Romano Vaccarella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Romano Vaccarella (Roma, 2 agosto 1942) è un giurista italiano.

È stato eletto giudice della Corte Costituzionale il 24 aprile 2002 dal Parlamento italiano in seduta comune con 583 voti. Si è poi dimesso il 30 aprile 2007, in polemica col Governo Prodi II, sulla questione del referendum elettorale.

Dopo aver insegnato in diverse università italiane, tra cui l'Università degli studi di Roma Tor Vergata, l'Università La Sapienza, e l'Università LUISS, attualmente è professore ordinario di diritto processuale civile presso l'Università La Sapienza di Roma. Insegna, inoltre, diritto processuale civile presso la LUISS Guido Carli.

È stato l'avvocato difensore di Silvio Berlusconi in numerosi processi civili. Attualmente difende la Fininvest nella vicenda che la contrappone alla CIR.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Giudice costituzionale. Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 8 maggio 2002[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN24692162 · ISNI: (EN0000 0000 2452 3624 · SBN: IT\ICCU\CFIV\051474 · LCCN: (ENn84057977 · BNF: (FRcb124283605 (data)