. Si ricorda con questo nome anche due beate: Rosalia Rendu, religiosa delle Figlie della carità di San Vincenzo de' Paoli, commemorata il 7 febbraio, e Rosalia du Verdier de la Soriniere, religiosa delle Benedettine di Nostra Signora del Calvario, ghigliottinata durante la rivoluzione francese e ricordata il 27 gennaio[9].

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Variante Rosalía[modifica | modifica wikitesto]

Variante Rosalie[modifica | modifica wikitesto]

Variante Rozalia[modifica | modifica wikitesto]

Variante maschile Rosolino[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j Tagliavini, pp. 298-300.
  2. ^ a b c d e De Felice, p. 100.
  3. ^ a b c La Stella, p. 315.
  4. ^ a b c d Galgani, p. 444.
  5. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x (EN) Rosalia, su Behind the Name. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  6. ^ a b c d e f Albaigès i Olivart, p. 216.
  7. ^ a b c d e Sheard, p. 496.
  8. ^ Yonge, p. 420.
  9. ^ a b c Sante e beate di nome Rosalia, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 29 gennaio 2022.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi