Robur Tiboni Urbino Volley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robur Tiboni Urbino Volley
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Nome sponsorizzato Robur Tiboni Urbino
Colori sociali Giallo e Blu.png Giallo e Blu
Dati societari
Città Urbino
Paese Italia Italia
Confederazione CEV
Federazione FIPAV
Fondazione 1904
Scioglimento 2015
Palazzetto PalaMondolce
(5.000 posti)
Sito web www.roburtiboniurbinovolley.com
Palmarès
Coppa CEV trophy.svg
Trofei internazionali 1 Coppa delle Coppe/Coppa CEV
Si invita a seguire le direttive del Progetto Pallavolo

La Robur Tiboni Urbino Volley è stata una società pallavolistica femminile italiana con sede ad Urbino.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Espressione della polisportiva Robur Tiboni, il club partecipò per la prima volta a campionati della FIPAV nel 1990, partendo dalla Serie C; nel 1994 approdò in Serie B2.

Vinta la B1, nel 2002, il club marchigiano prese parte per la prima volta ad un campionato di Serie A2 nella stagione 2002-03. Alla retrocessione in Serie B1 al termine della stagione 2003-04 seguì un pronto ritorno in seconda serie nell'annata 2005-06 grazie al ripescaggio. Dopo diverse stagioni di militanza consecutive in Serie A2, anche in seguito al ripescaggio di cui godette dopo aver concluso all'ultimo posto in classifica il torneo 2006-07, nella stagione 2009-10 fa il suo esordio in Serie A1, tramine l'acquisto del diritto di partecipazione dalla Pallavolo Cesena: nella sua prima annata in massima serie la squadra risulterà essere la sorpresa del campionato, conquistando il quinto posto ed accendendo alle competizioni europee.

Nella stagione 2010-11 vince il suo primo trofeo, ossia la Coppa CEV, battendo in finale la Dinamo Krasnodar; nella stagione 2011-12, dopo aver chiuso la regular season al terzo posto ed essere stata eliminata nelle semifinali dei play-off scudetto, guadagna la partecipazione alla prima Champions League nell'edizione 2012-13, dove però esce già alla fase a gironi. Nella stagione 2014-15, a seguito dell'ultimo posto in classifica, retrocede in Serie A2; in seguito la società cessa di esistere[1].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria della Robur Tiboni Urbino Volley
Ottavi di finale in Coppa Italia di Serie A2.
Ottavi di finale in Coppa Italia di Serie A2.
Ottavi di finale in Coppa Italia di Serie A2.
  • 2006: Ripescata in Serie A2.
  • 2006-07: 16ª in Serie A2. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Serie B1.
Fase a gironi in Coppa Italia di Serie A2.
Fase a gironi in Coppa Italia.
Ottavi di finale in Coppa Italia di Serie A2.
Ammessa in Serie A1.
Quarti di finale in Coppa Italia.

Quarti di finale in Coppa Italia.
Coppa CEV trophy.svg Vincitrice della Coppa CEV.
Semifinali in Coppa Italia.
Semifinali in Coppa CEV.
Fase a gironi in Champions League.
Ottavi di finale in Coppa Italia.
  • 2014-15: 12ª in Serie A1. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Serie A2.
  • 2015: Termine delle attività.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2010-11

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Stella d'oro al Merito Sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Stella d'oro al Merito Sportivo
— 25 novembre 2006. Di iniziativa del CONI[2].

Pallavoliste[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Pallavoliste della Robur Tiboni Urbino Volley

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Urbino: Volley, la Robur Tiboni non si iscrive al campionato di A2, fine ingloriosa per la società urbinate, Antonio Mancino. URL consultato il 2 marzo 2017.
  2. ^ Sea Grossi Lam Urbino: stella d'oro al merito sportivo, su legavolleyfemminile.it. URL consultato il 4 gennaio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]