Rocco Zito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Rocco Zito (Fiumara, 19 agosto 1928Toronto, 29 gennaio 2016) è stato un mafioso italiano, appartenente alla 'Ndrangheta.

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Nasce nel 1928 a Fiumara, in Provincia di Reggio Calabria, da Domenico Zito, già condannato nel 1930 per "picciotteria", termine all'epoca per definire le consorterie criminali mafiose[1]. Emigra al terzo tentativo nei primi anni '50 a Toronto in Canada e ufficialmente svolge come professione il venditore di ceramiche[1]. I suoi affari spaziano dal traffico di droga, il gioco d'azzardo e al contrabbando[1].

Camera di controllo e traffico di eroina con la mafia newyorchese[modifica | modifica wikitesto]

Secondo le forze dell'ordine canadese avrebbe iniziato a far parte della Camera di controllo, organismo organizzativo delle locali in Canada della 'ndrangheta sin dalla sua nascita nel 1962 insieme a Giacomo Luppino, Michele Racco, Salvatore Triumbari, Filippo Vendemini, Vincenzo Deleo e Cosimo Stalteri[2])[3].[1]. Nel 1970 viene scoperto durante una riunione in un Holiday Inn con Sergio Gambino, boss della mafia newyorchese per un traffico di eroina tra Stati Uniti e Canada[1]. In quel periodo prenderà contatti anche con la famiglia Bonanno[1].

Accuse di omicidio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1986 viene accusato di aver ucciso l'usuraio Rosario Sciarrino trovato congelato e fatto a pezzi nei sacchi della spazzatura, avendo dichiarato di essersi difeso in quanto colpito da un colpo di arma da fuoco alla gamba evita di essere accusato di omicidio[1]. Le forze dell'ordine canadesi lo tengono di mira e viene sospettato di almeno 6 omicidi fu condannato invece per contrabbando e ricettazione.[1].

Gli ultimi anni[modifica | modifica wikitesto]

Durante la seconda guerra di 'ndrangheta in Calabria nei primi anni '90, perde la vita suo fratello Giuseppe Zito e secondo gli investigatori per siglare la fine del conflitto vengono invitati anche esponenti della 'ndrangheta canadese[1].

Secondo le forze dell'ordine canadesi dal 2008 fu sempre meno coinvolto nelle vicende criminose dell'organizzazione fino alla sua morte avvenuta il 29 gennaio 2016 in casa sua a Toronto, ucciso per mano del genero Domenico Scopelliti che si è subito costituito.[1][4][5] Il 5 settembre 2018, Scopelliti fu condannato a cinque anni e otto mesi di carcere.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j Canada, vecchio boss della 'ndrangheta ucciso a Toronto dal genero, in repubblica.it, 31-01-201. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  2. ^ (EN) Calabrian Mafia boss earned mob’s respect, 14 febbraio 2011. URL consultato il 30 novembre 2013.
  3. ^ (EN) Calabrian clan deadly rival to sicilian mafia Archiviato il 3 dicembre 2013 in Internet Archive., Toronto Sun, 20 novembre 2010.
  4. ^ (EN) Canada ex-mafia boss Rocco Zito shot dead in Toronto, in BBC, 31 gennaio 2016. URL consultato il 13 giugno 2016.
  5. ^ https://www.thestar.com/news/crime/2016/01/30/toronto-police-identify-playfair-ave-shooting-victim-as-rocco-zito.html
  6. ^ ‘Kind and gentle man’ sent to prison for shooting mobster father-in-law, thestar.com, 5 settembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie