Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Rogue Galaxy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rogue Galaxy
Sviluppo
Pubblicazione Sony Computer Entertainment
Data di pubblicazione
Genere Action RPG
Tema Fantascienza
Modalità di gioco 1 giocatore
Piattaforma PlayStation 2

Rogue Galaxy (ローグギャラクシー Rōgu Gyarakushī?) è un videogioco di genere Action RPG, pubblicato dalla Sony nel 2005 in Giappone e nel 2007 nel resto del mondo, e sviluppato per PlayStation 2.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jaster Rogue, un ragazzo che vive, sotto la protezione del prete Raul, sul pianeta desertico Rosa, pianeta da poco annesso alla Federazione di Longardia, torna nella sua città dopo un viaggio nel deserto, ma appena tornato la città viene attaccata da dei mostri. Mentre cerca di rendersi conto di ciò che sta accadendo, viene attaccato da alcune bestie. In suo aiuto accorre un misterioso personaggio, che si sbarazza facilmente delle bestie che stanno assalendo Jaster. I due si avviano quindi verso il centro della città, per cercare di fermare il mostro più grande. Nel frattempo, per le strade circolano due strani personaggi: un robot e un uomo con una tuta da astronauta, apparentemente alla ricerca di qualcuno. Il misterioso alleato di Jaster appena intravede i due capisce che stanno cercando lui: quindi si separa da Jaster, donandogli la sua spada e il suo "rileva-battaglie", uno strumento che registra i nemici sconfitti dai cacciatori di tutta la galassia, stilando poi una classifica. Jaster incontra i due, che subito riconoscono la spada di Jaster: è una delle leggendarie Spade delle Sette Stelle, intorno alle quali ruota una vera e propria religione. Credendo Jaster il legittimo proprietario della spada si presentano: il robot, di nome Steve, e Simon, quello vestito da astronauta, fanno parte dell'equipaggio della leggendaria nave spaziale pirata Dorgenark e stanno cercando il cacciatore Artiglio del Deserto, possessore di una Spada delle Sette Stelle, per reclutarlo a bordo della Dorgenark. Dopo aver sconfitto la bestia che sta distruggendo la città, Jaster decide di imbarcarsi sulla Dorgenark, per raggiungere il suo sogno, andare nello spazio. Rischia di essere divorato da degli enormi vermi del deserto, ma la figlia del capitano Dorgengoa, Kisala, lo salva. A bordo della nave Jaster fa anche la conoscenza di Zegram, un mercenario dall'oscuro passato e il primo ufficiale Moosha (un gatto); anche se non riesce a parlare con il capitano.

Abbandonato il pianeta Rosa il gruppo si dirige verso il pianeta Zerard, dove si trova la sede della Gilda Galattica, per rinnovare il passaporto galattico. Ma quando la nave attraversa la nebulosa Rosa viene assaltata da bestie spaziali, che danneggiano gravemente lo scafo. L'equipaggio è così costretto ad affrontare un atterraggio di fortuna sul pianeta Juraica, coperto interamente da foreste. I danni riportati sono gravissimi: tutto il carburante è andato irrimediabilmente perso. Quindi a Jaster, Kisala e Zegram viene affidato il compito di recuperare il Frutto del Fuoco, usato per produrre il carburante indispensabile per far ripartire la nave. Ma entrano in conflitto con i Burkaqua, la tribù che controlla quella zona di foresta. Salvano quindi Kisala, catturata mentre stavano spiando una guerriera Burkaqua (che si presenta con il nome di Lilika) e una ragazza cieca, da una rana gigante mutata dalla Runa (una misteriosa sostanza che rende malvagio qualsiasi cosa con cui entri in contatto). Quella ragazza, Miri, sorella di Lilika, si stava purificando alla fonte perché doveva essere offerta in sacrificio al Dio delle Stelle, per fermare un misterioso morbo che da qualche tempo colpisce i Burkaqua, ovvero la Runa. Jaster e i suoi compagni decidono di fermare la tribù, e ottengono il consenso di un membro della tribù, molto legato alla sorella di Lilika. Ma a nulla servono i loro sforzi, così decidono di fermare con la forza il sacrificio. Arrivati all'altare sacrificale scoprono che il Dio delle stelle non era altro che un mostro. Dopo averlo sconfitto Jaster ed i suoi compagni ripartono in viaggio verso Zerard assieme a Lilika, la quale viene esiliata dal villaggio con il solo motivo di mantenere viva la leggenda del Dio delle Stelle per riuscire a controllare il villaggio.

Ripreso il viaggio verso Zerard, il gruppo cerca di rinnovare il passaporto presso la Gilda Galattica. A causa di un malinteso, vengono scambiati per terroristi e richiusi nella Prigione di Rosencaster all'interno della quale scoprono che il direttore agl'ordini dell'azienda Daytron (che sta finanziando l'Impero di Lorgardia nella guerra in corso) sta conducendo degli esperimenti per trasformare gli uomini in bestie, mediante l'utilizzo della Runa, la Daytron intende infatti fomentare la guerra creando artificialmente delle bestie. I pirati riescono quindi a fuggire dalla prigione. In seguito fermano il piano criminale dello scienziato ed hacker Jupis, ai danni della Daytron, per cui lavorava e riescono a ottenere il passaporto. Jupis riesce a fuggire, per poi unirsi all'equipaggio della nave, corrompendo Kisala e Moosha dell'equipaggio.

Finalmente, il Capitano Dorgengoa vede Jaster per la prima volta, rivelando che non è il vero Artiglio del Deserto edordina che il ragazzo sia gettato fuori dalla nave, ma Kisala lo difende. Dorgengoa decide perciò testare la capacità di Jaster. In primo luogo, egli rivela il suo obbiettivo: La ricerca del pianeta perduto di Eden, che si dice essere scomparsa 10.000 anni fa. La chiave per trovare Eden sono le "Grandi Steli", che sono andate perdute e che Dorgengoa sta cercando da molto tempo. Si dice che una di queste steli sia stata recentemente rinvenuta sul pianeta Vedan, nella città mineraria di Myna. Giunti su Vedan, i pirati incontrano l'ex-soldati Deego e la sua fidanzata Angela. Deego aiuta il gruppo ad entrare nelle miniere, ma non fanno in tempo a recuperare la stele prima dagli uomini della Daytron, che si dirigono verso il pianeta Rosa. Deego decide di unirsi all'equipaggio della Dorgenark, e Angela promette di aspettare il suo ritorno.

I pirati tornano su Rosa e si dirigono alle rovine del deserto Sylvazard. Sulla stele vi sono tre piedistalli, su ognuno di essi deve essere posto un simbolo. Nel frattempo, il presidente della Daytron: Valkog Drazer e la sua assistente, Norma Kissleigh, arrivano accompagnati dal misterioso Seed, uno spadaccino mascherato, creato in laboratorio da uno scienziato della Daytron: il Dr. Izel (probabilmente usando gli stessi procedimenti usati dal direttore Rosencaster per creare le bestie). Seed impegna la squadra in una dura battaglia. Essi non sono in grado di sconfiggerlo, ma vengono salvati da Artiglio del Deserto, che scompare di nuovo. Sulla Dorgenark, dicono a Dorgengoa dei piedistalli e Deego deduce che i simboli chiave sono probabilmente all'interno dei tre templi dei Re Antichi: Le rovine di Re Leo, su Juraika, le rovine di Re Gemini, su Zerard e le rovine di Re Cancer su Vedan.

Raccolti i tre simboli, dopo un viaggio attraverso i vari pianeti, Jaster li pone sui piedistalli, trasformando la stele in un enorme struttura puzzle tridimensionale. Seed fa la sua comparsa e si rivela essere in grado di lanciare una sorta di incantesimo che gli permette di manipolare la struttura. Tuttavia, egli si dimostra incapace di risolvere il puzzle e Valkog lo abbandona considerandolo un fallimento. Furioso, Seed attacca Jaster trasformandosi in una bestia enorme. Ma quest'ultimo riesce a sconfiggerlo scatenando un misterioso ed enorme potere, potere che utilizza per risolvere il puzzle, aprendo le porte di un labirinto. Deego ipotizza che Jaster possa essere un discendente del Re delle Stelle, un antico re che governò l'intera galassia 50.000 anni fa. Dopo aver aperto il labirinto, un Jaster confuso ritorna alla normalità, e l'equipaggio entra nella struttura.

All'interno, incontrano Ragnar, un robot che spiega a Kisala che in realtà è la principessa Irieth di Mariglenn, il pianeta noto anche come Eden. Le dà la chiave per aprirne le porte. Nel frattempo, La nave ammiraglia della Daytron attacca Salgin. Valkog ordina a Jaster di consegnargli la chiave o distruggerà la città e Jaster sta per accettare, quando Padre Raul scatena un impulso elettromagnetico contro la nave, disabilitandone parzialmente le armi. Tuttavia, Valkog fa fuoco sulla chiesa di Raul prima di ritirarsi. Raul muore tra le braccia di Jaster dopo avergli dato un artefatto che porta apparentemente al deserto di Kuje. In mezzo a Kuje, il gruppo trova un villaggio, Joannasburg. Lì, incontrano lo spirito di una donna chiamata Joanna. Ella spiega di essere discendente del Re delle Stelle, così come suo figlio; Jaster. Artiglio del Deserto fa nuovamente la sua comparsa, dicendo a Jaster di essere suo padre. Ha affidato Jaster a Raul, preparandosi al giorno in cui Jaster avrebbe risvegliato il potere del Re delle Stelle per aprire le porte di Eden.

Jaster utilizza la chiave e apre un portale nello spazio che appare sopra Rosa. Dopo aver attraversato, l'equipaggio giunge sul pianeta Mariglenn, dove vengono accolti dalla regina Freidias, la madre di Kisala. Freidias racconta in seguito la storia di Mariglenn; una decina di migliaia di anni fa, il pianeta è stato attaccato dall'energia maligna della Runa, che possiede il potere di trasformare gli esseri viventi in bestie. Madre, l'essenza della Runa, ha preso il controllo del pianeta, e la sua gente si rese presto conto che una volta distrutta Mariglenn, Madre avrebbe poi esteso il suo dominio da pianeta a pianeta, distruggendo l'intera galassia. Freidias, per impedire questo ha sigillato Mariglenn in un "limbo spazio-temporale", su Mariglenn è passato un anno, mentre nell'intera galassia sono passati 10.000 anni. Solo una persona può sconfiggere Madre - il Re delle Stelle.

L'equipaggio si avventura nella foresta di Ti'atha dove incontrano lo spirito del padre di Kisala, re Albioth. Albioth aveva affrontato Madre, venendo sconfitto e trasformato in una bestia. Egli dice loro che l'unico modo in cui Madre può essere sconfitta è neutralizzando il potere della sua Runa, utilizzando l'energia Drigellum; che può essere trovata solo nei cuori delle persone buone. Ognuno dei cuori del gruppo genera una sfera di Drigellum, forgiando una spada mistica. Entrano così nella tana di Madre ed inizia la battaglia. Jaster rilascia ancora una volta il potere del Re delle Stelle, il cui spirito prende il controllo del corpo del giovane. Il Re delle Stelle rivela che Madre un tempo era una strega di nome Ilzarbella, al suo servizio, finché non fu sedotta dal potere della Runa. Usando la spada di Drigellum, Il Re delle Stelle/Jaster la distrugge per sempre. Tuttavia, non appena si conclude la battaglia, Valkog giunge con la sua nave, accompagnato dai suoi assistenti Norma e il Dr. Izel. La loro intenzione è di raccogliere l'energia della Runa per creare altre bestie in modo da continuare la guerra e accrescere i profitti della Daytron. Tuttavia, la Runa ingloba la nave, assorbendo Valkog, Norma e il Dr. Izel, fondendoli insieme alla nave e dando vita ad una mostruosa e gigantesca creatura simile ad un vascello che attacca Jaster e il suo gruppo. Questi si dividono, ogni membro combatte una parte separata della Nave Demoniaca, sconfiggendola e salvando la galassia.

Mariglenn torna al suo stato originario, e Kisala dice addio a Freidias. Quando ritornano alla propria galassia, il gruppo scopre che il pianeta Mariglenn è ricomparso e decidono di tornarvici, per scoprire che sono passati 10.000 anni, essendosi riassestato lo spazio-tempo. Gli abitanti nominano Kisala loro nuova regina, con grande disappunto di Dorgengoa e Jaster, Kisala però, per rispettare la volontà della madre, accetta, seppur con malincuore.

Tempo dopo, Jaster e Monsha discutono della pace galattica appena riconquistata, mentre Kisala viene incoronata come nuova regina. Nel frattempo, Simon ritorna dalla sua famiglia, Lilika torna a Bukaqua, Deego si riunisce con Angela, Steve torna a lavorare con il suo creatore: Il Dottor Pocaccho, Jupis riprende le sue ricerche scientifiche, solo Zegram rimane sulla Dorgenark. Più tardi, Dorgengoa dice a Jaster che stanno tornando a Mariglenn, con l'obbiettivo di riprendersi Kisala. La storia termina con una narrazione: l'equipaggio sarebbe partito alla conquista del "tesoro supremo" e quella sarebbe stata la loro ultima azione da pirati.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali

  • Jaster Rogue: un ragazzo di Rosa, allevato dal prete Raul, che lo ha cresciuto nella sua chiesa. Jaster si è sempre dato da fare per aiutare il suo povero pianeta e il suo grande sogno, alimentato dalle notti passate a guardare le stelle con Raul, è quello di viaggiare nello spazio. Durante l'attacco della Salamandra Mark VIII a Salgin, Jaster combatte prima a fianco di un misterioso incappucciato, e poi assieme al robot Steve e al buffo Simon, pirati della Dorgenark andati su Rosa per trovare il leggendario cacciatore di taglie Artiglio del Deserto. Verso la fine della storia si scopre che Jaster discende dal "Re delle Stelle", un leggendario sovrano, venerato come un dio, che 10.000 anni prima governò e unificò la galassia, fino ad allora sempre in conflitto.
  • Kisala: Kisala è una dolce e forte ragazza, figlia del capitano pirata, Dorgengoa, che porta in salvo Jaster mentre cerca di salire sulla Dorgenark in partenza da Rosa. Lei è l'unica donna a bordo della nave quando Jaster si unisce. Per Kisala le armi principali sono due pugnali gemelli e le sue armi secondarie sono i suoi stivali. Si scoprirà infine che Kisala è figlia della regina di Mariglenn. Il Robot della regina riuscì a portarla fuori dalla dimensione dove era stato rinchiuso il pianeta per poi essere trovata e cresciuta come figlia dal capitano della Dorgengoa. Alla fine della storia, dopo la sconfitta della runa madre il pianeta Marigleen uscirà dalla dimensione in cui era stato rinchiuso. Kisala deciderà di rimanere lì a governare nonostante il disappunto di Jaster e del capitano. Tuttavia dopo i sottotitoli di coda il capitano in compagnia di Jaster e Zegram annuncerà di avere un'ultima missione da fare come pirati e che la destinazione attuale è Mariglenn. Facendo intuire di essere tornati indietro a riprendersi Kisala.
  • Zegram Ghart: Zegram è uno dei migliori cacciatori di mostri della galassia, gli piace particolarmente il Grog e si è unito alla ciurma della Dorgenark per volere di Dorgengoa. Zegram è distaccato e diffidente e non offre indizi del suo passato, quando Jaster si unisce all'equipaggio, Zegram ha i suoi dubbi sul fatto che il protagonista sia davvero il famoso artiglio del deserto. Le armi di Zegram sono la spada e lo shuriken. Col proseguire della storia si scoprirà che Zegram aveva una fidanzata, morta a causa di una malattia. Fece poi un patto che una azienda della genetica che gli avrebbero promesso di riportarla in vita se lui in cambio gli avresse portato una determinata cosa.
  • Steve Pokaccho: Steve Pokaccho è un androide creato dal dottor Donald Pokaccho, Steve funge da navigatore della nave a causa del suo database interno avente una memoria più forte e più veloce rispetto a quella di qualsiasi altro membro dell'equipaggio. Steve è forse la persona più innocente dell'equipaggio e non ha mai l'intenzione di danneggiare gli altri. Le sue armi sono le sue mani ed un paio di droni.
  • Simon Wicard: Simon Wicard è un membro dell'equipaggio Dorgengoa e buon amico di Steve, lui è noto per avere un fiducioso e allegro accento scozzese. Simon è un uomo basso e robusto il cui corpo è in gran parte coperto in una tuta spaziale di grandi dimensioni. Lui e Steve nella prima missione che fanno nel gioco scambiano il protagonista per il famoso Artiglio del Deserto, lo porteranno sulla loro nave dando così inizio all'avventura. Le sue armi sono bombe e lancia missili. Col proseguire della storia si scopre che Simon era uno scienziato e che a causa di un incidente il corpo venne completamente sfigurato costringendolo a portare sempre la tuta per coprirsi. Si scoprirà che Simon ha una moglie e una figlia che girano per i pianeti alla sua ricerca. Simon tuttavia, considerandosi un mostro, si rifiuta di mostrarsi a loro. Comprendendo infine cosa è importante, cioè sua moglie e sua figlia, deciderà alla fine di tornare da loro.
  • Lilika Rhyza: Lilika è una giovane guerriera burkaqua dai capelli lunghi e viola, disposta a tutto per il bene del suo villaggio. Quando una mortale epidemia si abbatte su Juraika accetterà di offrire in sacrificio la sorella minore, Miri, ma fortunatamente Jaster e Kisala riusciranno a dissuaderla. Lilika sarà così esiliata dal suo villaggio e si unirà alla ciurma di Dorgengoa. Le sue armi sono l'arco e le accette.
  • Deego: Deego è un cane antropomorfo che viene arruolato dalla ciurma su Vedan. Imponente fisicamente, poiché molto alto e muscoloso, Deego è inoltre dotato di un braccio meccanico (che sostituisce il suo braccio destro) nel quale sono installati un lanciamissili o un mitragliatore, a seconda dell'equipaggiamento che il giocatore decide di impostare. Come già detto, Deego usa come arma un mitra o un lanciamissili, ma la sua arma principale è l'ascia da combattimento, che maneggia con una mano sola, grazie alla straordinaria forza che lo contraddistingue.
  • Jupis Tooki McGanel: peculiare personaggio proveniente da Zerard, Jupis sarà prima nemico e poi membro della ciurma di Dorgengoa. Fisicamente si presenta come un rettile antropomorfo, con braccia e collo molto lunghi e muso simile a quello di una lucertola. Jupis è un abilissimo e intelligentissimo hacker e programmatore, nonché un abile combattente. Le sue armi sono la lancia, che tiene riposta sulla schiena quando non la brandeggia, e il portadischi, strana scatola contenente oggetti simili a shuriken, che Jupis scaglia contro gli avversari. Le sue abilità speciali sono forse le più comiche tra tutte quelle disponibili, difatti prevedono che Jupis ingerisca un peperoncino piccante e sputi successivamente una fiammata, o che beva una tazza di te seduto su una sedia.

I pianeti di Rogue Galaxy[modifica | modifica wikitesto]

  • Rosa: piccolo pianeta desertico ricco di risorse, da poco aderito con la forza alla Federazione di Longardia per proteggerlo dall'Impero di Draxia. Jaster è stato ritrovato qui da padre Raul e allevato come un figlio. Il centro abitato più importante è Salgin, mentre a sud si estende l'immenso deserto di Sylvazard, costellato di rovine legate al pianeta Eden. A nord invece vi è il deserto di Kuje, ancora più temibile a causa delle tempeste di sabbia e delle strane apparizioni di spiriti. Si dice che, da qualche parte in questo deserto, vi sia uno strano e fertile villaggio dove il tempo non sembra scorrere...
  • Nebulosa rosa: una splendida nebulosa rosa, amata da tutti i viaggiatori galattici. Qui la Dorgenark viene attaccata dai mostri.
  • Juraika: un mondo ricoperto del tutto da foreste. La Dorgenark è costretta ad un atterraggio di fortuna qui dopo un attacco di demoni nella Nebulosa Rosa. Piuttosto primitivo rispetto ad altri pianeti, questo posto è popolato da tribù stile africano-precolombiano ancora molto legato a superstizioni e leggende. Su questo pianeta si trovano in oltre le rovine del castello di Re Leo, uno dei 12 re dello spazio. Lilika è un abitante di questo pianeta.
  • Zerard: il pianeta più avanzato della galassia, sede di importanti edifici quali la Gilda Galattica, la prigione di Rosencaster e la sede della Daytron. Dietro la città si stagliano le immense Torri Gladius, fatte erigere dai figli gemelli di re Libra, uno dei 12. Arrivati qui per rinnovare il passaporto galattico, prima di riuscire nell'impresa dovranno affrontare diverse peripezie, l'arresto e l'evasione da Rosencaster e la cattura di Jupis Tooki, l'hacker terrorista che ha preso il controllo della Daytron, e che diverrà poi un alleato.
  • Vedan: pianeta minerario. L'unica zona abitata, la città di Myna, è avvolta in una notte perenne ed è controllata dalla mafia, capitanata dalla famiglia Morarty. La zona più allegra della città è di sicuro la piazza del bar di Angela, amica di vecchia data di Deego. Sotto nei canali vivono i figli dei minatori rimasti uccisi, comandati dall'intelligente Harry. Questi canali nascondono anche la cripta di re Cancer.
  • Alistia: questo mondo non fa parte della trama principale. Pianeta tropicale, composto al 90% di acqua, e occupato da due razze, Sleeg, animali marini umanoidi, e Meren, simili a sirene. Di quest'ultima è rimasta in vita una sola ragazza, Nina, che però è in buoni rapporti con gli Sleeg. Il resto della sua razza è stata sterminata dalle sostanze inquinanti della succursale della Daytron su Alistia. I ribelli dopo un lungo assedio, riusciranno a sconfiggere l'azienda, vedendosela con Ganimede, un gigantesco paguro bionico creato dalla Daytron.
  • Marigleen: Marigleen era un tempo il pianeta più sviluppato della galassia, conosciuto nelle storie con il nome di "Eden". Avanzato tecnologicamente, questo mondo fu attaccato dalla signora della Runa, Madre, che lentamente invase il pianeta e lo corruppe, fino a farlo assomigliare in alcune regioni a Marte, o addirittura ad Io. Le poche persone sopravvissute vivono nel castello della regina Freidias, che per salvaguardare la galassia ha nascosto il pianeta in un'altra dimensione, mandando il suo fedele robot Ragnar a inviare gli oggetti necessari ad aprire una porta per raggiungere Marigleen. Lo sbalzo di anni fra Marigleen e la galassia è enorme: mentre Marigleen è rimasto invaso dalla Runa per circa un anno, nella galassia sono passati 10.000 anni e di Marigleen non è rimasta che leggenda.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Le musiche sono state composte da Tomohito Nishiura e ricordano quelle di giochi come Skies of Arcadia e Star Ocean. Il brano finale è composto da Tomohito Nishiura e scritto, arrangiato ed eseguito da Barbara Kessler.

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi