Rodolfo Gigli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rodolfo Gigli

Presidente della Regione Lazio
Durata mandato 27 luglio 1990 –
5 agosto 1992
Predecessore Bruno Landi
Successore Giorgio Pasetto

Presidente del Consiglio regionale del Lazio
Durata mandato 21 febbraio 1994 –
16 giugno 1995
Predecessore Carlo Proietti
Successore Luca Borgomeo

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XIV (Fino al 15/06/2005)
Gruppo
parlamentare
Forza Italia
Coalizione Casa delle Libertà
Circoscrizione Lazio 2
Collegio 2-Tarquinia
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Unione di centro (Dal 2008)

In precedenza:

Democrazia Cristiana (Fino al 1994)

Forza Italia (1994-2008)

Rodolfo Gigli detto Nando (Viterbo, 24 giugno 1935) è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Esponente della Democrazia Cristiana, è stato Sindaco di Viterbo dal settembre 1970 al 1975. Eletto successivamente consigliere regionale per la Regione Lazio, ha, tra l'altro, ricoperto a lungo l'incarico di assessore regionale alla Sanità; quindi, nei primi anni novanta, è stato Presidente della Regione Lazio e poi presidente del Consiglio Regionale[1].

Passato successivamente in Forza Italia, alle elezioni politiche del 2001 è stato eletto alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Tarquinia, sostenuto dalla Casa delle Libertà (in quota FI).

Nel 2004 diventa nuovamente consigliere comunale a Viterbo.

Nel 2005 si dimette da deputato e opta per riassumere la carica di consigliere regionale della Regione Lazio, dove è confermato anche nel 2010, peraltro nelle file dell'UDC[2].

In occasione delle elezioni amministrative del 2008, si candida a sindaco del comune di Viterbo con il sostegno dell'Unione di Centro, piazzandosi al terzo posto con il 7,8% dei voti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie