Romano Sgheiz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Romano Sgheiz
Nazionalità Italia Italia
Altezza 186 cm
Peso 85 kg
Canottaggio Rowing pictogram.svg
Specialità quattro con Otto Quattro senza
Ritirato ritirato
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Melbourne 1956 quattro con
Bronzo Roma 1960 quattro con
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Bronzo Bled 1956 quattro con
Oro Duisburg 1957 otto
Oro Poznań 1958 otto
Oro Praga 1961 otto
Argento Copenaghen 1963 quattro senza
Bronzo Amsterdam 1964 quattro senza
Italy looking like the flag.svg Campionati Italiani
Oro 1956
Oro 1957
Oro 1958
Oro 1959
Oro 1960
Oro 1961
Oro 1962
Oro 1963
Oro 1964
Oro 1968
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Oro Napoli 1962 quattro senza
 

Romano Sgheiz (Colico, 28 giugno 1937) è un ex canottiere italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Un prodotto della scuola lecchese di canottaggio, quella della Moto Guzzi, nel 1955 partecipa ai campionati italiani di iole.

Nel 1956 campionati europei di Bled vince la medaglia di bronzo con il "quattro con" con Franco Trincavelli, Angelo Vanzin, Alberto Winkler e Ivo Stefanoni, timoniere.

Il 27.11.1956 l'equipaggio Romano Sgheiz, Franco Trincavelli, Angelo Vanzin, Alberto Winkler e Ivo Stefanoni vince le Olimpiadi a Melbourne nel "quattro con".

L'anno successivo l'intero l'equipaggio passa all'otto e con Attilio Cantoni, Giovanni Zucchi, Abbondio Mercelli, e Giuseppe Moioli si aggiudica gli Europei a Duisburg.

Nel 1958 conferma l'oro continentale vincendo ancora a Poznań, nel '59 agli Europei di Vichy è quarto.

Ai Giochi della XVII Olimpiade nel 1960 a Roma nel "quattro con" è bronzo.

Torna all'oro nel 1961 agli Europei di Praga con l'otto.

Nel 1962 è quarto ai mondiali di Lucerna con l'otto, poi torna al "quattro senza" e si aggiudica l'oro ai Giochi del Mediterraneo a Napoli.

Nel 1963 è argento agli Europei di Copenaghen con il "quattro senza".

Partecipa alla terza Olimpiade della sua carriera a Tokio nel 1964 dove con il "quattro senza" è quinto, quindi con la stessa barca arriva al bronzo ai successivi Europei ad Amsterdam.

Chiude la carriera nel 1968 alle Olimpiadi di Città del Messico dove giunge quarto con il "quattro con".

Negli anni della sua lunga attività è stato ben dieci volte campione italiano: ininterrottamente dal ‘56 al ‘64 e nel 1968.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
«Campione olimpico 1956»
— 15 dicembre 2015[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Collari d'oro 2015, su coni.it. URL consultato il 27 dicembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]