Roggione di Sartirana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roggione di Sartirana
StatoItalia Italia
RegioniLombardia Lombardia
ProvincePavia Pavia
Lunghezza27 km
Portata media27 m³/s
NasceSesia presso la Diga di Palestro
Affluentiroggia Gamarra
SfociaSesia a sud di Sartirana Lomellina

Il Roggione di Sartirana è un canale artificiale che attraversa il territorio della Lomellina, in Lombardia.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Esso è la derivazione più meridionale, dal Sesia; è destinato all'irrigazione di molti terreni, nei comuni di Rosasco, Langosco, Cozzo, Candia, Valle, Breme, Semiana, Mede, Torre Beretti, Frascarolo e Sartirana Lomellina.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Il canale trae origine dal fiume Sesia, in comune di Palestro (PV).

Più avanti riceve il suo principale affluente: la roggia Gamarra, proveniente dal Novarese (la Gamarra rappresenta il tratto terminale della roggia Bolgora, che attraversa Borgo Vercelli).
Successivamente, il canale prosegue verso sud, attraversando diversi comuni della Lomellina, fino a Sartirana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu realizzato nel 1387, per ordine di Gian Galeazzo Maria Visconti, dopo le richieste di Beneventono De' Turtis che ebbe il privilegio di prelevare acque dalla sponda sinistra del fiume Sesia.

Il canale seguì le sorti del feudo di Sartirana; nel 1452 passò a Cicco Simonetta; nel 1522 passò alla nobile famiglia degli Arborio di Gattinara, che lo mantennero fino alla sua definitiva cessione al Regno Sabaudo, nel 1857. Oggi il canale è gestito dall'ente d'irrigazione "Est Sesia", che controlla tutti i canali della Lomellina.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]