Rodolfo Ziberna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rodolfo Ziberna
Rodolfo Ziberna.jpg

Sindaco di Gorizia
In carica
Inizio mandato26 giugno 2017
PredecessoreRodolfo Romoli

Presidente dell'Ente di decentramento regionale di Gorizia
In carica
Inizio mandato1º luglio 2024
Predecessorecarica istituita

Dati generali
Partito politicoForza Italia (dal 2013)
In precedenza:
PSDI (fino al 1994)
FI (1994-2009)
PdL (2009-2013)
Titolo di studioLaurea in economia
UniversitàUniversità di Reggio Calabria
ProfessioneDirigente pubblico

Rodolfo Ziberna (Gorizia, 29 novembre 1961) è un politico e dirigente pubblico italiano, sindaco di Gorizia dal 26 giugno 2017.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia e studi[modifica | modifica wikitesto]

Rodolfo Ziberna è nato a Gorizia il 29 novembre 1961 da padre originario di Pola e da madre albonese. Il suo cognome è di origine slava.

Conseguito il diploma di maturità scientifica, si è laureato presso la facoltà di giurisprudenza dell'Università di Bologna. Ha frequentato numerosi corsi di approfondimento professionale nell'ambito del diritto amministrativo, del diritto della pubblica amministrazione, del diritto comunitario, management, tecnica legislativa, normativa sulla privacy.

Dopo il conseguimento del diploma di laurea, ha svolto l'attività di praticante avvocato e procuratore legale presso uno studio legale goriziano. Dal 1989 al 2010 è stato iscritto come patrocinatore all'Albo dei Procuratori presso il Tribunale di Gorizia.

Attività professionale[modifica | modifica wikitesto]

Durante gli anni universitari è stato contitolare di una società di commercializzazione di prodotti chimici per la casa, organizzatore di grandi eventi musicali, culturali e concertistici.

Nel 1990 ha partecipato e vinto, collocandosi nelle primissime posizioni di graduatoria, due concorsi per titoli ed esami indetti dall'amministrazione regionale friulana.

Negli anni 1998 e 1999 è stato capo di gabinetto dell'assessorato regionale alle finanze con responsabilità di coordinamento nei citati settori.

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1990 al 1993 è stato assessore del comune di Gorizia con deleghe alla cultura, all'istruzione, ai giovani, al turismo e allo sport.

È stato anche amministratore dell'azienda farmaceutica e delle aziende municipalizzate di Gorizia, consigliere comunale del comune, componente della giunta integrata della Camera di Commercio.

È stato per diversi anni segretario regionale, vicesegretario e successivamente Presidente nazionale dei Giovani socialdemocratici; nel PSDI è stato vicesegretario provinciale di Gorizia, sino alla chiusura della sede provinciale ed all'estinzione politica di questo partito nella provincia di Gorizia, avvenuta nel 1993.

Nel 1994 contribuisce alla fondazione di Forza Italia nella sua città e in tutta la provincia isontina, diventandone coordinatore provinciale dal 2013 al 2017.

Dal 2010 al 2013 ha svolto l'incarico di Presidente del Consorzio per lo sviluppo del Polo Universitario di Gorizia.

Nel maggio 2012 è stato nominato assessore tecnico con delega alla cultura, al turismo, ai grandi eventi, all'associazionismo e al volontariato.

Nel 2013 viene eletto consigliere regionale del Friuli-Venezia Giulia.

Nel 2017 viene candidato alla carica di sindaco di Gorizia in vista delle elezioni comunali con una coalizione di centro-destra che comprende Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia, Unione di Centro, Partito Pensionati e diverse liste civiche, vincendo al ballottaggio del 25 giugno con il 59,79% dei voti.

Ricandidato alle amministrative del 2022, viene riconfermato sindaco al ballottaggio con il 52,23%.

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2001 al 2013 è stato Presidente della Lega Nazionale di Gorizia.

Dal maggio all'ottobre 2012 è stato inoltre Presidente nazionale dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, di cui dal 2009 è stato vicepresidente.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È coniugato dal 2000 ed ha un figlio.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze italiane[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore al Merito della Repubblica Italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri.»
— 27 dicembre 2010[1]
Stella di Bronzo al Merito Sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Stella di Bronzo al Merito Sportivo
«Per aver concorso con le sue iniziative ed attività alla promozione dello sport in Italia e nel Friuli Venezia Giulia»
— 21 luglio 2009[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Predecessore Sindaco di Gorizia Successore Gorizia-Stemma.svg
Ettore Romoli dal 26 giugno 2017 in carica
Predecessore Presidente dell'Ente di decentramento regionale di Gorizia Successore Arms of the house of Gorizia.svg
carica istituita dal 1º luglio 2020 in carica
Controllo di autoritàVIAF (EN233265486 · ISNI (EN0000 0003 6735 7891 · LCCN (ENnb2003034812 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2003034812